BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“No all’autostrada” La protesta in piazza

Si estende la protesta contro l’autostrada Treviglio-Bergamo. Dopo aver lanciato l’obbiettivo di diecimila firme raccolte per dire no al tracciato, il comitato “Cambiamola” promuoverà una campagna informativa nei Comuni interessati dalla nuova strada.

Si estende la protesta contro l’autostrada Treviglio-Bergamo. Dopo aver lanciato l’obbiettivo di diecimila firme raccolte per dire no al tracciato, il comitato “Cambiamola” promuoverà una campagna informativa nei Comuni interessati dalla nuova strada. Sabato 3 e domenica 4 marzo verranno organizzati gazebo in molte piazze dei paesi per raccogliere adesioni e spiegare l’impatto della nuova infrastruttura sul territorio della Bergamasca. La protesta è guidata da quattro amministrazioni, decise per il “no”: Osio Sopra, Osio Sotto, Levate e Verdellino. La raccolta firme sarà anticipata dalla distribuzione di circa 20 mila volantini nei Comuni in cui vengono spiegate le ragioni dell’opposizione. I gazebo saranno invece promossi, oltre che nei quattro Comuni già citati, anche a Dalmine e Sabbio, Boltiere, Ciserano, Fara Gera d’Adda e nelle frazioni di Treviglio Geromina e Castel Cerreto. Il progetto preliminare dell’autostrada ha già ottenuto il via libera da parte della conferenza dei servizi che si è tenuta tra Regione, Provincia e i Comuni. Le diecimila firme che verranno raccolte (sempre che l’obbiettivo verrà raggiunto) saranno poi consegnate alle istituzioni.

Si può firmare anche scaricando l’apposito modulo dal sito www.cambiamola.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo

    I soliti bortolini di paese, basta dire no, non firmerei neanche sotto tortura. Comitati del no, a casa.

    1. Scritto da sleghista

      Se pirovano vuole l’autostrada perchè non fa il casello a caravaggio davanti casa SUA!!

    2. Scritto da DD

      bortolone sarai tu semmai. e ad ogni modo la tua firma non la vogliamo.

  2. Scritto da il traffico

    Quando l’opinione pubblica italopadana (attenzione: non i politici, quelli vanno a rimorchio della prima) avra’ finalmente compreso quello che in regioni civili e’ acquisito da decenni, cioe’ che il traffico si elimina togliendo la gente dalle auto invece che costruendo nuove strade, notori induttori di nuovo traffico, allora gran parte dei nipoti di chi scrive in questo forum gia’ non ci sara’ piu’. Per raggiunti limiti di eta’.

  3. Scritto da enrico

    Anche se in ritardo, nella nostra provincia bergamasca finalmente nascerà una nuova strada (=autostrada) liberando molti comuni dal traffico automobilistico e dall’inquinamento. Perchè gli amministratori di oggi pensano così in “piccolo” e non al bene di tutti i bergamaschi e non?

  4. Scritto da pdp

    Ho letto tutti i commenti. Trovo sensati tutti quelli che evidenziano i problemi legati alla sicurezza ed all’inquinamento in senso lato (ambientale, polveri, acustico, ecc.): è noto a tutti che le code aggravano queste situazioni oltre al portafoglio per i maggiori consumi.
    Come è già stato scritto con altre parole, leggendo ho avuto l’ennesima conferma che a noi italiani va bene tutto basta che quel tutto non ci tocchi personalmente.
    Così non si va da nessuna parte e non si combina niente oltre che perdere tempo ed occasioni di miglioramento.
    Per far funzionare le cose e rispondere alle esigenze dei cittadini di vari comuni ci vuole un commissario esperto, superparte, disposto a ascoltare.

    1. Scritto da DD

      legga il commento de: “il traffico” postato dopo il suo. capirà il perchè stiamo sbagliando la politica dei trasporti da decenni. serve togliere la gente dalle auto, potenziando i mezzi pubblici e il trasporto su rotaia, questa cosa è di una semplicità e una logica quasi incommentabili.

      1. Scritto da pdp

        Ha ragione e vale soprattutto per i camion, ma quanti saranno disponibili a rinunciare all’uso della propria autovettura?
        Condivido sulla semplicità e logica ma è l’attuazione che non è altrettanto semplice, soprattutto se non ci si confronta da fratelli e si resta su fronti opposti che faticano a dialogare su soluzioni che facciano il bene di tutti a scapito di qualche sacrificio personale.

  5. Scritto da Luciano Avogadri

    Io penso che sarebbe ora di sistemare finalmente la viabilità in provincia.
    Tutti si lamentano delle code, e poi non si voglion gli interventi che le eliminerebbero. Boh, vai a capire.
    Le firme andrebbero invece raccolte per impedire che qualche furbone rendesse edificabili le aree vicine alla nuava strada, per poi lamentarsi tra un po’ che la strada attraversa l’abitato.

  6. Scritto da cittadino libero

    Caro giornalista, sono i Cittadini che principalmente si stanno agitando. Non tanto i sindaci.

  7. Scritto da cittadino osiense

    I sindaci non è abbiano fatto molto. Solo 4 hanno detto di no. Ma, ma non mi convincono molto. A parole sono contro, nei fatti …….. ? NON bastano più solo le parole. Quando VOTEREMO ci ricorderemo di chi HA VOLUTO questa ca@@ata che non risolve comunque i problemi. Ci RICORDEREMO DEI PARTITI che CI FANNO MORIRE. Ed anche di chi parla, senza fatti.

  8. Scritto da cua de paja

    Aldilà dello ferita in un territorio già matoriato, qualche politico-amministratore ha probabilmente sentito 2 parole in inglese ed è stato folgorato da “project finance” che (copio/incollo) è una operazione di finanziamento a lungo termine in cui il ristoro del finanziamento è garantito dai flussi di cassa previsti dalla gestione dell’opera prevista nel progetto.
    Tradotto: con la scusa che mancano i soldi faccio lavorare i soliti noti, faccio guadagnare gli amici miei e se qualcosa va storto si fa un bel ricorso e si chiedono i danni (vedi parcheggio ospedale nuovo) tanto chi paga siamo sempre noi. Amministratori finite, sistemate e fate manutenzione e quello che c’è.

    1. Scritto da pepponenero

      Tanti non sanno che tutto ciò che verrà edificato in “project finance” sarà a pagamento e detto pedaggio sarà più del doppio delle attuali tariffazioni attuali, motivo? semplice: una quota per la normale gestione (come quelle già esistenti) l’altra sarà destinata a rimborsare i finanziatori del capitale investito più i relativi interessi, così facendo è logico che con i tempi che corrono in tanti utilizzeranno le vecchie vie non a pagamento chi è favorevole a queste nuove infrastrutture si faccia anche garante in primis che i risarcimenti siano adeguati e tutelare chi viene espropriato e controlli che in futuro non si edifichi nei terreni confinanti e di chi sono (soliti noti)

  9. Scritto da giustino

    è sempre bello quando fanno i lavori a casa di altri, vero? quando li fanno a casa tua?!?!? Nessuno di Osio o Verdellino si è preoccupato di firmare per non far passare la Brebemi su casa mia!!!! io non firmo!!!!!! Dalla bassa a bergamo ci vogliono 40 minuti…magari con un percorso più veloce si migliorano i tempi visto che il tempo a nostra disposizione in questo mondo è poco!

    1. Scritto da cittadino osiense

      A noi veramente ci costruiscono una casello terminale della pedemontana. Chiamalo poco. Oltre alla A4 4+4 corsie, 2 inceneritori, la siad, il polo della chimica al di la del Brembo 2 KM dal centro del nostro paese. Basta ?

    2. Scritto da pt

      BRAVO! anch’io non firmo! perchè sotto casa mia già mi faranno la tangenziale ovest di Boltiere! e non voglio pure questa… che resti dov’è!!!! NON FIRMATE!!!!!!!!!!!!!!!

    3. Scritto da Cambiamola!

      Da Treviglio a Bergamo, fatto salvo l’autostrada a PAGAMENTO, ci vorranno ancora 40 minuti, perché questa autostrada – e basta leggere gli studi del traffico – non risolve il problema locale. Da Treviglio per Cassano, ci sarà un incremento di traffico, così come per Caravaggio. Che fine hanno fatto le opere come la Tangenziale ovest di Treviglio per drenare la Brembemi, la tangenziale di verdello per ovviare la 42 e l’ultimo pezzo della tangenziale sud di Bergamo? Siamo proprio sicuri che con quelle opere il traffico locale non ne giovi maggiormente di un’autostrada dal fortissimo impatto ambientale che nemmeno figura nella legge obiettivo né nelle opere di interesse strategico nazionale?

      1. Scritto da FACCIAMOLA!

        ma che riosposta è “da treviglio a bergamo, fatto salva l’autostrada a pagamento, ci vorranno ancora 40 minuti”??
        e grazie se fanno un’autostrada e non la prendi, certo che i tempi non diminuiscono: costruiscono una strada, non spostano i comuni..

  10. Scritto da mau

    intanto incominciate con il finire finalmente la tangenziale sud e quel ridicolo pezzo che manca tra zanica e stezzano, aggiungeteci la circonvallazione di verdello che è pure ora, se proprio riattrezzate la francesca che c’è spazio per allargarla e poi parleremo dei progetti del grande egitto.. le cose che servono più urgentemente mai vero? dopo il leghista banchiere, il leghista ministro ora il leghista progettista, per non finire mai dal morir dal ridere…

    1. Scritto da Simone

      Il vero problema è che, nonostante tutte queste schifezze, conitinuamo ad affidare le sorti del nostro paese in mano a questa gente..
      Quando capiremo la gravità della situazione, anche e soprattutto in termini di salute, sarà troppo tardi
      Avremo strade efficientissime e velocissime .. per i morti. Perchè, per chi non lo sapesse, questo progresso uccide

  11. Scritto da pt

    ho appena visto il sito internet (pessimo) di questa associazione… La potrei brevemente riassumere come il Comune di Osio che si vuole levare questa patata bollente dal suo territorio e spostarla ad ovest di Boltiere…. bhe ma scusate, ora quelli di Boltiere (GIUSTAMENTE) diranno di NO!! e faranno http://www.aricambiamola.it , cosi proprio non mi piace … NON VOTERO’ e CERCHERO’ a chi mi chiede di spiegare il perchè di NON VOTARE a favore di questi “scaricabarile”…

    1. Scritto da cittadino libero

      prima di scrivere dovrebbe informarsi caro Cittadino. Il comune di Osio si è già sobbarcato il casello delle pedemontana, sacrificando un bel po dell’ultimo piccolo bosco della zona. Gli “scaricabarile” come lei erroneamente li chiama, chiedono una diversa soluzione logistica. Una strada che arrivi veramente a bergamo e non ad un centro commerciale. Una viabilità che non isoli dal suo comune, un intero quartiere “il nido” da Osio sotto, di cui ne fa parte. Ed altro …. Si informi meglio. grazie

    2. Scritto da Cambiamola!

      Carissimo PT,
      Il sito, fatto male poiché trattasi di libera associazione e non di multinazionale che deve vendere un prodotto, ha tutto il necessario: dagli articoli della carta stampata, al materiale tecnico, alla visura camerale del proponente e il modulo per la raccolta firme. Non siamo affiliati al comune di osio sotto, poiché riteniamo che l’opera non sia devastante solo per osio sotto, ma devastante e inutile per tutti i dodici comuni interessati. non è un caso, infatti, che si proceda alla raccolta firme in tutti i paesi e non solo osio. se fosse come lei dice, ci saremmo concentrati solo su Osio (cosa che sarebbe stata più produttiva e meno dispendiosa). E poi non si vota nulla!

      1. Scritto da pt

        Allora, mi dispiace tanto, ma non si dovrebbe dire “spostiamo ad ovest dell’abitato di Boltiere” ma dire solo non farla!!! a voi basta spostare il problema e a me NON VA!!!!

        1. Scritto da Cambiamola!

          Non confonda i cavoli con i broccoli. Questo che lei dice è quello che è stato chiesto da alcuni amministratori in conferenza dei servizi, non quello che diciamo noi. Noi chiediamo la TOTALE CANCELLAZIONE dell’opera affinché si torni a studiare il problema reale del traffico non con soluzioni calate dalle banche, ma ascoltando REALMENTE i territori coinvolti.

          1. Scritto da FACCIAMOLA!

            se è vero che non chiedete di spostarla sul terreno di altri ma a “Totale cancellazione”, perchè il vostro sito si chiama www. CAMBIAMOLA.it e non http://www.CANCELLIAMOLA.it ?

          2. Scritto da Cambiamola!

            Se leggesse, capirebbe. Siamo per la cancellazione di questa proposta devastante e inutile per tornare a una vera concertazione sul problema della mobilità. Che i flussi generati da pedemontana vadano regolati, è evidente. Corso europa (osio sotto, verdellino, ciserano) altrimenti diventerà ancor di più una giungla, per non parlare del resto

  12. Scritto da Pierluigi Toccagni

    DOVE SI PUO’ FIRMARE? grazie

    1. Scritto da Cambiamola!

      Il 3 e 4 marzo nei comuni di Dalmine (piazza antenna e sabbio), Levate, Osio Sopra, Osio Sotto, Verdellino, Ciserano, Boltiere, Arcene, Fara Gera D’Adda, Treviglio (piazza manara e castel cerreto 3 -4 marzo, geromina solo il 4 marzo). Oppure, attraverso il sito, accedere nella sezione “Il Modulo”, scaricarti il modulo seguendo le istruzioni presenti sulla pagina, compilarlo e poi scrivere una mail a info@cambiamola.it Verrai ricontattato dal responsabile di paese per poterlo riconsegnare.

  13. Scritto da angilberto

    E da Bergamo verso Sud continueremo ad andarci in calesse…..

    1. Scritto da echoless

      Nessun chiede di girare in calesse… mi sembra si stia chiedendo di migliorare le strade esistenti… con un autostrada da Stezzano a Treviglio non penso migliorerà il traffico sulle statali… Tu da Bergamo per andare a Capriate probabilmente usi la A4… Useresti un autostrada a pagamento per andare da Dalmine ad Arcene?

      1. Scritto da Simone

        Caro Echoless, da assiduo frequentatore di Bergamonews ho notato che certi utenti commentano per il gusto di commentare.. Atteggiamento disfattista e mai costruttivo. Certi individui non meritano risposta, li lasci acidificare da soli