BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega Nord: “Vergognoso inneggiare alle foibe” fotogallery

Bandiera dell'ex federazione jugoslava (foto) al presidio del centro sociale, con cori per "altre mille foibe". Belotti e Ribolla (Lega): un presidio che non ha nulla a che vedere con l'antifascismo.

Più informazioni su

"La Lega Nord condanna duramente gli episodi di violenza che si sono verificati nella serata di venerdì, così pure come le vergognose frasi urlate a favore delle foibe da un folto gruppo di facinorosi militanti dei centri sociali". A dichiararlo sono il consigliere regionale Daniele Belotti e il capogruppo della Lega Nord a Palazzo Frizzoni Alberto Ribolla, in riferimento agli scontri provocati dai giovani dei centri sociali, intervenuti per impedire la manifestazione di Casa Pound. "Ci sono voluti oltre cinquant’anni per far parlare delle foibe per decenni tenute vergognosamente nel dimenticatoio – dichiara il consigliere regionale Daniele Belotti -. A giudicare dai cori scanditi venerdì sera che inneggiavano ad altre mille foibe, dal punto di vista culturale il lavoro  da fare è ancora tanto. Spero vivamente che tutte le associazioni e le forze politiche che si sono opposte al raduno di Casa Pound, dalla quale la Lega è politicamente lontana anni luce, prendano le distanze sia dalla violenza, sia dai cori di elogio per le foibe. Questo con l’antifascismo non ha nulla a che fare".

Duro il commento anche del capogruppo consiliare Alberto Ribolla: "Quanto accaduto venerdì deve essere condannato senza remore da tutti, comprese le associazioni che si erano opposte al raduno di Casa Pound. Associazioni che non perdono mai occasione per firmare appelli e scendere in piazza per manifestare, a detta loro, contro il fascismo, ma che in casi come questo rimangono in silenzio. Vorremo rimarcare che quelli che si sono verificati venerdì sono episodi di gravità inaudita, che nulla hanno a che vedere con l’antifascismo. Gli scontri e i cori scanditi dai giovani dei centri sociali sono piuttosto un vergognoso insulto ai martiri delle foibe e ai 350 mila istriani, fiumani e dalmati che sono dovuti scappare dalle loro terre a causa della furia comunista di Tito e di cui proprio venerdì veniva celebrata la memoria. La Lega Nord – che ha sempre manifestato in maniera pacifica, al contrario dei centri sociali che trasformano la piazza in un campo di battaglia – oltre a condannare questi atti di profonda inciviltà, esprime la piena solidarietà alle forze dell’ordine coinvolte nei violenti scontri e vigliaccamente attaccate mentre svolgevano il loro lavoro".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sascha

    Povera gente, per loro è stata dura ritrovarsi nell’Italia distrutta dalla guerra e in mezzo a gente diversa e diffidente. Oltretutto si saranno sentiti dare del fascista,
    Ma le cose stavano cambiando: Tito si stava staccando dal blocco comunista e gli istriano-dalmati rimasti là probabilmente non se la sono passata peggio dei fuorusciti qua. La coesistenza tra popolazioni appartenenti a etnie diverse è un valore: guardate che disastri hanno provocato invece le contrapposizioni etniche. Smrt fascismu sloboda narodnu.

  2. Scritto da sascha

    Le uccisioni nelle foibe sono da condannare, senza se e senza ma. Ricordo però che i primi infoibati sono stati gli oppositori all’occupazione nazi-fascista. A quando le inchieste sui crimini commessi dagli italiani contro gli “slavi”, Roatta in testa? Sarebbe bene precisare che i fuorusciti istriani e dalmati sono stati anche illusi dalla propaganda italiana anti-titina. Pensavano di approdare alla terra promessa, invece hanno perso tutto nei propri paesi e sono stati collocati nei campi profughi, ex campi di concentramento.

  3. Scritto da Mario

    A Como un esponente leghista durante un comizio dice che capisce hitler quando vede Gad Lerner, gentilini, allora sindaco di Treviso, sostiene che bisogna eliminare i Rom e i loro figli, borghezio, piu o meno velatamente giustifica una strage in Norvegia ad opera di uno psicopatico, bossi viene a casa mia e offende Napolitano e la bandiera d’Italia, calderoli paragona gli stranieri del sud del mondo a Cita di Tarzan, il sindaco di un paesino della bergamasca e’ un teppista da stadio e avvisa gli altri ultra dell’arrivo della polizia, belotti non fa una piega, quando i suoi amichetti di forza nuova gridano a squarciagola l’inno di Mameli, durante un corteo non autorizzato. Basta ipocrisia.

  4. Scritto da leo cat

    Se qualcuno è effettivamente interessato ad approfondire l’argomento, consiglio di dare uno sguardo al link:
    http://www.carmillaonline.com/archives/2010/07/003537.html#003537.
    Tanto x cominciare, x capire di cosa si sta parlando. A lume di naso direi che Belotti, Ribolla e più in generale la Lega siano lontani anni luce da molte cose, comprese etica, coerenza e fors’anche, ma spero di sbagliarmi, intelligenza.

  5. Scritto da Andrea

    Nessuna lezione da chi andava a spruzzare disinfettante sugli immigrati sui treni. Voi siete i tito, gli hitler e le SS dei giorni nostri. Mi viene solo da vomitarvi addosso insulti ma nn scendo al vostro livello fognario! La storia vi giudicherà per quello che siete… nullità razziste al limite del folclore e per fortuna la storia stessa farà perdere il vostro nome. Ciao roma poltrona

  6. Scritto da Bernardo

    Ma come si fa a dire : “Spero vivamente che tutte le associazioni e le forze politiche che si sono opposte al raduno di Casa Pound prendano le distanze sia dalla violenza, sia dai cori di elogio per le foibe”. Speculazione squallida, gratuita. Che bisogno c’è di prendere le distanze da atti che con questa posizione non c’entrano nulla ? Siamo all’assioma che prendere le distanze da FN equivale ad alzare la bandiera dell’ex federazione iugoslava ? Roba da matti. Ribolla, non ha altro da fare ? A occhio si direbbe di sì, e tanto !!

  7. Scritto da Bob

    La differenza non è più tra destra e sinistra, ma tra chi fa il proprio esclusivo interesse e chi invece pensa al bene della comunità.
    Non mi pare vi siano dubbi su dove stia, tra questi due poli, la Lega…

  8. Scritto da uno qualunque

    E’ una vergogna che da destra e sinistra ci si appropri della pulizia etnica che prende il nome di Foibe. Ridicoli quei quattro sfigati che urlano”onore”a gente il cui unico reato e’ stato essere italiana, ignorando tutti i soprusi che furono perpetrati in nome dell’Italia. Ridicoli quei quattro sfigati che inneggiano alla Jugo che massacro’ senza pieta’ persone innocenti. Ignoranti che molti carnefici erano italiani, che per le piu’ svariate ragioni (anche private) presero parte a questi crimini. Vergognatevi tutti. Se aveste visto l’orrore e il terrore negli occhi di chi negli orridi carsici ha perso amici o conoscenti, fareste soltanto silenzio. Ridicoli e sciacalli.

  9. Scritto da semi avvelenati

    “La vicenda ha molte ascendenze, la più rilevante è quella che ci riporta alle origini del fascismo nella Venezia Giulia. Sin quando si continuerà a voler parlare della Venezia Giulia, di una regione italiana, senza accettarne la realtà di un territorio abitato da diversi gruppi nazionali e trasformato in area di conflitto interetnico dai vincitori del 1918, incapaci di affrontare i problemi posti dalla compresenza di gruppi nazionali diversi, si continuerà a perpetuare la menzogna dell’italianità offesa e a occultare la realtà dell’italianità sopraffattrice”. O collaborazione nella fratellanza o sopraffazione del vincitore in un dato momento storico. Le foibe sono sempre lì e hanno fame.

  10. Scritto da semi velenosi

    “collocare la celebrazione a due settimane dal Giorno della Memoria in ricordo della Shoah, ha significato dare ai fascisti e ai postfascisti la possibilità di urlare la loro menzogna-verità per oscurare la risonanza dei crimini nazisti e fascisti e omologare in una indecente e impudica par condicio della storia tragedie incomparabili, che hanno l’unico denominatore comune di appartenere tutte all’esplosione sino allora inedita di violenze e sopraffazioni che hanno fatto del secondo conflitto mondiale un vero e proprio mattatoio della storia.” Giù le mani dalle foibe!

  11. Scritto da MarcoArlati FLI

    Sia i campi di concentramento sia le Foibe sono due della pagine più brutte nella storia dell’essere umano e vanno ricordate non con manifestazioni di parte, ma con eventi culturali (che non appartengono a questo o a quello schieramento politico), che spieghino ai cittadinni i fatti accaduti e ricordino le vittime di queste tragedie! Personalmente nel primo caso avrei preso 2 Triangolini e sarei stato portato in Germania, nel secondo sarei stato messo in una Foiba, perchè sono Italiano e sono orgoglioso di esserlo. I cori che ci sono stati venerdì sono deplorevoli e vergognosi e mi spiace che chi era li ed era contrario a quei cori non abbia ancora preso le distanze pubblicamente.

  12. Scritto da chi semina vento...

    “cosa sanno gli italiani sulla politica di sopraffazione del fascismo contro le minoranze slovena e croata; della brutale snazionalizzazione (proibizione della propria lingua, chiusura di scuole e amministrazioni locali, boicottaggio del culto, imposizione di cognomi e toponimi italianizzati) come parte di un progetto di distruzione dell’identità nazionale e culturale delle minoranze e della distruzione della loro memoria storica? Che cosa sanno dell’occupazione e dello smembramento della Jugoslavia e della sciagurata annessione della provincia di Lubiana al regno d’Italia, con il seguito di rappresaglie e repressioni che poco hanno da invidiare ai crimini nazisti?

  13. Scritto da la semina e il raccolto

    “Che cosa sanno degli ultranazionalisti italiani che nel loro odio antislavo fecero causa comune con i nazisti insediati nel Litorale adriatico, sullo sfondo della Risiera di S. Sabba e degli impiccati di via Ghega? Ecco che cosa significa parlare delle foibe: chiamare in causa il complesso di situazioni cumulatesi nell’arco di un ventennio con l’esasperazione di violenza e di lacerazioni politiche, militari, sociali concentratesi in particolare nei cinque anni della fase più acuta della seconda guerra mondiale. È qui che nascono le radici dell’odio, delle foibe, dell’esodo dall’Istria”.

  14. Scritto da la semina e il raccolto

    “La commissione italo-slovena, nella sua relazione dell’aprile 2001, ha cercato di analizzare il contesto storico che portò a queste efferatezze: «Tali avvenimenti si verificarono in un clima di resa dei conti per la violenza fascista e appaiono essere il frutto di un progetto politico preordinato in cui confluivano diverse spinte: l’eliminazione di soggetti legati al fascismo e l’epurazione preventiva di oppositori reali».

  15. Scritto da Ciro Treboni

    Inneggiare alla morte di qualcuno è sempre sbagliato.Il ricordo delle foibe va visto come una condanna del fascismo con tutte le nostre forze.I militari in Jugoslavia avevano ordini dall’alto di comportarsi nei riguardi della popolazione nel peggior modo possibile per fiaccare la resistenza dei partigiani.Era inevitabile che ad un capovolgimento di situazione si verificassero ritorsioni che altrettanto inevitabilmente finissero anche col colpire vittime innocenti.Purtroppo il fascismo ci ha fatto perdere anche territori che erano sotto la nostra sovranità e il punto di vista della destra non è cambiato.Oggi non siamo in guerra ma continuano a fare cose sbagliate e sono sempre altri a pagare

  16. Scritto da ivan

    Siete patetici tutti quanti!!! Di destra, di sinistra, di centro…. Lo sapete che siamo nel 2012??? Ancora state a pensare alle anacronistiche suddivisioni tra fascisti e comunisti!!! I governi di tutti i paesi più industrializzati sono da tempo retti dalla finanza e non più dai partiti di un tempo che anzi ci distraggono con le loro ripicche per mantenere privilegi e poltrone!!! SVEGLIA!!!!

    1. Scritto da PIO

      pinamente d’accordo con lei anche se a mio modesto nparere sarebbe anche ora smetterla con tutti questi ricordi che non servono a nulla tranne a far spendere un sacco di soldi per far spostare NAPOLITANO alle varie ricorrenze.
      PER quanto riguarda la LEGA E I LEGHISTI cosa vogliono condannare sono loro i primi RAZZISTI in ITALIA e vorrebbero la SECESSIONE fregandosene di tutto e tutti vedi i vari ministri per loro ROMA LADRONA MA LORO MANGIANO E MOLTO.
      MA BOSSI PERCEPIRA ANCHE LUI 260€uro di invalidità???? mah.

  17. Scritto da DD

    Voi cosiddetti “Antagonisti” perchè anzichè fare tutto sto casino per 4 fascistelli rampolli di Casa Pound non prendete i vostri manifesti e cominciate a fare un po’ di sana protesta politica nei confronti di una Lega Nord che qui a Bergamo e non solo sta facendo porcate da più di 10 anni? Siamo qua ancora a parlare di fascismo vs comunismo, quando intanto c’è gente come Bossi, Calderoli, Boso, il simpatico Belotti che in nome della legalità e del federalismo cci stanno succhiando risorse da anni alla faccia di Bergamo e dell’Italia intera. Sapete che l’on Calderoli ha a disposizione 24/24 ore 7/7 giorni 8 poliziotti italiani di scorta per difenderlo? Sapete cosa ci costano?Protestiamo

  18. Scritto da Daniele

    Il comunicato della lega è ipocrita, come lo sono il 90% dei commenti. Da antifascista di sinistra, passato ho partecipato a diverse manifestazioni organizzate dai cs contro il fascismo, e se non fossi stato in viaggio venerdì sera sarei stato senz’altro in viale Papa Giovanni. Ma se avessi sentito uno solo di questi cori inneggianti alle foibe, avrei girato i tacchi e sarei andato a casa. Andate al diavolo, uno presta la sua presenza ad una manifestazione antifascista e rischia, ci mette la faccia, ed oltre a prendersi le manganellate rischia anche di passare per un debosciato che inneggia alle foibe? Crescete idioti…

  19. Scritto da Giuseppe

    Comunismo o fascismo,la violenza dovrebbe essere sempre da condannare,mentre voi la giustificate……………..

  20. Scritto da oscar

    i comunisti hanno fatto le stragi delle foibe e i comunisti le giustificano e difendono…questa è la logica realtà; pertanto inneggiare alle foibe è da comunisti.

    1. Scritto da mario59

      Invece quando spesso si sentono discorsi del tipo: ci vogliono i forni crematori, oppure bisognerebbe farci tanto sapone..frasi che spesso si sentono uscire dalle bocche di molti leghisti…cosa dobbimamo pensare che siano…comunisti o fascisti..?….io mi limito a pensare che sono degli emeriti idioti, oltre tutto pericolosi, sempre da tenere a bada.

  21. Scritto da giorgio

    Come distanti mille miglia, Fiore il capo di Forza Nuova è stato candidato ed eletto eurodeputato nel centrodestra . Una coalizione di cui anche voi facevate parte, no?
    Avrete qualche responsabilità, coi fascisti di tutti i tipi, a iniziare da Borghezio, non avete avuto nessuna remora ad allearvi e ad eleggerlidirettamente o col concorso dei vostri voti. Adesso venite qua a dire che siete distanti, bugiardi!

  22. Scritto da Giuseppe

    Comunismo o fascismo,la violenza dovrebbe essere sempre da condannare,mentre voi la giustificate……………..

  23. Scritto da diffidente

    Frequento gli stadi come il leghista Daniele Belotti e dai suoi amici leghisti e fascisti di insulti razzisti e fascisti ne ho sentiti urlare tanti. E poi non era lui quello che telefonava insieme al sindaco leghista di Gandosso agli ultra dando notizie durante gli scontri con la polizia?
    Ora lo trovo indignato per degli slogan e solidale con le forze dell’ordina. Sono sempre più confuso.o sono tonto io o il Belotti è un po troppo furbetto per i miei gusti.

  24. Scritto da Livio

    Le foibe sono la vendetta dei partigiani di Tito per i crimini commessi dalle forze fasciste italiane.

  25. Scritto da lilli

    foibe a parte…….voi della Lega in quanto “è vergognoso” è meglio che state zitti perchè più vergognosi di voi con tutto quello che avete appoggiato al passsato governo siete peggio di Tito. se stiamo come stiamo dobbiamo dire grazie anche a voi.

  26. Scritto da Maria Volpi

    Quindi condannano chi inneggia alle foibe, ma perché non ho mai letto un comunicato simile quando i fascisti negano o inneggiano ai campi di sterminio per gli ebrei. Forse perché con gli eredi di Mussolini, oltre che con Berlusconi, ci siete stati per anni al governo del paese?
    Le scritte contro gli ebrei di FN in Borgo Palazzo e in viale Pirovano non le avete commentate ne condannate. E poi non spettava all’assessore leghista Saltarelli farle cancellare, lo hanno più volte sollecitato in consiglio comunale, ma le scritte stanno ancora la.
    Leghisti non siete credibile e ormai in tanti lo abbiamo capito……

  27. Scritto da Gianpiero B.

    Esponenti di un partito che annovera come esponente di spicco un certo borghezio,parlano di vergogna e di antifascimo,qualche mese fa questi illustri signori sedevano a tavola con i loro colleghi che avrebbero sparato volentieri sui barconi dei migranti,oggi parlano di martiri delle foibe.Adesso capisco come mai usano tanto la parola vergogna:non ne conoscono il significato.

  28. Scritto da fabio

    Non una parola condanna dei fascisti di Casa Pound.
    Complimenti Belotti e Ribola avete chiarito a tutti da che parte batte il cuore della Lega, solo una generica presa di distanza. Vergognatevi.

  29. Scritto da ureidacan

    Ribolla, gli istraiani sono dovuti scappare non in quanto fiumani e dalmati , ma in quanto italiani, di lingua italiana, di religione cattolica. Infatti gli altri fiumani e dalmati, slavi, sono rimasti ed anzi sono stati gli aguzzini degli italiani!