BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marco Cobianchi alla Mel presenta il libro Mani bucate

Alla libreria Mel bookstore di Bergamo martedì 7 febbraio per il ciclo I Martedì di Chiarelettere è ospite Marco Cobianchi per presentare il suo libro "Mani bucate”. Un fiume di soldi alle imprese e l'Italia va a picco. Perchè?

Più informazioni su

Alla libreria Mel bookstore di Bergamo in vi aXX Settembre 78, martedì 7 febbraio alle 18 per il ciclo I Martedì di Chiarelettere è ospite Marco Cobianchi per presentare il suo libro "Mani bucate”.

Per la prima volta il giornalista di Panorama fa nomi e cognomi delle aziende private che incassano decine di miliardi di euro ogni anno elargiti dalla Ue, dallo Stato e dalle amministrazioni locali. Un fiume di soldi alle imprese e l’Italia va a picco. Perché?

Questo libro entra nell’incredibile mondo delle aziende mantenute dallo Stato. Per la prima volta racconta, facendo nomi e cognomi, decine di storie di società, banche e multinazionali che hanno incassato miliardi di euro pubblici spesso senza produrre né crescita né occupazione.

Fiat, Pirelli, la Saras dei Moratti e le industrie sarde (Portovesme, Vinyls, Ila, Alcoa). Ma anche giornali, radio e tv; tutto il mondo del cinema, compresi cinepanettoni e film in 3D; agricoltura e allevamento (8 milioni dei contribuenti sono serviti ai grandi marchi per farsi pubblicità), compagnie aeree, hotel e perfino skilift.

Tutti i soldi a favore del Sud hanno generato un aumento del Pil di appena lo 0,25 per cento all’anno. Poche eccellenze, molti miliardi buttati via. Eppure ogni cosa è sussidiata.

Tutto quello che compriamo l’abbiamo pagato due volte, alla cassa e già prima con le tasse. Quello che gli italiani versano alle aziende è un contributo invisibile, fatto di migliaia di leggi che concedono agevolazioni fiscali, soldi a fondo perduto, garanzie sui prestiti. Con le tasse si alimentano clientele e basi elettorali.

Negli ultimi dieci anni sono state avviate dall’Unione europea quasi 40.000 pratiche per aiuti italiani potenzialmente illegali. Perfino la mafia è sussidiata dallo Stato. I soldi pubblici vengono usati dalle aziende per pagare i debiti….

Marco Cobianchi è nato a Milano il 29 settembre del 1966, ma fino al periodo universitario ha vissuto tra Rimini, Forlì e Ravenna. A 17 anni inizia il mestiere di giornalista in una radio di Bologna per poi passare al network Odeon Tv e, successivamente, a un quotidiano locale di Rimini.

Nel 1990 torna a Milano per assumere la responsabilità di vice responsabile della redazione economica del quotidiano Avvenire. Con lo stesso incarico dal 2000 è a Panorama dove si occupa di finanza e politica economica. Nel 2001 collabora al libro collettivo Bidone.com (Fazi Editore) scrivendo i capitoli riguardanti la nascita e il crollo delle società Internet italiane. Nel 2009 ha scritto Bluff, perché gli economisti non hanno previsto la crisi e continuano a non capirci niente (Orme Editore). Cura la rubrica Decrittazioni sul quotidiano Italia Oggi dove svela il significato recondito delle dichiarazioni di politici e imprenditori. E’ editorialista del mensile Business People. Insiste a essere sposato con Cinzia con la cui fattiva collaborazione ha messo al mondo Valeria e Nicolò. Nel settembre 2011 ha pubblicato per Chiarelettere il libro "Mani bucate" .

Gli incontri proseguono martedì 14 Febbraio alle 18 per incontrare Claudio Antonelli alla presentazione del libro Metastasi di Gianluigi Nuzzi con Claudio Antonelli. http://www.melbookstore.it/index.php?libreria=bergamo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.