BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Masiello un reticente” Si aggrava la posizione del terzino nerazzurro

Si aggrava la posizione del terzino dell'atalanta Andrea Masiello. Lo si evince dal provvedimento firmato dal gip Salvini che ha rimesso in liberta il medico del Bari Angelino Iacovelli.

Più informazioni su

“Masiello è stato reticente”. Il protagonista di quest’ultima giornata di calcioscommesse è ancora Andrea Masiello. A parlare di lui oggi, mercoledì 8 febbraio, è stato il giudice Salvioni, attraverso il provvedimento che ha rimesso in libertà il medico tuttofare del Bari Angelino Iacovelli, lo stesso accusato proprio dal terzino nerazzurro nei suoi ultimi interrogatori: “La versione di Masiello – ha sottolineato il gip – è stata reticente e giustificatoria”. E ci sarebbe di più: secondo i magistrati, infatti, tutti i giocatori del Bari sentiti nelle ultime settimane hanno cercato di alleggerire la loro posizione spostando l’attenzione “su un soggetto minore e subordinato”. Iacovelli, appunto.

La posizione del terzino dell’Atalanta, quindi, si aggrava notevolmente. Nelle dichiarazioni rese ai magistrati cremonesi, infatti, il medico del Bari (che, da quanto appreso, non si limitava a gestire l’infermeria del club pugliese ma che per i giocatori era pronto a fare tutto, anche pagare le bollette e ritirare i panni in lavanderia) ha chiarito la natura dei rapporti che lo scorso anno ha avuto con i calciatori giallorossi e, in particolare, con lo stesso Masiello che, solo quando gli inquirenti hanno iniziato ad interessarsi a lui, si è fatto in quattro tra Bari e Cremona per cercare di chiarire le proprie responsabilità. A quanto pare, però, senza ottenere risultati positivi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vito

    non vedo l’ ora che finisca questo campionato, da settembre speriamo di ripartire da zero e con i biscazzieri via da Bergamo

  2. Scritto da guido da bg

    Jacovelli medico non risulterebbe, al massimo infermiere tutto fare.

  3. Scritto da lucky

    …Italia, Europa, America… aprite gli occhi… dove c’è “scommessa” c’è mafia…. di tutti i colori (italiana, cinese, americana, turca….)
    svegliamoci…sempre è stato cosi e sempre lo sarà.

    1. Scritto da greatguy

      il punto è che questi sono veramente (autocensura) xchè fanno il lavoro piu bello del mondo guadagnano un sacco di soldi e non hanno da pensare alla crisi,alla cassa integrazione al mutuo e a tante altre mente di noi comuni mortali…e cosa fanno??? mandano tutto a (autocensura) x avere ancorea di piu!!!! MERITANO DI PAGARE A CARO PREZZO LA LORO INGORDIGIA!!!!

  4. Scritto da attilio

    cosa rischia il calciatore-?se come dice lui non ha mai preso un euro da questa storia?in effetti non c sono riscontri di soldi ricevuti in scommesse,solo quelle di palermo bari che son stati ricosegnati. perde quindi valore il suo cartellino?che tipo di squalifica rischia?anche il bari calcio sta denunziando i suoi ex calciatori…chiede i danni.chissà soldi…..

  5. Scritto da nino cortesi

    Masiello cambia mestiere e va in Puglia a raccogliere uva.

    1. Scritto da SONONERAZZURRO

      Masiello è toscano.

  6. Scritto da angelo

    Piazza pulita ……

  7. Scritto da Malu

    Addio Masiello, la tua avventura con il calcio finisce qui e presto ti seguiranno altri. Ciarlatani!!