BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Django Reinhardt vita e musica di una leggenda

Appuntamento unico ed appassionante quello organizzato da Il Cavaliere Giallo venerdì 24 febbraio alle 18 nella sala Galmozzi, via Tasso 4 a Bergamo

Più informazioni su

Appuntamento unico ed appassionante quello organizzato da Il Cavaliere Giallo venerdì 24 febbraio alle ore 18 presso la sala Galmozzi, via Tasso 4 Bergamo, per un incontro ravvicinato con il mitico chitarrista zigano Django Reinhardt, con la la musica zingara, il jazz, le sue straordinarie contaminazioni, i suoi protagonisti.

La serata si aprirà con la presentazione da parte di Francesco Martinelli (curatore dell’edizione italiana) del libro Django, vita e musica di una leggenda zingara di Michael Dregni.

L’autore, chitarrista ed esperto di chitarre, scrive per la rivista «Vintage Guitar»; vive a Minneapolis, ed e ha scritto una tra le più importanti pubblicazioni di Gypsy Jazz.

Martinelli dirige il Centro Studi "Arrigo Polillo" presso la Fondazione Siena Jazz ed è collaboratore di varie riviste italiane e straniere.

Il libro spiega come Reinhardt assorbì la musica francese prima e il jazz dopo, di come venne influenzato dal modo di suonare a lui contemporaneo, ma anche di come in fondo non rinunciò mai all’idea di musica, alle atmosfere e alle melodie che aveva imparato dalla sua famiglia zigana.

Alcuni sostengono che questa scelta gli sia costata, all’epoca, il titolo di massimo chitarrista jazz e la fama planetaria. Se oggi infatti è consacrato da tutti gli amanti della chitarra e del jazz, durante la sua vita non ottenne una fama paragonabile ad altri jazzisti che suonavano alla moda.

Nel corso della nostra serata la figura di Django verrà presentata anche attraverso immagini della sua carriera, filmati che lo ritraggono in azione, e ascolti di brani particolarmente significativi scelti per focalizzare l’attenzione sul rapporto del musicista con la cultura zingara e le sue varie tradizioni musicali, con la musica da ballo a Parigi nel suo periodo formativo, con i grandi del jazz, con la musica europea del Novecento, e con l’evoluzione tecnologica della chitarra. I filmati, presentati nella migliore versione digitalmente restaurata oggi disponibile, coprono un ampio arco della sua carriera dal 1932 al 1953, anno della scomparsa.

All’iniziativa aderisce la libreria Articolo 21 (largo Rezzara, Bergamo), che sarà presente in sala Galmozzi per la vendita del libro, edito dalla EDT nell’ambito di una collana nata dalla collaborazione con Siena Jazz.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.