BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bianchi Vending, sciopero contro la mobilità

Giovedì 16 febbraio un'ora di sciopero contro la procedura di mobilità per 25 impiegati della Bianchi Vending di Zingonia. L'azienda ha già chiuso nel 2011 lo stabilimento di Pescara.

Più informazioni su

Un’ora di sciopero all’inizio e al termine del turno nella giornata di giovedì 16 febbraio. Così i dipendenti della Bianchi Vending di Zingonia, con i sindacati Fiom Cgil e Fim Cisl, intendono protestare contro la decisione dell’azienda di avviare la procedura di mobilità per 25 impiegati. La protesta sarà attuata dalle 6.30 alle 7 per il primo turno, dalle 11 alle 11.30 e dalle 16 alle 16.30 per tutti i lavoratori e dalle 21 alle 21.30 per quelli del secondo turno.

Le mobilità annunciate il 1° febbraio scorso riguardano lavoratori di ufficio amministrazione e controllo, ufficio IT, settore marketing, ufficio commerciale, ricerca e nello sviluppo, Direzione Operation, Risorse Umane, ufficio acquisti ed, infine, logistica e magazzini.

“Continuiamo ad essere fortemente contrari a questi licenziamenti – sostiene Claudio Ravasio della Fiom Cgil di Bergamo -. Anche con lo sciopero di giovedì 16 febbraio chiediamo alla direzione della Bianchi Vending di tornare sui propri passi. Siamo convinti si possano individuare soluzioni alternative alle eccedenze di personale, ad esempio utilizzando la cassa integrazione anche per gli impiegati come già accade per gli operai, o, meglio ancora, decidendo di ricorrere ai contratti di solidarietà”.

L’azienda ha vissuto un 2011 “agitato” per la chiusura di uno stabilimento a Pescara e, fra presidi e scioperi, anche per il difficile rinnovo del contratto integrativo, poi raggiunto in autunno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.