BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mutti: “Sarà come un derby, ma noi dobbiamo vincere”

Il tecnico bergamasco in vista della sfida contro l'Atalanta: "Là ho giocato e allenato, ma non farò sconti. Mi dispiace per la situazione che si è venuta a creare con Doni. Spero per lui e per la società nerazzurra che tutto possa risolversi".

Più informazioni su

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Palermo-Atalanta, il tecnico rosanero Bortolo Mutti ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Ho giocato nella squadra orobica e l’ho anche allenata. Per me sarà come un derby, ma non farò sconti, noi la partita vogliamo vincerla. Miccoli? Mi ha stupito per l’intensità con la quale si allena. Loro ormai non sono più una sorpresa, hanno fatto un ottima prima parte di stagione nonostante il meno 6". Un ex pupillo di Mutti è stato Cristiano Doni: "Mi dispiace moltissimo per la situazione che si è venuta a creare. Spero per lui e per la società nerazzurra che tutto possa risolversi". Intervistato in un secondo momento dai microfoni di Sky Sport 24 Bortolo Mutti ha avuto modo di fare alcune considerazioni sul proprio futuro: "Chi può dire se sarò allenatore del Palermo ancora a lungo? A me piace l’ambiente rosanero e lavoro con ambizione e serenità"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da digeo

    un vero mediocre il buon bortolo. Appoggiatissimo a bergamo dalla stampa locale solo perchè di trescore balneario. L’unico che negli ultimi decenni non è riuscito a riportare in A l’Atalanta al primo tentativo (pareggi in casa con Andria e Reggiana nel campionato 1998-1999) e due anni fa non ha avuto il coraggio di fare scelte offensive in partite decisive (tipo a torino con la juve). Bravissima persona ma in panchina certo non lo rimpiango.