BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fiera delle capre, Fiamme gialle a caccia di furbi

La stretta contro gli evasori continua dal basso. Niente suv e ricconi di Cortina, stavolta nel mirino della Guardia di Finanza è finita la fiera delle capre di Ardesio.

Più informazioni su

La stretta contro gli evasori continua dal basso. Niente suv e ricconi di Cortina, stavolta nel mirino della Guardia di Finanza è finita la fiera delle capre di Ardesio. Due uomini in borghese delle Fiamme Gialle di Clusone hanno effettuato controlli durante la mattinata di domenica. Uno sguardo agli scontrini dei visitatori, circa duemila, e al lavoro dei cinquanta ambulanti presenti all’appuntamento. Lo stesso hanno fatto con i negozi aperti del paese. Secondo lo storico patron della Pro loco di Ardesio, Simone Bonetti, non si sono registrate irregolarità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Umberto Dolci

    Federconsumatori plaude all’iniziativa della Guardia di Finanza e ritiene molto positivo il fatto che non siano state riscontrate irregolarità. Sarebbe bene che tali verifiche si facessero anche in occasione delle svariate sagre e fiere che si susseguono a cadnza settimanale. L’unica cosa sbagliata (per noi) nella vicenda descritta sono i commenti, riportati dalla stampa locale, del presidente della Provincia di Bergamo. Il “nostro”, con la scusa che “il problema è un altro”, svilisce di contenuto l’operato di chi compie il proprio dovere a vantaggio della collettività.

    1. Scritto da julius

      “il nostro” è un curioso e allegro eufemismo, e concordo con il commento sopra… pur facendo fatica a comprendere il senso dell’operazione (la finanza avrebbe anche potuto indossare la divisa e non comportarsi così), pur ammettendo che i produttori di formaggio non siano i soggetti più importanti da colpire, plaudo al voler finalmente cominciare i controlli, da qualche parte

      1. Scritto da il polemico

        si,cominciamo da qualche parte a fare i controlli,ma vedo che si comincia sempre e solo da una parte,e poi si termina ancora da quella parte….l’italia non è solo sopra il po,ma pure centinaia di km sotto….fino a quando non si sente di controlli alla festa di san gennaro,e del patrono di corleone o gela,per me questi controlli restano una burla per far vedere che si combatte evasione,ma che in realtà non è cosi………..però spero di sbagliarmi

  2. Scritto da verita'

    Ma se invece di indagare chi non riceve lo scontrino di 5 o 10 euro(chiaramente e’ giusto che anche questi lo rilascino),indagassero i grandi evasori con paradisi fiscali,forse sarebbe meglio.La Germania per esempio ha fatto un accordo con la Svizzera che chi detiene soldi in terra elvetica deve pagare una tassa ai tedeschi del 20/30%.In questo modo si’ che rientrerebbero cifre considerevoli.Per non parlare degli affitti dove la gran parte sono tutto o in parte in nero.E del canone rai che molti si vantano di non pagare,alla faccia degli onesti,o chi gira con lo scontrino assicurativo falso,con il rischio di chi ha un incidente con questi e magari resta invalido rischia di non prendere niente.Insomma sara’ giusto indagare sull’acquisto di due cotechini,ma forse sarebbe piu’ utile indagare su cose piu’ importanti.

    1. Scritto da maccabeo

      sottoscrivo

      1. Scritto da il polemico

        beh,allora il grande evasore toglie i soldi dalla svizzera e li deposita in qualche isoletta sperduta e al riparo da ritorsioni,però poi succede che la svizzera ,che deve la sua ricchezza ai depositi degli stranieri diventerebbe piu povera,quindi si rimane cosi come è,oppure ancora sta svizzera dichiarerà minor valore nei depositi dei tedeschi per far pagare meno ai loro clienti e non invogliarli ad andare via…..fantascienza?

  3. Scritto da sfrisù

    Nessuna irregolarità, questo è un buon segno ed un buon esempio da seguire, commercianti, clienti e addetti ai controlli.