BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Conciliare Dio e Lega? E’ impossibile”

Come conciliare la fede con la tessera dalla Lega Nord? Come si può battersi per il crocifisso negli uffici pubblici e poi approvare sgomberi di nomadi? Se lo domanda Augusto Cavadi, giornalista e teologo, autore del libro “Il Dio dei leghisti”.

Più informazioni su

Come conciliare la fede con la tessera dalla Lega Nord? Come si può battersi per il crocifisso negli uffici pubblici e poi approvare sgomberi di nomadi? Se lo domanda Augusto Cavadi, giornalista e teologo, autore del libro “Il Dio dei leghisti”. Famiglia Cristiana ha dedicato grande spazio a questa pubblicazione con un’intervista allo scrittore, scatenando l’ira di molti esponenti del Carroccio che non hanno mancato di criticare il settimanale cattolico. Un po’ come Adriano Celentano, che dal palco del festival di Sanremo ha sostenuto che Famiglia Cristiana e Avvenire andrebbero chiusi. L’europarlamentare Matteo Salvini scrive: “Robb de matt, evviva Famigghia Cristiana”. Ma cosa dice esattamente il libro di Cavadi? “La mia tesi è che il cattolicesimo si presta a essere strumentalizzato come ideologia conservatrice – spiega lo scrittore a Famiglia Cristiana -. Non è un caso che anche i mafiosi hanno sempre visto nella Chiesa un baluardo del tradizionalismo e della mentalità conservatrice. Dagli studi sociologici si ricava che ci sono pochi sacerdoti schierati contro o a favore della Lega Nord. Una larga maggioranza ritiene che non sia essenziale prendere posizione. È vero, i preti non devono schierarsi sul piano elettorale: ma una cosa è non pronunziarsi sulle indicazioni tattiche e un’altra è non schierarsi sulla formazione etico-politica delle coscienze. Salgo con periodicità al Nord per scambi culturali e conferenze. Vado anche ai raduni leghisti. Osservo molto. E, naturalmente, leggo e mi informo. Mi sono basato su documenti ufficiali scritti da Bossi e altri leghisti. La mia non è solo un’indagine sui leghisti. Più che cosa pensa la Lega, a me interessa capire l’atteggiamento della Chiesa cattolica nei confronti del Carroccio. Se Bossi e i suoi avessero vissuto ai tempi di Cristo, avrebbero avuto a che fare con una comunità che nasce all’insegna di una fraternità universale, che non distingue i locali dagli stranieri, i romani dagli ebrei. L’avrebbero considerata un gruppo di folli e utopisti. Il fatto che oggi gli eredi di quella comunità siano considerati dai leghisti un baluardo rassicurante contro gli immigrati, dovrebbe preoccupare molto la Chiesa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da codino

    “Se Bossi e i suoi avessero vissuto ai tempi di Cristo, avrebbero avuto a che fare con una comunità che nasce all’insegna di una fraternità universale, che non distingue i locali dagli stranieri, i romani dagli ebrei”
    Sì, però distingue i cristiani dai non cristiani, caro sig. Cavadi…

  2. Scritto da grigiopellegrino77

    da cristiano penso che questa chiesa debba “morire” per rinascere e riscoprire come vivevano le prime comunita cristiane. al giorno d’oggi perdiamo troppo in riti e formalità, pensiamo più ai crocefissi di legno e non a quelli di carne…
    “vi dò un comandamento nuovo… amatevi l’un l’altro perchè io ho amato voi.”
    e tutto qua semplice e lineare, quasi mi domando cosa servano battesimo cresima e via dicendo..

  3. Scritto da enrico

    povera teologia in mano ad uomini come Cavadi…poverissima teologia e disgraziatissimi giornali cattolici

  4. Scritto da Anto

    Dio ha provato a conciliarsi con loro, ma purtroppo ha trovato gli uffici a Monza chiusi..

  5. Scritto da DD

    più che altro sarebbe giusto domandarsi:” si può continuare ad essere cattolici nonostante i millenari misfattti di un certo Clero cattolico?”

  6. Scritto da Giuseppe Rota

    Lo leggero’ senz’altro proprio per capire ma gia’ dal titolo si evidenzia un limite notevole: come puo’ Dio vietare? il Padre ci ha creati liberi. In seconda analisi la Lega Nord non e’ sicuramente un partito confessionale ma ha a cuore i valori cristiani che sono fondanti nella nostra societa’. Un libro sicuramente strumentale !

    1. Scritto da Anto

      Dipende da quale interpretazione di Dio facciamo riferimento. Alcune religioni sono proprio un paradosso. C’è chi afferma che ci ha donato il libero arbitrio, per poi smentiri immediatamente con i comandamenti. C’è chi vede un Dio vendicativo e pronto a giudicare. E chi lo immagina dentro di noi. Una cosa è certa. Chi, secondo questo articolo dovrebbe prendere posizione, non vive manco lontanamente secondo la parola del signore. La lega esiste, d’altronde come molte altre realtà, solo perché c’è una società culturalmente poco evoluta che lo permette. Il mio Dio guarda al futuro.

    2. Scritto da cittadino

      ma che a cuore? le cerimonie del dio Po c’entrano qualcosa con i valori cristiani?

  7. Scritto da nino cortesi

    Ed anche oggi chi comanda: Chiesa, fascisti, leghisti. Ed il popolo tira cinghia.

  8. Scritto da mario59

    e qual’è il problema….se la lega saprà accattivarsi i vertici del vaticano,credo proprio che ci sarà posto anche per loro… a suo tempo, la chiesa diede spazio anche ai nazifascisti…pertanto…..

  9. Scritto da baluba

    si puo essere cattolici si ma votare lega dopo tutto quello che han fatto (e che NON hanno fatto ) in questi anni offende i cattolici

  10. Scritto da Toni Corberi

    Lasciamo perdere i discorsi seri, con la lega non si può, l’unica cosa che conta è la cadrega, con le mie orecchie ho sentito bossi dire che la chiesa andava bene solo coi piedi nudi e vestita di sacchi quando si era permessa di muovere qualche (sicuramente giusta) critica alla lega e poi il trota ha tirato fuori la questione dei crocefissi negli uffici della regione per intercettare qualche voto.Quando fa comodo si rievocano i riti celtici e quando serve, invece, ci si fa larghi di bocca sulle radici cristiane.I principi cristiani abitano lontanissimo da quella gentaglia lì che pensa solo ai suoi interessi.a volte ci sono comportamenti più “cristiani” nei musulmani che nei leghisti.

    1. Scritto da Ci sono più cose, Orazio...

      Per la verità, a volte ci sono comportamenti più “cristiani” nei musulmani che nei cardinali o nello stesso Papa…non le viene il dubbio che un problema del cristianesimo sia l’abisso che divide il dire dal fare, a qualsiasi latitudine politica si trovi il praticante? I leghisti non sono nè meglio nè peggio degli altri: sono “cristiani” del terzo millennio…

      1. Scritto da Toni Corberi

        Beh meglio dei leghisti qualcuno si trova, comunque il problema è che ci sono anime povere che hanno messo il loro (e nostro) portafoglio (quello con dentro i soldi pubblici) in mano alla lega.A titolo personale detesto l’ipocrisia di chi dice “fate quello che dico e non quello che faccio” fin da quando ero piccolo.E detesto gli opportunisti che si travestono in base alle circostanze e all’ambiente in cui si trovano solo per accaparrarsi il potere (la cadrega).Facendo finta di essere operai fra gli operai, pensionati fra i pensionati, agricoltori fra gli agricoltori insolventi, ecc…ecc….Se nel terzo millennio bisogna essere così è meglio fare una riflessione e tornare un po’ indietro.

  11. Scritto da Anonimo

    Noi Leghisti abbiamo le spalle Larghe,
    poi c’e’ un detto che dice :
    “chi offende di parola ama di cuore”.

  12. Scritto da TERRONE

    vi immaginate se arrivassero e si facessero vedere più seriamente i cosidetti ufo?!?…molti piccoli umani pensieri verrebbe spazzati via come polvere nell’immenso universo :-) buona giornata e cerchiamo di essere buoni

  13. Scritto da VedettaLombarda

    ieri erano i comunisti non conciliabili con il cattolicesimo … oggi sono i leghisti …

    di certo c’è che il giornale dei salsesiani non ha mai fatto segreto di non amare la lega nord …

    la religione e la spiritualità è cosa intima e personale … di carità anche i leghisti ne fanno molta … basta pensar ke la provincia di bergamo è la più virtuosa in italia per volontariato (statistiche lo dicono da sempre), e almeno 1/3 della provincia è simpatizzante/elettore della lega, di riflesso è facile capire che il leghista ha carità cristina e la esercita

    Io da Cattolico e leghista, continuio a fare quanto mi sento in dovere di fare … e proseguo a non comprare Famiglia Cristiana.

    1. Scritto da cristianomaturo

      Bella la carità cristina… peccato che, a parole, la lega la carità cristiana neanche sappia che cosa sia. Né tantomeno sa cosa sia il vangelo e l’annuncio dell’incarnazione di Dio: a loro interessa il crocefisso come la croce interessava ai crociati. Barbari siamo e barbari resteremo

    2. Scritto da Carlo Pezzotta

      Hai detto bene: personale … di carità anche i leghisti ne fanno molta … basta pensar ke la provincia di bergamo è la più virtuosa in italia per volontariato (statistiche lo dicono da sempre). MA A ME RISULTA CHE NON SONO I LEGHISTI A FARE DEL VOLONTARIATO MA ALTRI, DI TUTT’ALTRA APPERTENENZA POLITICA , IDEOLOGICA E RELIGIOSA. Solo in minimissima parte , fra gli alpini tanto per cambiare, qualche leghista fa volontariato. Non raccontiamo fregnacce per favore!!

  14. Scritto da doriano

    Consigli a tutti,bergamonews compresa, di recensire e proporre il volume ” il manuale del cattolico in poltica” scritto dal vescovo di Trieste mons. Gianpaolo Crepaldi.
    Poi ognuno in politica si comportera’ secondo coscienza,se ben formata,ascoltando le indicazioni del magistero.

  15. Scritto da CAFENERO

    S’approssima una neoDC che cercherà di captare i voti di tutti i cattolici ora frazionati nei due schieramenti e lo si capisce da tanti segnali , compreso questo .

    Detto questo : se c’è un partito neopagano ed edonista , con rimandi al “Dio Po” e simbologie precristiane , ritualità paganeggianti nordico/celtiche come se piovesse, beh, è la Lega Nord .

    Il sole delle alpi altro non è che un simbolo affine alla croce celtica . Quest’ultima appunto è una forma di sincretismo tra una simbologia precristiana ed il crocefisso .

  16. Scritto da Eccessi

    Rimango dell’idea che in circolazione ci sia un grave eccesso di cattolici ed una pericolosa carenza di cristiani.

    1. Scritto da Carlo Pezzotta

      Volevo lasciare un commento ma tu hai scritto in poche parole la verità, amara, ma è la verità.

  17. Scritto da Bob

    La fede consiste nell’abbandonarsi alla Trascendenza. Irraggiungibile e incomprensibile, ma a cui ci si affida bramando Verità e Giustizia.
    In sostanza la fede consiste nel credere in Dio senza disporre di alcun appiglio a cui aggrapparsi che confermi la nostra fede.
    Viceversa, il volere credere in un qualcosa di determinato, che sia una “prova”, non è fede ma superstizione.
    Si fissa una verità e la si vuole “certa” (come la resurrezione per esempio), senza rendersi conto che la vera fede è abbandono totale in Dio, senza garanzie.
    La Lega perciò è coerente, è senza fede, difende il crocefisso in quanto simbolo identitario, e non perché manifestazione di fede.

  18. Scritto da Onesto

    Come si poteva fare le crociate e essere cristiani??? Partiamo da qua, perché c’è il rischio di perdersi .

    1. Scritto da Stecchetti

      Pota certo. Le Crociate sono nate per fermare i musulmani!!! Senza le Crociate e senza Lepanto non ci saremmo più!!!
      A proposito: dobbiamo deciderci a scacciare i turchi da Cipro!!

  19. Scritto da Giuseppe

    Non mi risulta che Gesù facesse discriminazioni fra le varie appartenenze nell’ambito del popolo ebraico: pranzava coi farisei e accettava i loro inviti… e fra di loro c’eano ammiratori e persino discepoli. L’unica inconciliabilità era e sarebbe data dalla negazione di Cristo. Può dimostrarlo, per quanto riguarda i leghisti, questo presunto intellettuale del sud d’Italia, che si arroga il diritto di decidere chi può appartenere alla Chiesa e chi no, e addirittura, pare, chi può rivolgersi a Dio Padre? Una riflessione al riguardo sarebbe più che opportuna.

  20. Scritto da nino cortesi

    E infatti sono c….. e camicia. Alla faccia! I nostri preti sono bravi però, veramente! La gerarchia della Chiesa però… Ma perchè i nostri preti non si arrabbiano d’essere governati in questo modo?

  21. Scritto da erixal

    sherwood: una cosa sono i popolarismi superstiziosi e i messaggi decontestualizzati presi dalle lettere di Paolo. Altra cosa sono i messaggi di base (uguaglianza e fraternità) che, come sapientemente esposto dal teologo, non possono che cozzare violentemente con l’ideologia del partito. E’ ovvio che il problema non è il Dio Po, che è solo una buffonata, ma il razzismo che ci sta sotto.

  22. Scritto da leghista cattolico

    Sono cattolico e lehista il libricino di questo tizio non mi turba per niente,ricordo mio nonno fervente comunista sposato sul sagrato perchè a quei tempi i comunisti erano scomunicati ora vanno a braccetto con i cattolici,anche i cattolici sbagliano ,vogliamo parlare della “santa” inquisizione o delle crociate,per favore siamo seri.L’autore è solo un mediocre scrittore in cerca di notorieta’.

    1. Scritto da Narno Pinotti

      @leghista cattolico
      Non ho letto il libro né conosco l’autore, quindi non so se “è solo un mediocre scrittore in cerca di notorietà”. Lei ha letto il testo? Conosce lo scrittore? Perché se la risposta fosse no, si tratterebbe di pregiudizio. Del resto ormai la stampa e la tv sono fatte in modo che ciascuno, se lo vuole, possa leggere, ascoltare, vivere senza mai entrare i contatto con pareri diversi dai propri.
      Ad esempio, chi decide che lei sia cattolico? Lei stesso e quelli come lei o, per dire, il vangelo?

      1. Scritto da leghista cattolico

        Caro sig.Nardi l’appartenenza alla fede cattolica è sancita coi sacramenti (battesimo cresima matrimonio ecc) poi si puo’ essere praticanti o no.Ebbene si ho letto il libro (su emule) non spendo i soldi per librecculi di autori mediocri che vivono a 1000 km di distanza e si permettono di dare la patente AGLI ALTRI.L’autore vuole solo far quattro palanche parlando di Lega senza nemmeno conoscere i leghisti ma siccome lui va a qualche festa dice di conoscerli….ma mi faccia il piacere.

        1. Scritto da Narno Pinotti

          «l’appartenenza alla fede cattolica è sancita coi sacramenti»? Non si sa nemmeno dove cominciare a smontarla, questa. Quindi in una vita bastano 3-4 ore di messe (pochi minuti di battesimo, 1 ora cadauno per comunione cresima matrimonio) per essere cattolici? A saperlo prima!

          1. Scritto da leghista cattolico

            Caro sig Pinotti vedo che lei vuol fare il prevosto ma non sa niente di chiesa,per l’esattezza basta essere battezzati per essere cattolici,poi come o scritto prima uno puo’ essere praticante oppure no,poi se vuole continui pure a difendere chi pontifica sui liberculi dichiarandosi esperto di Lega anche se abita a 1000 km di distanza.Cmq ora la saluto le auguro una buona serata,e ..buona lettura.

  23. Scritto da sherwood

    Nella Chiesa Cattolica convivono da sempre posizioni agli antipodi. Ad esempio, come conciliare la Fede vera con la superstizione (leggi liquefazione del sangue dui San Gennaro e le varie apparizioni delle Madonne) ?
    Ricordo inoltre che nella seconda lettera di San Paolo apostolo ai Tessalonicesi (2Ts 3,7-12) si dice “chi non vuol lavorare, neppure mangi”, e di gente che non vuol lavorare c’è nè parecchia in giro….

    1. Scritto da Stefano

      Le apparizioni dellA MadonnA (non esistono MadonnE, ma una sola) sarebbero superstizione? Porti più rispetto per favore. Si senta libero di non crederci, ma il rispetto non può mancare.

      1. Scritto da mario59

        Signor Stefano.. lei sia libero di credere a quello che vuole.. e lasci liberi gli altri di fare altrettanto.. anche di pensare e manifestare il proprio pensiero sul fatto che, la madonna sia o meno il frutto di una superstizione… non faccia anche lei come fanno la maggiorparte dei cattolici, che giudicano il prossimo, al posto di colui in cui credono, se colui in cui credete, davvero esistesse, il vostro, sarebbe un grave peccato di presunzione…specialmente commesso da uno che sostiene di crederci.

      2. Scritto da sherwood

        La Chiesa fa bene ad andarci con i piedi di piombo nel riconoscere le apparizioni delle madonne, perchè la Madonna è una e perchè non aggiungono niente al messaggio del Vangelo. Ci sono però riti e tradizioni che sconfinano dal seminato della Fede (ad esempio la Sacra Spina di S. Giovanni Bianco) che continuano ad essere celebrati… per cui se accettate queste cose, lasciatemi libero di essere leghista e magari più cristiano di tanti…

        1. Scritto da Stefano

          La prossima volta non scriva allora “le varie apparizioni delle Madonne” in modo qualunquista. Sulla Sacra Spina: “sconfina dal seminato della fede”? mi scusi ma lei che elementi ha? ha forse condotto indagini che l’abbiano portata a questo? Ma certo: meglio stare con chi non perde occasioni per attaccare la Chiesa (cioè anche me, laico), i “vescovoni”, ecc… Lì sì che c’è il vero cristianesimo, giusto? Detto questo, e poi per quanto mi riguarda la chiudo qui, beato lei che si sente “più cristiano di tanti”.

          1. Scritto da sherwood

            Sig. Stefano, provi a digitare su google “fioritura della sacra spina di San Giovanni Bianco”, poi giudichi lei se si tratta di Fede o superstizione. La Fede non ha bisogno di quadri che lacrimano o madonne (con la m minuscola) che appaiono, perchè semmai, il miracolo più grande avviene ogni domenica sull’altare. Sono probabilmente agnostico ma anche “più cristiano di tanti” perchè mi sbatto (tanto o poco) per il mio oratorio e la mia parrocchia e non vado in giro a sparlare del parroco. Lasciamo perdere il dio po, però tra Bossi e Marcinkus io scelgo Bossi. Le ribalto la questione, come poteva uno come Marcinkus stare nella Chiesa ? Cordialmente…