BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ricordo di Scalfaro La Lega esce dall’aula “Nemico della Padania”

La Lega Nord esce dall’aula del Consiglio regionale per protestare contro la commemorazione al Oscar Luigi Scalfaro, già presidente della Repubblica, scomparso settimana scorsa all’età di 93 anni.

La Lega Nord esce dall’aula del Consiglio regionale per protestare contro la commemorazione al Oscar Luigi Scalfaro, già presidente della Repubblica, scomparso settimana scorsa all’età di 93 anni. Il ricordo del politico è stato proposto dal consigliere bergamasco dell’Italia dei Valori Gabriele Sola. Il Carroccio non ha voluto sentir ragioni, tutti i consiglieri sono usciti dall’aula in aperta polemica. “Non abbiamo nulla contro l’uomo Scalfaro, ci mancherebbe – spiega il consigliere bergamasco Roberto Pedretti -. Noi non lo riconosciamo come politico. E’ stato un nemico della Padania. Fu lui a dare il consenso al blitz degli agenti della digos nel 1996 in via Bellerio. Rispettiamo la morte dell’uomo Scalfaro, non lo riconosciamo come figura politica”.

Critico il consigliere Gabriele Sola: "Stamattina il Presidente Boni ha aperto i lavori dell’Aula evitando il doveroso omaggio alla memoria del Presidente Emerito Oscar Luigi Scalfaro. Un atteggiamento intollerabile; proprio per questo ho preso immediatamente la parola, chiedendo che si procedesse ad un minuto di silenzio per ricordare l’ex Presidente recentemente scomparso. Il leghista Boni dovrebbe ricordare che presiede il Consiglio regionale della Lombardia e non il sedicente parlamento padano. Col suo gesto – prosegue il consigliere regionale di IdV – si è confermato persona faziosa, non certo uomo delle istituzioni come, invece, il suo ruolo imporrebbe. Oltre al danno la beffa: con un tocco di volgarità la Lega ha perfino deciso di abbandonare in blocco l’Aula proprio mentre i consiglieri si apprestavano ad omaggiare comunque l’ex Presidente Emerito con un doveroso minuto di silenzio. Mi stupisce – conclude Sola – che anche il Presidente Formigoni, presente all’apertura dei lavori, abbia abbandonato l’Aula proprio prima del minuto di silenzio".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angilberto

    Certo la lega dovrebbe fare anche altre cose importanti che non ha fatto e non sa fare, ma Scalfaro ricordiamolo è stato il ministro dei trasporti che a quel tempo ha firmato il decreto di chiusura delle ferrovie bergamasche della val Seriana e val Brembana. Poca longimiranza (come tutti) molto politico e poco statista.

  2. Scritto da Tiberio Cron

    Un grande come Scalfaro non ha certamente bisogno dell’omaggio di piccoli cadreghisti.

  3. Scritto da SANDRO

    PERCHE’ E’ INTOLLERABILE NON RENDERE OMAGGIO AD UNO CHE HA GIURATO FEDELTA’ AL FASCISMO???

  4. Scritto da Piripippo

    Tanto per abbassarmi al loro livello……….aspettando il momento di Bossi per festeggiare col tricolore in mano!!!!

    1. Scritto da carlo

      poveretto! mi fai pena

  5. Scritto da massimiliano bavo

    Perchè il sig. Boni e colleghi non hanno abbandonato l’aula quando si è trattato di decidere la spesa di 570 milioni di euro per il Pirellone bis ( http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/02/07/news/ecco_il_pirellone_bis_costa_570_milioni_formigoni_ha_un_eliporto_e_la_foresteria-29455877/?ref=HREC1-47 ) ?

  6. Scritto da Mah !?

    Scalfaro era nemico della padania e mubarack era lo zio di ruby. Le verità della lega non sono mai facili da comprendere.
    A me risulta inoppugnabilmente che un mazzo così alla padania e all’Italia lo hanno fatto la Lega ed il Pdl.

  7. Scritto da Davide Boni

    Scalfaro non merita la commemorazione, non l’abbiamo fatta per altri, personalmente meno che mai il sen. Scalfaro.
    Davide Boni

    1. Scritto da roberta

      Caro sig. Boni, se lo lasci dire; voi della LEGA siato quantomeno incoerenti. Nel consiglio regionale avete abbandonato l’aula; nel consiglio provinciale di settimana scorsa siete invece rimasti presenti. Com’è sta storia?

    2. Scritto da Gabriele Sola

      Il problema è quel “personalmente”. Caro Boni, lei dovrebbe presiedere il Consiglio con approccio istituzionale. I suoi “personalmente” li riservi alle sedute del “parlamento padano” e alle ospitate televisive. Quanto all’atteggiamento “padanoico” del suo gruppo in Aula, nessuna novità…

  8. Scritto da Bob

    Che certa gente esca dall’aula è la dimostrazione del “valore” della commemorazione.

  9. Scritto da Simone

    Visto che ANCHE la Repubblica italiana (e Scalfaro ne era illustre Presidente) è NEMICA della padania, uscite DEFINITIVAMENTE da tutte le sedi istituzionali rappresentative dell’Italia UNITA..
    ah, già.. siete attaccati morbosamente a quelle poltrone e quegli incarichi STRAPAGATI espressione della famosa “Roma ladrona” di cui VOI siete degni esemplari..
    Vergognatevi

    1. Scritto da carlo

      Caro mio prega il signore che i leghisti riescano a cambiare le cose dal di dentro, perchè se le cose precipitano potrebbe finire mooolto male.Mi auguro di no. A proposito se non vuoi la Padania aiutaci ad andarcene dall’italia. grazie

  10. Scritto da Padano

    Il principale nemico della padania è la Lega.
    E’ dimostrato, ha fatto un sacco di danni e quasi ci manda alla malora tutti.