BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Yara, il pm concede gli atti all’avvocato della famiglia

La famiglia potrà veder chiaro in merito al Dna, l'unica pista esistente. In un primo momento il pubblico ministero aveva negato l'accesso della parte offesa all'inchiesta.

Più informazioni su

Il pubblico ministero Letizia Ruggeri, che indaga sull’omicidio di Yara Gambirasio, ha concesso al legale dei familiari della ragazzina l’accesso agli atti dell’inchiesta.

La decisione è stata trasmessa nelle ultime ore dal pubblico ministero all’avvocato Enrico Pelillo. E’ un cambio di direzione, quello della procura. In un primo momento, infatti, il magistrato aveva negato alla parte offesa di poter accedere agli atti di indagine, ribadendo il concetto del segreto istruttorio.

La famiglia si era quindi rivolta al gip Vincenza Maccora che nella giornata del 16 febbraio avrebbe dovuto esprimersi sul primo rifiuto del pm. Ma nella serata di mercoledì 15 è stata Letizia Ruggeri a prendere una direzione diversa. L’obiettivo dei familiari di Yara è poter vedere chiaro in merito all’unica pista esistente, vale a dire quella del Dna: sarà il biologo forense Giorgio Portera, ex carabiniere del Ris di Parma nominato consulente di parte dai Gambirasio, a poter valutare al meglio ogni spunto offerto dai profili genetici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.