BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Confronto tra ambasciata e polizia cubana

I familiari di Avelli e il sindaco di Mozzanica attendono gli esiti dell'incontro che si terrà all'Avana tra l'ambasciatore Marco Baccin e i diplomatici cubani. Al tavolo anche la polizia di Holguin.

Più informazioni su

Ci saranno anche i vertici della polizia di Holguin seduti al tavolo di confronto con l’ambasciata italiana, che chiederà chiarezza sulla morte di Roberto Avelli, il falegname 41enne di Mozzanica deceduto mercoledì 15 febbraio nella città cubana, in circostanze ancora tutte da chiarire. Secondo un servizio del giornalista Paolo Manzo Avelli sarebbe morto di fronte all’edificio dell’emigracion local, vale a dire la sede della questura di Holguin, probabilmente precipitando dal secondo piano di quel palazzo. Da Cuba non sono arrivate conferme ufficiali: ma quello di Roberto Avelli resta comunque un caso tutto da chiarire, un vero e proprio giallo. Anche per questo motivo l’ambasciatore Marco Baccin incontrerà nel pomeriggio di oggi (20 febbraio) all’Avana (quindi tarda serata italiana) i rappresentanti diplomatici del Paese caraibico: uomini del ministero degli esteri, che dovrebbero presentarsi al tavolo anche con rappresentanti della polizia cubana. Dai racconti e amici e parenti si fa comunque strada una certezza: Roberto Avelli sembrava in fuga, spaventato. Era arrivato con due amici a Camaguey il 6 febbraio. Avrebbe dovuto restare in vacanza per tre settimane. Invece si è allontanato dagli amici e ha raggiunto Holguin. Il 13 febbraio ha acquistato un biglietto per rientrare in Italia e, in una telefonata ad un conoscente di Mozzanica, ha rivelato di sentirsi in pericolo. Due giorni dopo, mercoledì 15 febbraio, il suo corpo è stato trovato privo di vita a Holguin: ora del decesso 11,17 secondo la polizia cubana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.