BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emma vince Sanremo Sul podio tre donne

Emma vince il 62° Festival della Canzone di Sanremo. Sul podio, al secondo posto, c'è Arisa e infine Noemi. Un terzetto tutto rosa e con una particolarità: tutte e tre sono legate a trasmissioni per giovani talenti

Un podio tutto femminile a Sanremo non si vedeva da anni. Ha vinto Emma come da previsioni. Un podio tutto di ispirazione talent: Emma è la ex star di Amici, Noemi ha cominciato a X Factor e Arisa è stata uno dei giudici dell’edizione di quest’anno. Si può dire però che ancora una volta è la popolarità il fattore determinante, perchè Noemi ha ormai una carriera lontana dal talent ed è entrata nei tre finalisti grazie alla golden share esercitata dalla sala stampa.
Se si aggiunge che sul gradino più alto c’è una bionda, sul secondo una bruna e sul terzo una rossa, il quadro è ancora più singolare. Quando poi le vincitrici salgono dal Teatro Ariston alla Sala Stampa per il tradizionale fugace incontro stampa della notte e si mostrano allegre e solidali tra di loro il clima si davvero sorprendente e inedito. Ad introdurle un elegente Samuele Bersani che ritirando il suo premio della critica ne parla come di «tre ragazze che più che essere intonate fuori sono intonate dentro». La prima a parlare è la vincitrice Emma. E se l’anno scorso arrivata seconda aveva detto «dietro Vecchioni tutta la vita», quest’anno fa di più: «Dietro a Noemi tutta la vita. E comunque sono felicissima di aver vinto con Noemi ed Arisa perchè sono le artiste che stimo di più». A chi chiede se non si sentano aiutate delle loro esperienze rispondono tutte senza finti imbarazzi. Per Noemi «la gente sente comunque la musica che gli piace, dovunque provenga». Per Arisa «in effetti il bacino d’utenza è maggiore e più affezionato». Per Emma «se uno è forte è forte ed arriva alla gente e sennò no». E dopo aver imitato nell’ordine Malika Ayane (Arisa), Giusy Ferreri (Emma) e Vasco Rossi (prima Noemi e poi Emma) tra le risate della sala stampa, Arisa conclude: «Poi vi chiedete perchè vincono tre donne…»

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Raffaella 78

    Brave Emma, io sono una tua grande fan dai tempi di Amici. Ti sei meritata la vittoria e anche l anno scorso dovevi arrivare prima con i Modà. Grazie per le tue belle canzoni. Per sempre FORZA EMMA!Continua così

    1. Scritto da aldo

      ecco qui un’ altra vittima della super esposizione mediatica dei raccomandati della cricca di Amici…

  2. Scritto da gino

    regolamento di Sanremo art. n. 1 : chi partecipa ad Amici non puo’ concorrere al festival, e’ proprio impossibile inserire questa clausola.? I raccomandati del Signor Costanzo Maria infatti godono di visibilita’ sproporzionata rispetto agli altri sconosciuti giovani, e’ percio’ una gara impari, poi alla fine i veri talenti escono, infatti il vincitore Carta di alcuni anni fa e’ sparito…

  3. Scritto da nino cortesi

    Ha vinto ancora Maria De Filippis. Questa Italia è deprimente e senza sbocchi e possedento interamente le armi della pubblicità accoppa totalmente il bel canto italiano. Ci sono tantissimi bravi compositori che manco partecipano ritenendo impossibile battere l’opaca, per valori, Maria e confraternite. Spero che l’anno prossimo partecipi l’Orchestra Bagutti con un bel valzer lento ballabile. Sarebbe già molto meglio.

    1. Scritto da vito

      la filosofia di Mario De Filippis e’ la seguente : ero una modesta impiegata Mediaset, ho conosciuto Costanzo e grazie a lui ora sono in prima serata…voglio permettere ad altri di saltare la gavetta…

    2. Scritto da Damiano

      Lei ha ragione sugli autori e i compositori, ma è da quando sono nato che sento dire che a Sanremo ci sono raccomandazioni. Non c’è nulla di nuovo, con la De Filippi. E’ una vetrina, è pubblicità, è un carosello così. Negli anni, l’hanno frequentato anche Vasco, Ramazzotti, Pooh, Vecchioni, Renga, e tanti altri grandi… Potevano anche farne a meno, ma, partecipandovi, sono stati ascoltati da più persone, che magari non avrebbero mai preso i loro dischi. Ci sono anche altri artisti che “accoppano” il bel canto italiano, senza andare a Sanremo, e vendono tantissimo. Sono gli idoli dei giovanissimi: cosa possiamo farci?

  4. Scritto da Antonella

    Emma è spettacolare ma sta canzone non le si addiceva per nulla. La canzone di Noemi è la migliore, non per altro è la più venduta su iTunes..come al solito fan vincere la canzone moralista (vedi quella del Principer Filiberto) che però nessuno poi compra..

    1. Scritto da Damiano

      Ha seguito ciò che dettava la logica: l’anno scorso, abbinata ai Modà, secondi dietro a Vecchioni. Quest’anno, stessa accoppiata (canzone scritta da Checco dei Modà), non essendoci Vecchioni in gara, prima!!!
      La logica e i numeri le hanno dato ragione!

      1. Scritto da Antonella

        Le danno ragione sulla vittoria ma se poi quella canzone non la compra nessuno… come sempre arrivano seconde le canzoni che poi avranno più successo. Quindi meglio per Noemi va..

        1. Scritto da Damiano

          Perché non la dovrebbe comprare nessuno? Canzoni di questo genere (scritte da Checco) stanno facendo fare ai Modà il tutto esaurito ad ogni concerto.
          Vincere un Sanremo (per chi fa parte di questo circo) non è comunque una cosa da buttare. Vendere meno di chi arriva dietro in classifica è accaduto spesso, ma non hanno fatto comunque la fame, i vincitori della kermesse.

          1. Scritto da raffaella 78

            Bravo Damiano sono proprio d’accordo con te…La gente parla solo per gelosia. Chi vince il Festival non va mai bene, sia se vende o meno i cd…