BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Olimpiadi a Roma? Intanto smantellano lo sport di base” Di’ la tua

Oggi il governo Monti dirà se l'Italia vuole le Olimpiadi 2020. Intanto il presidente del Coni di Bergamo, Valerio Bettoni, ha più di una perplessità. Tu cosa ne pensi: le vuoi o no?

Più informazioni su

E’ attesa per martedì la decisione di Mario Monti e del suo goveno in merito alla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2020. A fianco dei tantissimi sostenitori, a cominciare da una lista infinita di grandi atleti (tra cui l’amatissima, a Bergamo, Maurizia Cacciatori) emergono tante perplessità sul versante economico e non solo.

Bergamonews ha sentito il parere di Valerio Bettoni, presidente del Coni Bergamo (e consigliere regionale), da sempre si può dire impegnato nel sostegno dello sport dilettantistico, quello che dovrebbe essere l’anima delle Olimpiadi. E lui, Bettoni, è scettico: "Qui c’è un problema grande come una casa: da una parte il Coni a livello nazionale vuole smantellare le associazioni locali, dall’altra vuole le Olimpiadi, un  grandissimo evento, il più importante per uno come me. Ma non è distruggendo lo sport di base che poi si possono vivere e far vivere i mega eventi come le Olimpiadi appunto".

Il leader del Coni Bergamo non nasconde i dubbi anche dal punto di vista del momento critico dell’economia nazionale: "Bisogna capire se in un periodo difficile come questo una manifestazione, gigantesca e stupenda sì, come le Olimpiadi aiuta in qualche modo la ripresa oppure se al contrario crea ulteriori disagi al lavoro, al mondo del lavoro".

Insomma, più no che sì perfino da parte di chi è per natura e da decenni sostenitore delle discilpline sportive che i giochi olimpici rendono popolari nel mondo.

Tu da che parte stai: vuoi le Olimpiadi a Roma o no? Scrivi a bergamonews@gmail.com oppure manda un commento

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enrico Spinelli

    Nooo alle Olimpiafi a Roma, ma nemmeno se fossero a Milano e neppure a Bolzano, non abbiamo soldi da buttare, in una famiglia dove si è tolta la paghetta ai figli e si è messo il nonno in cantina non si buttano soldi per giocare al casinò.
    Poi lo consideriamo il rischio Infiltrazione n’drangheta, o gli impianti inutili e costosi da mantenere in fututo?
    Meglio curare lo sport per tutti, non quello dei campioni strapagati. NOOOOOOOOOlimpiadi.

  2. Scritto da SHERWOOD

    Stiamo parlando di Olimpiadi Invernali….. giusto ? Ah ! Ah ! Ah !

  3. Scritto da Daniele Lussana

    Ha ragione Bettoni. Belle le Olimpiadi. Sicuramente un occasione anche dal punto di vista economico importante però se consideriamo lo sport come un valore prima che come un business dobbiamo prima di tutto lavorare sulle piccole strutture, sugli sport minori e sulle società in difficoltà…

    1. Scritto da Sandokan

      Poi costa anche in termini di pubblicizzazione. Già da domani. A Settembre 2013 sceglieranno il Paese ospitante e nel frattempo bisognerà spendere milioni e milioni in pubblicità e marketing. Se vogliamo essere sobri e rispettare i sacrifici degli italiani non dobbiamo candidarci!

  4. Scritto da mario59

    Se vivessimo in un paese normale, ci sarebbe da augurarsi che le olimpiadi del 2020 venissero organizzate in Italia.. poichè in Italia di normale c’è gran poco, per non dire nulla… meglio lasciar ospitare le olimpiadi a qualche altra nazione.. non mi sta bene che come sempre accade, ci dicano che i costi preventivati per organizzare l’evento siano un tot..e poi alla fine scopriamo che si sono triplicati, se non peggio…troppa disonestà, troppi magnaromagna…l’Italia rimanga fuori.

  5. Scritto da Gio

    Ricordiamo che uno dei fattori scatenenti della crisi del debito Greco, fu appunto il forte indebitamente a cui face ricorso la Grecia per finanaziare le opere per le olimpiadi del 2000.
    In altre parole, le olimpiadi sono per una Nazione una gran bella cosa, ma, se non ce le possiamo permettere, dobbiamo evitarle!
    Il rischio concreto (vedi Italia ’90) è quello di realizzare maestose cattedrali nel deserto, quando quelle risorse potrebbero essere spese in infrastrutture più utili a tutti.

  6. Scritto da fabik

    Si rivelerebbe il solito spreco di denaro pubblico, mega affaroni per i palazzinari e alla fine chi paga?

  7. Scritto da zio beppe

    ITALIA 90 DOCET….quindi, ora come ora sono fortissimamente contrario….sarebbe l’ennesimo caso di sprechi

  8. Scritto da Marco

    Favorevole se fossimo un paese dove queste cose avvengono in un sistema trasparente: sarebbe un’occasione di sviluppo e promozione che potrebbe lasciare utili lasciti (strutture e infrastrutture). Ma siccome siamo nel paese dell’opacità totale, meglio che le Olimpiadi si facciano altrove, per evitare situazioni come Italia ’90.

  9. Scritto da bassaiolo

    Lasciamo stare le Olimpiadi a Roma, sarebbe un pozzo di San Patrizio per i soldi pubblici, Atene docet per quanto riguarda quelle che ha organizzato lei! Se ci sono dei fondi destiniamoli a impianti sportivi per consentire al maggior numero di persone di praticare qualche sport o anche solo fare esercizio fisico con camminate e movimento.

  10. Scritto da enrico

    Contrario, finchè l’Italia non sarà un Paese che non arraffa ogni occasione per banchettare (cosa che succede tra i ciellini del pdl come tra i democrarici alla Penati).

  11. Scritto da Alberto

    Meglio lasciar perdere: sarebbe un’altra occasione di grandissimo spreco di soldi pubblici, cioè nostri.