BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Undici sindaci contro Orio “Troppi voli, ora basta!”

Lettera di diffida a Enac, Enav e Sacbo per il limite dei movimenti superati. Manca Bergamo che mercoledì 8 febbraio deciderà in giunta. Dal Comune di Orio: "Ora basta, lo scalo non è solo ricchezza, provoca anche danni".

Più informazioni su

Undici sindaci sul piede di guerra per i troppi voli all’aeroporto di Bergamo. Una lettera inviata a Enac, Enav e alla Sacbo diffida gli enti e la società che gestisce lo scalo di Orio al Serio a superare il numero di voli annuali stabiliti dalla Valutazione dell’impatto ambientale del 2003 che fissava il limite a 68.570 voli. Una cifra che sarebbe stata raggiunta, secondo il piano di sviluppo ambientale solamente nel 2015, ma che nel gennaio scorso Sabco ha annunciato di aver superato sfondando il tetto a 71.514 movimenti. La lettera di diffida è stata consegnata in data 25 gennaio all’Enac e a fine gennaio a Enav e Sacbo.

A firmare la lettera di diffida sono i sindaci di Orio al Serio, Seriate, Azzano San Paolo, Bagnatica, Brusaporto, Grassobbio, Cavernago, Levate, Stezzano, Treviolo e Zanica. Unico spazio bianco è quello del Comune di Bergamo, anche Massimo Bandera assessore all’Ambiente di Palazzo Frizzoni assicura che l’argomento è già all’ordine del giorno per mercoledì 8 febbraio.

“Non ho firmato la lettera perché sono venuto a conoscenza pochi minuti prima che venisse presentata in commissione aeroportuale – afferma l’assessore Bandera –. L’amministrazione comunale prenderà posizione dopo la giunta di mercoledì”.

Intanto gli animi si scaldano e Pasquale Longhi, consigliere comunale del Comune di Orio al Serio delegato per l’Aeroporto, parte all’attacco: “Siamo stanchi di essere presi in giro – afferma –. Sacbo supera i limiti, stanzia finanziamenti per sistemare la pista ma non pensa a rispettare nessun limite. Ogni giorno vengono annunciati nuovi voli senza che nessuno abbia la bontà di seguire le indicazioni stabilite dalla Valutazione d’impatto ambientale. Erano previste un’indagine epidemiologica, insonorizzazioni delle abitazioni circostanti allo scalo aeroportuale, nulla di tutto ciò è stato fatto dal 2003 ad oggi. Si prevedeva di raggiungere il limite di 68.570 movimenti nel 2015, mentre a gennaio 2012 abbiamo superato abbondantemente i 71mila movimenti. Quanto dobbiamo ancora subire? Siamo seri. Noi qui ci viviamo e se ci sono limiti da rispettare per l’aeroporto che vengano rispettati. Basta nascondersi dietro una politica possibilista solamente perché l’aeroporto porta lavoro e ricchezza. Lo scalo aeroportuale porta anche dei danni, è ora che si intervenga”.

E il sindaco di Orio al Serio, Gianluigi Pievani, scrive al Ministero dell’Ambiente, al Prefetto di Bergamo, alla Regione, alla Provincia, all’Arpa, a Sacbo, Enac ed Enav e chiede "di conoscere quale Ente sia preposto a verificare, controllare e far rispettare i limiti previsti ed imposti dal richiamato Piano di sviluppo aeroportuale e la conseguente Valutazione d’impatto ambientale". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dino Astoni

    Sì. Danno voce alla menzogna. Il VIA 2003 non contiene nessun limite dei voli (cfr. http://www.minambiente.it/export/sites/default/archivio/allegati/Decreti_VIA/2003_677.pdf ) ma se un avvocato prenderà inmano il documento si accorgerà che chi protesta impugnando questo, in realtà fa solo un’azione faziosa, certamente non legata alla questione ambientale, di cui se ne fregrano, visto che anche a Linate o altrove non è mai morto nessuno per gli aeroporti

  2. Scritto da piero61

    Proposta per investimenti futuri. Prolungamento pista attuale lato fiume Serio per permettere atterraggi e decolli di A380 e B747. Adeguamento pista utilizzata dall’Aeroclub Taramelli, per incrementare capacità atterraggi/decolli aeromobili. Realizzazione nuovo Terminal passeggeri nell’area resa disponibile prossimamente da DHL. Comprensione e rispetto a coloro che abitano in zona da sempre. Cosa pensavano invece le persone che sono andate a vivere negli ultimi 20 anni vicino ad un aeroporto fermo per decenni e che improvvisamente si è svegliato? Speravano forse di coltivare gli orti come in Città Alta o di fare delle gare di go-kart sulle piste la domenica pomeriggio?
    Cordialmente piero61

  3. Scritto da Ba.....

    Che schifo, nessuno pensa che centinaia di famiglie mangiano grazie a Orio….Speriamo chiudano e facciano una bella discarica e un inceneritore che di spazio a disposizione ce n’è parecchio..

  4. Scritto da ex elettore

    Bene, dhl se ne va grazie alla Lega, Sindaci che firmano petizioni contro l’aeroporto e fanno casini…..dai che ce la fate, speriamo chiuda la piu presto, almeno non ci sarà piu rumore e in tanti se ne staranno a casa disoccupati, ma almeno potranno andare al parco con il loro cane perchè avranno piu tempo libero, poi ci penseranno i comuni a mantenerli…

  5. Scritto da arpaleni

    è facile immaginare quale posizione prenderà il comune di bergamo (fra l’altro azionista, con la provincia di bergamo, di sacbo). Si defilerà alla grande, come ha sempre fatto. Nella migliore delle ipotesi inviterà sacbo a mettere qualche doppio vetro in più, pur sapendo perfettamente, almeno si spera, che il problema più grave è rappresentato dall’inquinamento ambientale (argomento del resto ampiamente trascurato anche per quanto concerne quello provocato dal traffico cittadino). Del resto bisogna essere coerenti !!

  6. Scritto da manuela

    chi si lamenta del vivere vicino all’aeroporto mi può dire da quanto tempo abita li? per capire…perchè molta e ripeto molta gente ha acquistato casa in prossimità dell’aeroporto in tempi più o meno recenti perchè a prezzi vantaggiosi e altro e ora si lamentano del rumore o altro…

    1. Scritto da aris

      Abbiate il piacere di infomarvi prima di scrivere a vanvera su forum pubblici. La gran parte (più dell’ 80% ) delle persone di Colognola è residente da più di 20 anni. L’ aeroporto allora faceva 4 voli al giorno. Non esisteva praticamente. Ma anche chi ha acquistato recentemente a prezzi sempre altissimi (ditemi dove vendono le case a prezzi vantaggiosi che ne compro una) ha diritto ad avere voli che restino entro i numeri stabiliti/anno ed entro i decibel di legge. Che Orio ormai passa abbondantemente

      1. Scritto da Alex Troni

        Ma quanta prepotenza viene dal comitato! Solo tu puoi scrivere a vanvera? Non avete cognizione di causa su come funziona l’aeroporto. Né conoscete i regolamenti. Ad esempio la gente non sa che il VIA 2003 non contiene nessun implicito od esplicito divieto di oltrepassare le soglie dei voli. In compenso esistono tante previsioni più o meno ottimistiche di sviluppo espresse in tabelle. Per quanto riguarda Colognola, nel 1992 c’era un certo arch. G. Ceotto che spaccava i maroni perché doveva costruire e gli dava fastidio l’espansione progettata dell’aeroporto. Allora? Ma chi vuoi fare fesso?

    2. Scritto da polaroid

      Orio al Serio, Seriate, Azzano San Paolo, Bagnatica, Brusaporto, Grassobbio, Cavernago, Levate, Stezzano, Treviolo e Zanica: non mi sembra che siano tutti in prossimità dell’aeroporto, eppure… forse il disco rotto che la colpa è di chi ha comprato la casa gratis, che l’aeroporto c’era già, che sono contro lo “sviluppo” e così via …è un disco che non suona più.

    3. Scritto da Anonimo

      Appunto!!!!! E’ una vergogna!!!!!!!
      Tra l’ altro probabilmente la maggior parte delle persone che vivono nelle zone limitrofe dell’ aeroporto magari lavorano in aeroporto.
      E non si rendono conto di quanti posti di lavoro offre l’ aeroporto??????
      Io ci ho lavorato per molti anni e ho studiato lì vicino…..non ho mai sentito questo grosso fastidio….é molto ma molto più fastidioso il rumore continuo dell’ autostrada.
      La cosa che mi sorprende di più è che le istituzioni danno a voce a queste inutili lamentele!!!!

      1. Scritto da gigioloca

        Caro anonimo, non hai nemmeno il coraggio di firmare le stupidate che scrivi.Ma tu dove abiti?Hai studiato, hai lavorato per molti anni in aeroporto ma ora dove sei. Vieni ad Azzano s. Paolo dove abito io e per quanto riguarda il fastidio ne parliamo. Io abito in questo paese da più di 30 anni quando il maledetto aeroporto non esisteva neppure.La mia casa comprata con grandi sacrifici ora vale il 30%in meno grazie all’aeroporto, i miei polmoni si stanno riempiendo di …..Non sono le istituzioni che danno voce alle lamentele, ma sono le persone che vivono sulla loro pelle sistematicamente questa situazione giornalmente. Le istituzioni non esistono. Sono gli interessi che prevalgono.

  7. Scritto da giig

    Caravaggio, non ti curar di loro, 11 sindaci in cerca di notorietà e qualche decina di persone che vogliono contare per 100.000

  8. Scritto da A.Z. Bg

    Dimenticavo il no allo stadio nuovo, allo stadio vecchio, al palazzetto dello sport, ecc. Bergamo città e provincia vecchia, di vecchi per vecchi.

  9. Scritto da A.Z. Bg

    Ma si bergamaschi martellattevi sulle palle. È l’unica cosa che sapete fare. Non abbiamo infrastrutture decenti e l’unica che funzione volete demolirla. Bravi. No aereoporto, no brebemi, no autostrada Bg-Treviglio, no interporto, no inceneritore, manca solo il no tav. La vicinissima Brescia dove i suoi abitanti la mattina si svegliano, adifferenza dei bergamaschi, hanno autostrade, ferrovie, inceneritori e toglieranno lì’aereoporto a Bergamo. Faranno bene perchè con queste iniziative i sindaci bergamaschi dimostrano di essere dalla parte della loro gente, cioè non capire un tubo!

  10. Scritto da rosti

    Vedo che manca clamorosamente il comune di Dalmine.

    1. Scritto da agnese

      A Dalmine sono diventati sordi

  11. Scritto da Da Colognola

    http://www.minambiente.it/export/sites/default/archivio/allegati/Decreti_VIA/2003_677.pdf

    Chiediamo a questi politici di farci vedere dove sta scritto il limite dei voli qui, dove c’è il VIA.
    E’ ora di finirla di ingannare la gente in nome di 4 gatti. E gli altri non contano?

    1. Scritto da longhi

      Piano di Sviluppo Aeroportuale, propedeutico all’ottenimento della Valutazione di Impatto Ambientale positiva, nella Relazione tecnica vol.1 tab. 4.3 pag. 22

    2. Scritto da longhi

      Caro Signore, per ottenere un Valutazione di Impatto Ambientale VIA positiva la società di gestione ha dovuto presentare un Piano di Sviluppo Aeroportuale PSA, che in prima stesura ha ottenuto parere negativo dal ministero proprio perchè mancante di previsioni sui numeri di movimenti previsti, ed a pagina 22 della Relazione tecnica vol. 1 del PSA tab. 4.3 trova il numero di movimenti previsti al 2015 pari a 68570.
      Chiedo rispetto per i ” quattro gatti” come io porto rispetto per gli altri, infatti non chiediamo la chiusura, chiediamo il rispetto delle regole che sono tutela per tutti.

      1. Scritto da VIA

        Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire… o di chi rigira i fatti pretendendo di avere sempre ragione!
        sta forse sostenendo che in quel documento è specificato il LIMITE di movimenti annui? Controlli meglio, la prego… e nella stessa ottica, mi può dire quanti movimenti notturni e diurni sono AUTORIZZATI (anche se io direi PREVISTI per entrambe le cifre)?

  12. Scritto da Loretta

    Corte di giustizia dell’Unione Europea

    1. Scritto da Andrea Alassio

      Sì, per chi costruisce case in modo abusivo (Tentorio, Bruni, ecc.)
      e anche per chi asserisce limiti dei voli inesistenti. Se andate a far vedere il VIA http://www.minambiente.it/export/sites/default/archivio/allegati/Decreti_VIA/2003_677.pdf
      vi rideranno in faccia.
      Oltretutto l’EU non bloccherà mai lo sviluppo di uno scalo come Orio.

  13. Scritto da lillo

    una cosa decente e volete rovinare pure quella complimenti

    1. Scritto da giobatta

      non è questione di rovinare le cose che funzionano. è solo questione di verificare se vengono rispettate le regole. se questo avviene, come mi auguro, meglio per tutti.

      1. Scritto da Krasic

        … parole ambigue di lingua biforcuta…

    2. Scritto da longhi

      Le regole esistono affinchè vengano rispettati i diritti di tutti.
      Venga lei a vivere vicino all’aeroporto, poi ne riparliamo…

      1. Scritto da ht

        Quante balle! BASTA! Avete stufato. Come faranno le famiglie che vivono nei dintorni di Linate?
        svegliati, atalanta!

    3. Scritto da L76BG

      in quanto cosa decente..non è che no debba aver (o meglio rispettare) regole.. anche xchè le regole non le aggirano per salvaguardare il posto dei lavoratori ma per ingrassare le tasche dei soliti noti..
      Nessuno chiede la chiusura è..ma solo una regolamentazione, come è giusta che sia..

      1. Scritto da Felice Bertassi

        ehm… forse il marziano non sa che il tetto equivale alla chiusura. Perfino Linate aumenta i voli. Se non lo facesse andrebbe in crisi.
        Ma forse, dato che fanno della menzogna la loro parola, è questo che vogliono veramente? Cari sostenitori di Orio, ve lo dico. Vedrete che questi qui arriveranno, appoggio mediatico permettendo, a dichiararlo spudoratamente.

      2. Scritto da Stezzanese

        Tutti gli aeroporti inquinano. O tu forse più decente che un settentrionale che arriva dal nordest debba servirsi dell’aeroporto di malpensa, che comqune scoperchia le case? Poi, gli abitanti di malpensa hanno capito, più in fretta degli atalantini, che forse sono più intelligenti, che un aeroporto è propio come un’autostrrada più utile che altro. Ah ma tu non usi l’aereo allora non lo deve usare nessuno vero? Però io non ho la macchina e la tua mi dà fastidio. Rischio di inalare monossido di carbonio. Perciò stattene a casa tua o usa il tram o il somaro. Seguo il tuo ragionamento fino in fondo no?
        Cosa c’è? Non ti garba più? Io però l’aereo da Ori lo uso e voglio continuare a farlo!!

        1. Scritto da aris

          Poverino si vede che sei un pò provinciale. Tutti gli aeroporti inquinano ma non tutti (anzi nessuno) è a 2 km dal centro di una città. Son tutti ad alemo a 10/15 km dal centro. E rispettano i limiti di legge. Orio no. A me non frega se tu sei pigro e per andare a Sharm col low cost devi partire da fuori casa. Vai a Malpensa. E’ solo 1h di viaggio. Forse non lo sai ma anche a malpensa protestano gli abitanti. E cmque Malpensa ora è deserto. Meglio i spostare lì la Ryanair e i cargo. Vedrai che finisce così. Me dispias per te

          1. Scritto da Biraghi Luis

            Non inquinano? Poverino tu!
            L’autostrada non inquina?
            La tangenziale?
            La statale?
            Ma vuoi mettere con l’aeroporto?
            Orio a 5 km, come Linate, come Heathrow che dista da Heathrow 3 km, ma Heathrow è più grande di Bergamo, perché ha 180.000 abitanti. Testa!
            Ma che ti va di scherzare!!! Avete la ragione che si dà ai matti!

        2. Scritto da L76BG

          te prope capit negot.. io uso la macchina ma ci pago bollo, assicurazione, rispetto i blocchi e le zone ztl.. Nessuno dice di boicottare l’aeroporto ma se c’è una legge x 100 voli al giorno che siano 100, se non si può volare di notte che no nsi voli.. poi ‘leccezione può capitare ma non esser la regola!! Ragiuna un pò

          1. Scritto da Quino Ugo

            Te se prope de l’atalanta te
            ol gh’è ol limet arda ché:
            http://www.minambiente.it/export/sites/default/archivio/allegati/Decreti_VIA/2003_677.pdf
            ol’ è’ du è? tròel!
            Rasuna col’ co va dré ai asen

          2. Scritto da lillo

            presso casa mai notte e giorno un vai e vieni di camion kone sanpellegrino….inquinano una cifra e dan fastidio limitiamo anche quelli

          3. Scritto da camionista MachoPacho

            Allora limitiamo anche l’uso della tua macchina. I camionisti devono lavorare. Tu no?

  14. Scritto da Ennio

    ma a Bergamo se non avessimo l’aeroporto saremmo veramente considerati “minus quam m….!”
    Turismo, industrie ecc. ecc.

  15. Scritto da silvio

    Speriamo in bene.