BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’asilo da sistemare? Giunta al lavoro con attrezzi e pittura fotogallery

A Telgate, in tempi di crisi per i Comuni, sindaco e vicesindaco hanno organizzato un inedito gruppo di volontari per i lavori di piccola manutenzione della materna "Antonia Noli Marenzi".

Più informazioni su

A Telgate, in tempi di crisi per i Comuni, c’è chi ha pensato bene di non buttare i soldi pubblici per sistemare una scuola materna che poteva benissimo essere rimessa a nuovo con dei semplici accorgimenti.

E, grazie all’idea del vicesindaco Fabrizio Sala subito sposata dal primo cittadino Diego Binelle e da Romano Mosca, presidente del cda, l’istituto “Antonia Noli Marenzi” sabato scorso ha subìto un restauro semplice ma comunque efficace operato da una serie di volontari del tutto inediti: sindaco, vicesindaco, assessori e consiglieri comunali, ben assistiti da un gruppo di cittadini, sono infatti stati i protagonisti della sistemazione della scuola materna del paese che, da sabato scorso, ora ha le pareti tirate a lucido, le porte delle aule nuove e le lampade d’illuminazione finalmente funzionanti nel corridoio d’ingresso.

“L’idea è stata quella di creare un gruppo di volontari che si è preso cura delle piccole opere di manutenzione della materna – ha spiegato  Fabrizio Sala -. Con questo lavoro abbiamo voluto fare in modo che anche i cittadini coinvolti si siano sentiti in dovere di mantenere in buono stato tutto quello che è pubblico.

Sono molto soddisfatto della partecipazione della gente e devo portare un particolare ringraziamento a Riccardo, il presidente del gruppo Bersaglieri che è stato un indomito lavoratore, all’architetto Giuseppe Zambelli, colui che ha studiato i colori da utilizzare, e a Maurizio Bonassi che ha coordinato, assieme ai suoi ragazzi, tutto il gruppo di lavoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Ormai quando c’è da pagare non esiste più lo Stato, pagano tutto i cittadini. Tanto vale limitare al Comune tutto il mondo fiscale di entrate ed uscite Cancelliamo tutto quello che è soprastante il Comune. Naturalmente la Lega in questi ragionamenti non c’entra un tubo, come non c’entra mai in cose che esigono un minimo di cervello.

  2. Scritto da walter

    poi contabilità finale
    riserve
    collaudo
    e poi tutto il post che ha scritto robera

  3. Scritto da walter

    è l’assurdo dell’italia, per sistemare tante cose a volte basta un’idea e trovi tanta gente disponibile certo è che se il comune utilizzava la strada obbligata quel cantiere costava un patrimonio, iniziamo
    Progetto preliminare, definitivo e esecutivo.
    Computo metrico
    RUP responsabile unico appalto
    almeno 5 raccomandate per le 5 ditte da invitare
    5 fideussioni per partecipare alla gara
    apertura buste
    Il ricorso non mettiamolo per un appalto piccolo
    fideussione definitiva
    finalmente inizio lavori
    coordinamento per la sicurezza perchè c’è più di 1 impresa
    vari problemi durante esecuzione lavori per esempio multa al furgone parcheggiato sulle striscie pedonali come si vede da foto
    fine caratteri

  4. Scritto da roberta

    La demagogia solitamente è inutile, oltre ad essere uno strumento che il potere usa per distrarre l’attenzione del popolino. In certi casi però può essere anche pericolosa, oltre che inutile. Chi mi garantisce che gli interventi di manutenzione siano stati fatti a regola d’arte e garantendo al 100% la sicurezza degli utenti, in questo caso i bambini? Non era più saggio e intelligente (ma forse meno “comunicativo”) affidarsi ad una ditta specializzata? Se domani dovesse verificarsi un infortunio od un inconveniente (mi auguro vivamente di no!), chi ne risponderà?

    1. Scritto da diletta

      quanta tristezza mi fanno le persone che cercano anche in una cosa positiva un elemento da criticare. Cara Roberta secondo me vivi molto male

      1. Scritto da roberta

        Diletta (se questo è il tuo vero nome), tu sei la conferma della veridicità di quanto ho scritto circa il potere della demagogia! :-) Tu, infatti, invece di confutare IL MERITO di ciò che ho scritto (dicendomi, che so: “sono sicurissima che l’impianto elettrico sistemato da non elettricisti andrà benissimo”) hai preferito contestare ME. E intanto che noi poveretti litighiamo fra noi come i capponi del Manzoni, chi ci manovra sogghigna. Buona vita