BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scovata maxi refurtiva C’è anche un Rembrandt fotogallery

Indagini a buon fine per la polizia stradale di Seriate: arrestato ladro esperto di autogrill. Nel suo box refurtiva per oltre 500 mila euro. Con un'acquaforte di Rembrandt e un quadro di Duhrer

Più informazioni su

Quando gli agenti della polizia stradale di Seriate hanno aperto il garage di un pregiudicato a Peschiera Borromeo, non credevano ai loro occhi: quadri, obbligazioni, vestiti firmati, occhiali anche, giorielli, argenteria di ogni tipo, computer. Una maxi refurtiva si è dispiegata ai loro occhi e mai gli agenti avrebbero immaginato di essere di fronte anche ad un’acquaforte attribuita a Rembrandt e ad un quadro di Duhrer. La scoperta è stata frutto di lunghe indagini e appostamenti della polizia stradale di Seriate, comandata da Alberto Tartaglia, competente su tutta la tratta dell’A4 tra Brescia e la barriera di Milano.

La stradale ha scoperto la fiorente attività di un cinquantaquattrenne, pregiudicato e originario di Palermo, con alloggio a Peschiera Borromeo e tanto di garage: un importante deposito. Il blitz, come ha spiegato anche la comandante della stradale di Bergamo Mirella Pontiggia, è scattato nella giornata del 17 febbraio. Sentendosi braccato il pregiudicato ha tentato di fuggire, investendo un poliziotto, che ha esploso due colpi di pistola colpendo l’auto in fuga.

In un box che l’uomo aveva affittato a Peschiera, sono stati ritrovati un’acquaforte e un quadro attribuiti rispettivamente a Rembrandt e a Duhrer, due olii su tela di Farinelli e Scazzi, obbligazioni al portatore per 500mila euro, assegni, abiti e occhiali firmati, navigatori satellitari, macchine fotografiche, penne Mont Blanc, 30 pc portatili, libri antichi, argenteria, gioielli e persino strumenti professionali di medici e dentisti. L’uomo è  stato arrestato, ora è nel carcere milanese di San Vittore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da laura gallinari

    32 anni fa mi hanno ripulito casa a Milano , la polizia , la chiameremo a vedere le varie refurtive ! Mai successo !! 4 anni fa ad Almè 4 volte entrati in casa, mai più recuperato nulla,ha ragione trilly dove va tutta la refurtiva trovata se noi non la vediamo mai ???Grazie

  2. Scritto da Dani

    Anche a me hanno appena rubato tantissima roba e la giustizia SE NE FREGA aspettano di trovarmi stecchita per prendere delle prove Fossi al loro posto mi vergognerei di fermare i poveri pirla che hanno 10km/h in più del limite mentre lasciano i CRIMINALI a fare tutto quel che gli pare Scommetto che se rubavano a casa dei loro amici o parenti in meno di 24h li prendevano .

  3. Scritto da trilly

    Toppo comoda supervisionare quello che scriviamo, noi onesti cittadini, la verità a volte è scomoda, giusto??? A quando la nostra giustizia???

  4. Scritto da trilly

    Mi chiedo che fine faccia la refurtiva….specialmente i gioielli!!!! Se potessi dare un’ occhiata per poter trovare i miei che mi hanno appena rubato, magari si renderebbe un po’ di giustizia a noi onesti cittadini……o ancora noooooo???