BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pdl, stravince Capelli “E’ un partito vivo” fotogallery video

Angelo Capelli è il nuovo coordinatore del Pdl bergamasco. Ha avuto la meglio su Enrico Piccinelli dopo una lunghissima giornata di voto. 58% contro il 42%, 3906 a 2814.

Più informazioni su

Angelo Capelli è il nuovo coordinatore del Popolo della Libertà bergamasco. Ha avuto la meglio su Enrico Piccinelli dopo una lunghissima giornata di voto alla fiera di Bergamo. 58% contro il 42% dello sfidante, 3906 a 2814. Ma il dato più significativo è l’affluenza. Tantissime le persone che dalle 11 alle 23 si sono presentate, tessera in mano, per esprimere la preferenza: 7133, un dato difficile da pronosticare anche per i più ottimisti. Sono arrivati da ogni parte della provincia nonostante il freddo e la neve. E’ un segnale importante per un partito spesso definito “di plastica”. L’altro lato della medaglia sono gli altri diecimila iscritti che non si sono presentati a votare. Troppe tessere frutto di una caccia al tesoro rivelatosi bigiotteria. Durante le lunghe ore di voto (qui la cronaca della mattinata) non sono mancati confronti e anche qualche scaramuccia. Tutto nella norma viste anche i reciproci scambi dei giorni scorsi.

A urne chiuse la tensione inizia a salire. I due schieramenti si appostano alle porte per cercare di carpire qualche indiscrezione. Già ai primissimi risultati Capelli intuisce che la strada è in discesa. La tendenza non fa che confermare il dato iniziale: vicino al 60% per i “formigoniani”, 40% ai laici. La proclamazione definitiva arriva poco dopo l’una, come testimonia la nostra lunga diretta Twitter (ne approfittiamo per ringraziare i nostri followers). La sala viene invasa dai militanti e comincia la festa. Capelli fatica a contenere l’entusiasmo di chi l’ha sostenuto nonostante non riesca a tradire la sua compostezza in un momento di gioia. Non c’è vittoria senza spumante. E allora ecco il classico botto con tanto di spruzzata stile Formula 1.

Chi ha fatto la differenza? Senza dubbio l’impegno di un’area come quella ciellina che ha portato alle urne molta gente. Determinanti anche i voti degli ex An, che sono riusciti a mantenere un’alta percentuale tra tessere e votanti effettivi. Altrettanto decisivi i bidoni di quegli iscritti che non si sa bene come siano arrivati. Sono tanti, soprattutto dalla parte di Piccinelli.

“Questa giornata è stata la risposta della gente – spiega il nuovo coordinatore Capelli – tantissime persone straordinarie che si sono fatte tanti chilometri per venire qui. La vera vittoria è la partecipazione. Possiamo dire che è un partito vivo, con tanta gente che ha voglia di esserci. E’ stata una grande prova della democrazia di questo partito. Ci aspetta un gran lavoro”.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da adriano musitelli

    Il bello della democrazia è che vince la maggioranza, in tutte le competizioni , quelle interne ai partiti e nelle istituzioni, allora tutti dovrebbero essere contenti, chi vince e chi perde perchè vince la democrazia, la voce del popolo sovrano e libero , alttrimenti dov’è il bello della politica , se non è un mestiere fine a se stesso ? La forza vera di un politico è invece la sua capacità di convincere gli altri delle sue ragioni anche se rimane minoranza…l’importante è rispettare la democrazia, il volere del popolo…

  2. Scritto da Giovanni

    Finché si affida tutta la campagna tesseramento ai ragazzini delle discoteche i risultati sono questi. Capelli aveva meno tessere sulla carta ma se CL e gli ex AN ne portano il 70% capisci dove è il radicamento e la politica

  3. Scritto da Giuseppe

    Chiunque sappia leggere minimamente la politica e le sue dinamiche avrebbe previsto il risultato. I se i due gruppi più organizzati e radicati (CL ed ex AN) ai alleano e in più ci mettaimo Pagnoncelli e altri cosa vuoi che sia il risultato? L’errore è stato da parte dei laici far gestire le cose a principinati come Sorte e Benigni…ma dove volevano andare?

    1. Scritto da Frank

      Perfettamente d’accordo…con chi mi ha preceduto, i “giovani” e i Paolo Franco hanno portato esattamente 2000 preferenze sulle 2800 circa complessive, il che vuol dire che i “grandi nomi” della lista hanno portato a casa solo la differenza di 800 e poco più voti…Complimenti davvero..!!!
      Per fortuna che i giovani non contano…!!!

    2. Scritto da annalisa

      Sorte e Benigni (insieme a Paolo Franco) hanno rispettato i numeri che avevano promesso..e ve ne accorgerete quando ci sarà il calcolo delle preferenze. La colpa è di Saffioti, Macconi, Saponaro, Capetti etc etc

    3. Scritto da onore al merito

      A sorte e benigni, comunque, va riconosciuto il merito di essere rimasti fino alla fine a sostenere il loro candidato.. i parlamentari si erano dati alla macchia già da ore, i regionali pure.. facile fare i generali e mandare avanti sempre gli altri,eh signorotti della politica? al prossimo mi sa che state tutti a casa, nominati!

      1. Scritto da Joker

        Assolutamente no. Sono rimasti semplicemente perché erano ai seggi e dovevano scrutinare. Se ne sono andati anche prima della proclamazione.
        Non cerchiamo di salvare chi non dobbiamo. Non sono dei martiri, hanno scelto loro di stare con piccinelli, si erano fatti convincere da facili promesse. Basta leggere l’intervista di benigni alla vigilia del congresso.
        Non ci sono scusanti o attenuanti: si sono esposti credendo di vincere e di avere qualche ULTERIORE scorciatoia. Invece hanno fatto male i conti. Ora si cambia. Aria nuova una nuova SORTE stavolta BENIGNA per davvero.

        1. Scritto da Frank

          Miiii…un poeta….fine dicitore.. io dico solamente merito a chi ha vinto, bravo Capelli e a tutti i suoi sostenitori, mi domando, come tanti del resto, quanto potere avrà quel gruppo e quanto andranno d’accordo, io spero sempre, ma ho dei grossi dubbi, mi sembra di vedere la Sx italiana con una miscellanea di partiti e partitelli ove ogni uno vuole dire la sua….AUGURI

          1. Scritto da biba

            Faccio parte del movimento di Cl, devo dire invece che i giovani del gruppo Piccinelli hanno fatto un gran lavoro l’unico se mi posso permettere sbaglio , e non capire che come vengono definiti i comandanti tessere non ne hanno e neanche le persone da portare a votare quindi tanto di capello a Sorte Paolo Franco e tutti i giovani attivisti del PDL

          2. Scritto da Bravo

            A questo falso commento non crede nessuno. Se siete arrivati a dovervi incensare da soli siete alla frutta.
            Giovani arrivisti piccinelliani che dopo tanto clamore portano circa 100 persone a votare. Peccato ne avessero promessi 1500. Ma la matematica a volte è un’opinione.
            L’onore va ai giovani che se pur derisi e in minoranza hanno scelto di stare con capelli.

  4. Scritto da vittoria di pirro

    non ha vinto capelli, che in fondo è lì perchè qualcuno ce l’ha messo. e non ha vinto nemmeno raimondi, o CL, che hanno fatto la corsa per qualcun altro. a vincere davvero sono stati pagnoncelli e il senatore carrara (che manco si è fatto vedere per evitare imbarazzi ma era più che presente con i suoi). han vinto i trasformisti, han vinto gli occupatori di poltrone nei cda, han vinto i soliti vecchi, han vinto quelli che ogni giorni distruggono l’immagine del partito. non ha certo vinto un nuovo partito, ma una vecchia politica… altro che nuovo PDL!

    1. Scritto da buff

      l’unico che ha fatto fare una brutta figura al partito finora è stato Saffioti

      1. Scritto da elettore

        l’acqua sa di acqua, il vino sa di vino, ecc ecc

  5. Scritto da a casa

    Vi sta bene spocchiosi che non siete altro!

  6. Scritto da Aristide

    Alla luce del fatto che il Pdl continua a essere spaccato e che sono alle porte importanti elezioni comunali, ci si domanda: a) la composizione della lite sarà una sintesi che supera la tesi (Capelli) e l’antitesi (Piccinelli), oppure sarà un pateracchio di lottizzazione alla luce dei rapporti di forza? b) quale sarà il rapporto con la Lega: prono, supino o combattente? c) qualcuno nel Pdl avrà preso in considerazione l’ipotesi di trattare (nel caso) con la Lega a livello superiore, saltando il livello bergamasco, che appare periclitante? d) qualcuno nella Lega ha considerato l’ipotesi di un quinquennio “sabbatico”, rinunciando alle poltrone assessorili, onde procedere a restauro d’immagine?

  7. Scritto da Delizia

    Ancora una volta il tempo è stato galantuomo. Volevano spaccare il mondo e fare i furbetti e invece alle 12.30 sembravano tante formiche ad abbandonate la fiera. Ora si cambia il partito!
    Ps. Ma i numeri di sorte? Non dovevano impattare quelli di Raimondi? Quella è stata forte. Esilarante.

    1. Scritto da alastor

      sorte i suoi li ha portati. tutti quelli che aveva promesso sono venuti.

      1. Scritto da Delizia

        Certo certo. E io sono Superman e voi avevate 9000 tessere. Basta dai, non siete piu credibili.

    2. Scritto da L'Anonimo

      Quanti musi lunghi ieri sera. A metà spoglio già erano con il lutto al braccio. E nonostante tutto quello che hanno speso per comprarsi i voti sono riusciti a perdere, miseramente.
      Ora li voglio vedere come gli impiegati delle Lehman Brother uscire dalla sede con i cartoni in mano.

  8. Scritto da walter semperboni

    Che dire,hanno vinto democraticamente,prendiamone atto,sicuramente il partito con mangano e gandolfi non andrà lontano!!!

    1. Scritto da cicciopasticcio

      Andavamo lontano con uno come te. Rosica, Rosica…

      1. Scritto da walter semperboni

        Non rosico di nulla e per nulla,vedremo il proseguo e spero che nel proseguio,pure della tua vita,tu possa mostrare la faccia è la cosa più importante,sia che si vinca,sia che si perda!!!

  9. Scritto da Risultato

    tre parlamentari nominati: sconfitti;
    tutti i consiglieri provinciali imposti dai neo coordinatori: sconfitti;
    due consiglieri regionali (uno è “ex” da poco): sconfitti;
    il braccio destro della Gelmini: sconfitto;
    dirigenza PDL uscente: sconfitta;
    vice sindaco di Bergamo: sconfitto;
    capogruppo in comune: sconfitto;
    vecchio asse democristiano: sconfitto;
    chi fa le tessere al bar: sconfitto;
    giovani: in entrambi gli schieramenti, determinanti o comunque di grande contributo…
    vuoi vedere che qualcosa sta cambiando, nella politica bergamasca?

  10. Scritto da attvar

    Finalmente qualcuno prende in mano le redini, sono felice che sia Capelli, ma anche fosse stato Piccinelli la politica in democrazia è anzitutto responsabilità, quella che evidentemente non è stata per troppo tempo esercitata da un partito spesso succube della lega. Ora prima di dividerci pensiamo a ricostruire , poi rifaremo la conta sui risultati, non più solo sulle idee !

  11. Scritto da Condor

    Quando uno parte secondo, e vince con il 58% non è che vince … STRAVINCE. Poi che abbiano mobilitato gli Oratori, gli ospizi, i circoli nautici non importa…. Importano i numeri della gente che ha votato e alla quale questo partito (di plastica o gomma o Inox non mi interessa), non era abituato… Erano abituati a contare le tessere e cioè anche quelle vendute a chi non interessava. Meglio meno tessere ma “partecipanti” che poche tessere “di carta” questa è la sostanza. Tutto il resto “è noia”… e chiacchiere da Bar.

  12. Scritto da Iscritto

    Ma cosa dicono i 3 parlamentari, i capigruppo e vice in provincia, il vicesindaco ceci, il capogruppo petralia, i d’aloiani, i borriani ecc ecc che tutti assieme han portato mille voti??? Il vento è cambiato, il partito è cambiato, questa è la vera fine della prima repubblica e dei potentati ex dc!!!

    1. Scritto da Ora si che rimpastamo

      Già, che dicono. Begamonews fate una bella intervistina agli interessati. Prima che striscino da questa parte a chiedere un posticino nell’angolino. Ceci, Petralia, D’Aloia, Sorte PRRRRRRRRRRRRRRR!!!!

    2. Scritto da dariro

      Ah, secondo lei Cl è il “nuovo”, il “partito vivo”?
      Formigoni, Raimondi etc…sarebbero novità?!!? Perchè chi ci vuol dire che comandi da ora?
      bla bla bla… Questi di qui, Gori di la,,, siamo proprio ben messi.

      1. Scritto da bassaiolo

        Piantiamola con sta storia degli ex potentati DC, perchè Raimondi e Formigoni da dove arrivano?

  13. Scritto da luca exPDL

    a che serve un partito già diviso in partenza? A NULLA!

  14. Scritto da analisi quantitativa

    Numeri : in effetti il vincente totalizza circa il 25% degli iscritti..

    1. Scritto da ct

      per forza..se la parte sconfitta gonfia il tesseramento raccogliendo tessere al bar e in discoteca o inviando 3000 tessere irregolari(senza copia della carta d’identità)che poi vengono ammesse al voto, capisci che percentuali saltano..

  15. Scritto da CLientes

    Per il bene di tutti noi mi auguro che il Pdl sparisca dall’orizzonte politico. All’interno del Pdl , con l’organizzazione di voto di CL c’è poco da fare . Ha vinto il “sistema” , perdono i cittadini. Non se ne può più.

  16. Scritto da roberta

    secondo me il titolo è un pò (volutamente, visto che non si scrive da solo) fuorviante. la parola “stravince” lascia intuire percentuali di 70 a 30, o anche peggio. suggerirei di correggerlo utilizzando un termine più coerente con la realtà dei fatti

  17. Scritto da carlo

    Quanti giovani della politica! Dalle foto mi sembra di sfogliare un giornale di almeno dieci anni fa. Le tessere valgono meno delle figurine Panini.

    1. Scritto da lastrico

      lobati e zanga area piccinelli hanno fatto strage puntando assieme oltre quota 500 preferenze….

  18. Scritto da Lvca

    Alla fine i giovani che hanno fatto al differenza sono stati quelli di Azione Giovani e gli ex-An e questo a dispetto di tante parole superflue sentite prima del congresso…M
    Impegno senza fare tante chiacchere, come sempre, questa e’ la destra.

    1. Scritto da verità

      eh si mi han detto proprio così.. Azione Giovani ha votato per i vecchi (coerenti), Giovane Italia ha votato per i giovani e anche se sconfitti vedrete le percentuali di Lobati e Zanga, e i due giovani nel listino.. Questi sono i giovani, non il vecchio minuti ormai quasi quarantenne o lo Zucchinali che conta meno del due di picche soppiantato dal raccomandato Tremaglia.

    2. Scritto da Del

      Le tue parole vengono smentite con un solo cognome Lobati. Sostenuto da chi? Razione giovani?

  19. Scritto da Pulce

    Nonostante il risultato elettorale Piccinelli è una spanna sopra, un signore, capace e propositivo!

    1. Scritto da biba

      non si discutono i due candidati ma il programma, ricordati che la gente tesserata non é stupida quindi il candidato che ha stravinto è Capelli …impara

      1. Scritto da alesandro

        non ti sembra di essere in contraddizione????
        Ha vinto il programma o il candidato migliore????
        Non vorrei che questo congresso invece di risolvere le divergenze le acuisca e ciò per il partito è deleterio.

  20. Scritto da Angelino Alfano Orobico

    la differenza giustamente rimarcata dalla redazione, gli ex AN, Mangano, i gemelli Testa, Gandolfi,Minuti, Montuori , i giovani con Zucchinali,Tremaglia e Fabbrizi,hanno contribuito ad una vittoria trionfale.

    1. Scritto da ridiamo

      gli ex An che contano meno di zero e che con CL conteranno ancora meno nonostante le promesse immaginifiche. Bella mossa Aennini.. come il vostro (ex) capo Fini, non ne azzeccate una.

      1. Scritto da Angelino Alfano Orobico

        ma scusa come leggi le cose? Mangano è stato eletto vice coordinatore,e altri di ex AN sono dentro la squadra del coordinatore, dalla parte di Piccinelli gli ex AN cosa rappresentano? nulla Paolo Franco ha portato a votare le persone prestate dalla confcommercio, persone che non c’entrano nulla con la politica, avevano solo delle promesse da marinaio che in caso di vincita chissà cosa avrebbero ottenuto in termini di favore, Cortesi che rappresenra la Gallone ha 50 tessere,Macconi non parliamone.

        1. Scritto da walter semperboni

          Ovvio ha vinto capelli ed avete il vice coordinatore,tesi che comunque non era differente se vinceva piccinelli;un ex An sarebbe il vicecoordinatore,sicuramente per ideali ciellini ed ex aennini,stanno come i cavoli a merenda…se poi parli di favori,ecco il perchè ed il per come ha vinto capelli!!!

  21. Scritto da Cristian

    Buon Lavoro Angelo! Complimenti! Sono contento che alla guida del nostro partito ci sia una persona nuova. Ti auguro un mondo di cose belle e sono sicuro che sarai vici alla nostra gente per rilanciare un nuovo PDL!

  22. Scritto da giorgio

    18.000 tesserati votano 7000 e gli altri? Questo è il dato che stupisce, ma non chi come me lavora in ufficio postale e ha visto come al prezzo di 10 euro venivano iscritte decine di persone alla volta………
    Alla verifica dei fatti i ciellini hanno mosso gli oratori, gli ex An i residuati bellici, gli altri un po di ex socialisti-ex democristiani e di amministratori, un partito di plastica, meglio non commentare.

    1. Scritto da Giuseppe Quarti

      Faceva – 6 e dalle 9 sino alle 14 ha nevicato . Il piazzale della fiera è stato occupato per 2/3 dal mattino fino alle 19.30 . Tutto il resto è noia .

  23. Scritto da alessandro

    Basta divisioni,è arrivato il tempo di pensare al partito e non ai personalismi, tutti insieme per un partito più coeso e forte.
    Auguri a Capelli, ne ha proprio bisogno!!!!!!
    Forza PDL!!!!!!!!!!

  24. Scritto da Francesco da Martinengo

    Una bella prova… Alla fine è la Gente che, ancora una volta, vince. il PDL è una realtà che si conferma! Bravi. E adesso, al lavoro! Riorganizzare!….☺