BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sindaci contro Sacbo Bergamo non firma

La Giunta di Bergamo ha deciso di non aderire alla diffida presentata formalmente a Sacbo da undici sindaci dell’hinterland. Palafrizzoni prima di firmare una diffida ufficiale preferisce chiedere spiegazioni al ministero.

La Giunta di Bergamo ha deciso di non aderire alla diffida presentata formalmente a Sacbo da undici sindaci dell’hinterland. L’assessore all’Ambiente Massimo Bandera ha sottoposto ai colleghi il documento nella riunione di mercoledì pomeriggio. Palafrizzoni prima di firmare una diffida ufficiale preferisce chiedere spiegazioni al ministero che ha approvato la valutazione di impatto ambientale dello scalo orobico. Secondo i Comuni dell’hinterland l’aeroporto sarebbe fuorilegge perché nel 2011 ha toccato quota 71.514 movimenti contro i 68.570 fissati dal piano di sviluppo. “Siamo seri – ha dichiarato Pasquale Longhi, consigliere comunale del Comune di Orio al Serio delegato per l’Aeroporto -. Noi qui ci viviamo e se ci sono limiti da rispettare per l’aeroporto che vengano rispettati. Basta nascondersi dietro una politica possibilista solamente perché l’aeroporto porta lavoro e ricchezza. Lo scalo aeroportuale porta anche dei danni, è ora che si intervenga “L’amministrazione prima di diffidare la società vuole chiedere alcune delucidazioni al ministero – spiega Bandera -. Vogliamo essere certi del fatto che sussistono vincoli. Noi non abbiamo mai ricevuto un comunicato in tal senso. Noi abbiamo deciso di concentrare i nostri sforzi sull’impatto ambientale dello scalo e lavorare per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Lo abbiamo fatto con le procedure antirumore e con gli interventi in programma nei prossimi mesi”. Non è la prima volta che i sindaci decidono di costituire un fronte comune contro l’aeroporto. “E’ vero – continua Bandera – e Bergamo più volte si è schierata per chiedere certezze. Allo stesso tempo però quei documenti, almeno un paio all’anno, hanno portato a poco o niente. A noi preme che vengano rispettate le curve isofoniche e secondo i dati in nostro possesso lo sono”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lavoratore DHL

    Io spero che si possa fare qualcosa di concreto per l’insonorizzazione, ma chiedo una mano sulla coscienza per i piu di 400 lavoratori del compartimento merci che rischiano seriamente di finire a Malpensa o addirittura a casa. Ogni volta si punta il dito contro i cargo ma poi fa piacere a tutti partire low cost con Ryan air, che ci ammassa come pecore nei propri aerei. Non fatevi fregare da chi promette tranquillita in cambio di voti. Via i cargo, gli slot liberi sarebbero comunque riempiti da altri voli.

    1. Scritto da SENZA PAROLE

      IO SONO TALMENTE D ACCORDO CHE NON VOGLIO CHE VADA VIA DHL MA CHE SE NE VADA RYANAIR..E SONO IN UNA ZONA COLPITA DAL DISAGIO..

  2. Scritto da GREATGUY

    e ci mancherebbe che firmasse…..! l’aeroporto è l’unica cosa che funziona veramente e produce posti di lavoro e ricchezza!!! W L’AEROPORTO W RYANAIR che mi porta in giro x l’europa allo stesso prezzo che le FS mi portano da BG a MI senza riscaldamento e perennemente in ritardo….e questo ai ricchi non piace xchè solo loro vogliono girare l’europa!!!

  3. Scritto da Elio Tomasi

    Ho letto su un lenzuolo ( anche lui sporco come i nostri polmoni) ad Azzano:” La nostra salute non è in vendita.”. E’ per questo che, dati i tempi, vengono a rubartela !

    1. Scritto da Ricky Lasi

      Ecco bravo allora smettila di fumare e usa il tram invece dell’auto.
      Le lenzuola esposte. Non è che eri a Napoli????

      1. Scritto da Eliott Thomas

        A parte il fatto che non bevo e fumo, non uso da anni il tram e raramente la macchina perchè vado a piedi e in bici , le lenzuola di Azzano erano sporche per lo smog e perchè esposte da tempo: segno che i problemi non si risolvono.Ma come sei suscettibile!

  4. Scritto da mario

    nessuna sorpresa, cosa ci si poteva aspettare da una giunta che pensa agli interessi dei suoi soci Sacbo prima che a quelli dei cittadini.Suoi cittadini Bandera.TORNA A BORDO C………