BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo senza Tessera? L’Atalanta non dà l’ok

Nella capitale impazza la polemica per la mancata disponibilità della società nerazzurra di portare avanti l'iniziativa avallata dall'Osservatorio. Il responsabile della biglietteria dell'AS Roma: "Nessuno ci ha spiegato la decisione".

Più informazioni su

Tifosi della Roma a Bergamo anche senza la tanto chiacchierata Tessera del Tifoso? No, grazie. L’iniziativa promossa dalla società giallorossa (e avallata dall’Osservatorio) che permette a chi possiede la Fidelity Card di portare con sé una persona sprovvista della Tessera, non ha ricevuto l’ok dalla società nerazzurra in vista del match che domenica vedrà scontrarsi al Comunale Atalanta e Roma.

La mini-riforma, la stessa ribattezzata immediatamente “porta un amico non tesserato nel settore ospiti”, è nata lo scorso 8 febbraio e subito ha fatto discutere i tifosi di tutta Italia. Atalantini compresi: “I possessori di Privilege (la tessera del tifoso, ndr) – si legge sulla determinazione dell’8 febbraio – potranno acquistare tagliandi per le trasferte anche per un proprio ospite, esibendo al rivenditore la fotocopia del suo documento”.

Un’apertura, quella varata dall’Osservatorio, che sotto le Mura Venete hanno però preferito respingere. Almeno per ora.

Dalla società giallorossa hanno accolto la notizia con stupore, come confermano le parole del responsabile della biglietteria Carlo Feliziani: “Inizialmente avevamo ricevuto l’ok da Bergamo – ha spiegato a Bergamonews -, ma poi le cose sono cambiate e le direttive che abbiamo avuto ci vietano di portare avanti l’iniziativa per Atalanta-Roma. Il motivo di questa decisione? Non ce l’ha comunicato nessuno e noi di certo non andremo ad indagare. Dispiace, però, non poter portare avanti promozioni di questo genere che, secondo la nostra società, potevano distendere un clima troppo speso teso qual è quello che circonda la Tessera del Tifoso”.

Sulla questione, che a Roma ha tanto fatto arrabbiare tifosi e media ("A Bergamo non vogliono i romanisti" si legge sui forum più popolari tra i tifosi giallorossi), c’è ancora poca chiarezza, anche se il club capitolino è già riuscito a mettere in moto l’iniziativa sia per la trasferta di Siena, sia per la gara casalinga giocata domenica scorsa contro il Parma, quando una cinquantina di tifosi gialloblù è riuscita a comprare il biglietto per la gara dell’Olimpico seppur sprovvista della Tessera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da A.Z. Bg

    Brava Atalanta, le leggi si rispettano. Non sono proprio i romani quelli che accolòtellano i tifosi ospiti come gli atalantini ancor prima delle partite? Senza tessera nessun romanista ospite.Nel loro stadio entra di tutto, basta vedere una partita all’olimpico (unico stadio pagato da tutti gli italiani, guarda caso a roma), qui condannano l’Atalanta per ogni stupidata, in casa e in trasferta.Io vieterei a tutti i romani di venire a Bergamo e non manderei pipù la nostra squadra a giocare a roma.

  2. Scritto da uno qualunque

    Bah…Un documento dichiarato parzialmente incostituzionale, che puo’ essere associato ed utilizzato come carta di credito, che vale solo in determinati casi (talvolta sostituendo documenti ufficiali dello stato italiano, validi per l’espatrio), rilasciato da una societa’ privata, che una societa’ puo’ ignorare (vedi Roma appunto) ed i cui dati personali possono essere trattati e ceduti a terzi da parte delle societa’ sportive, mi sembra sia l’ennesimo pasticcio all’italiana fatto solo ed esclusivamente per far guadagnare qualcuno alle spalle della gente.Il fatto poi che la tifoseria romana (sia laziale che romanista) abbia sempre goduto di regole e leggi diverse e’ un fatto ormai acclarato.

  3. Scritto da acqua calda

    “A Bergamo non vogliono i romanisti” si legge sui forum più popolari tra i tifosi giallorossi…..praticamente come scopriere l’ acqua calda!

  4. Scritto da guido da bg

    Le regole devono valere per tutti. Altrimenti la tessera del tifoso non vale, se io posso fare entrare con me chiunque.
    A Bergamo ricordo che il cambio nominativo dietro presentazione di tessera di abbonato è concesso solo se il nuovo fruitore dell’abbonamento ha la tessera del tifoso..
    Quindi la società Atalanta deve fare rispettare queste norme, altrimenti io abbonato Atalanta mi sento preso in giro, visto che ho potuto disporre il mio abbonamento ad un amico fruitore per una gara solo dietro presentazione da parte di quest’ultimo di tessera del tifoso

  5. Scritto da enrico

    La tessera del tifoso è sacrosanta, e non si capisce perchè i tifosi della Roma possano, anche solo in parte, derogarvi.

    1. Scritto da L76BG

      INSOMMA SACROSANTA..HA DELLE BELLE PECCHè COSTITUZIONALI, per non parlare poi quando vai a prender i biglietti..devi aver ancora la CI e non capisco il perchè visto sta tessera è un documento rilasciato dalla questura.. ma daltronde siamo in Italia, 10 carte/tessere che servono per 1 cosa

  6. Scritto da Marco

    La questione è semplicissima e riconducibile a motivi di pubblica sicurezza, ricordo che da quando successe il finimondo durante una tresferta a Roma le trasferte tra i due campi sono state bloccate. Tra le due tifoserie credo ci sia qualcosa di più rispetto a della semplice ruggine, (i romanisti accoltellarono più di un ragazzo atalantino) credo sia giusto limitarne il numero, sicuramente ci sarà molta tensione già con quelli presenti.

    1. Scritto da L76BG

      anche perchè poi, come al solito, loro faranno casino..noi non ci faremo metter i piedi in testa e indovinate un pò a chi arriveranno le multe dell’osservatorio? indovinate di chi parleranno male la stampa e i media nazionali (e non)?
      :-/

  7. Scritto da nino cortesi

    A Roma impazzano i fascisti. Vedi la vicenda Spaccarotella. La tessera del tifoso è una cavolata. Basta ed avanza la carta d’identità, che però deve restare obbligatoria anche per i tifosi della Roma.