BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si lancia dal viadotto e fugge alla polizia Inseguimento da film

Inseguimento con incidente in autostrada. In fuga tre complici albanesi. Uno arrestato picchia un poliziotto. L'altro scompare, il terzo si lancia nel Serio da otto metri di altezza. Preso quattro ore dopo a Grassobbio.

Più informazioni su

Tutto è iniziato attorno alle quattro del mattino, quando una pattuglia della polizia stradale ha intimato l’alt ad una Golf. E tutto è terminato alle 9,30 di oggi, sabato 11 febbraio, in un’azienda di Grassobbio, dove qualcuno ha notato un uomo zoppicante, che sembrava non volersi far aiutare. E’ terminato così l’inseguimento della polizia stradale di Seriate, aiutata da un certo momento in poi anche dalle polizie locali e dai carabinieri. Un denunciato per ricettazione, un suo complice arrestato per resistenza, lesioni e violenza contro pubblico ufficiale, ovvero un poliziotto picchiato che ne avrà per 15 giorni, e un terzo complice in fuga nei campi.
Poco dopo le quattro del mattino due agenti della Polstrada notano la Golf, indicano al conducente di fermarsi. Lui non vuole saperne. Siamo in A4, all’altezza del casello di Ponte Oglio, direzione Milano. Scatta l’inseguimento. La Golf risulta rubata il 23 gennaio 2012 da una villa di Bra (Cuneo). Tre le persone a bordo, in fuga. La Golf va a zig-zag tra altri veicoli, a folle velocità, fino a quando sbanda urtando il news jersey, urta l’auto della polizia e poi finisce sulla prima corsia contro un mezzo pesante.
I tre scendono dall’auto, visti dalla polizia stradale, e tentano la fuga. Uno si dilegua nei campi, il secondo, (21 anni), viene fermato, dà in escandescenza, aggredisce a caci e pugni un poliziotto. Lo ferisce fino a procurargli 15 giorni di prognosi in ospedale. Il terzo complice compie un gesto folle: attraversa tutta la carreggiata dell’autostrada A4, che in quel punto è in viadotto sopra il Serio. Si butta dal viadotto. Gli agenti di polizia stradale, come in un film: gli vedono fare un volo di otto metri, lo sentono che si ferisce mentre cade nel fiume e lo guardano allontanarsi zoppicante.
A quel punto scatta la mobilitazione per polizie locali della zona e carabinieri. Si arriva a prendere il fuggitivo solo alle 9,30, in un’azienda di Grassobbio. Trovandosi con i complici su un’auto rubata viene denunciato per ricettazione. Al momento dell’arresto ha dato in escandescenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.