BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Curno, Gandolfi si ricandida: “Basta trabocchetti”

Il sindaco di Curno Angelo Gandolfi annuncia la sua ricandidatura alle prossime elezioni. "Il secondo tempo del film, se i cittadini vorranno confermarmi la fiducia, sarà più tranquillo".

Il sindaco di Curno Angelo Gandolfi annuncia la sua ricandidatura alle prossime elezioni. "Il secondo tempo del film, se i cittadini vorranno confermarmi la fiducia, sarà più tranquillo".

Scendo in campo per passione politica, per dare un lieto fine a un film cominciato cinque anni fa. La trama somiglia, perlomeno all’inizio, a quella di altro film, Becket e il suo re, un reperto di cineteca (è del 1964) oggi nuovamente in circolazione grazie alla riproducibilità digitale dell’opera d’arte. Nel film Thomas Becket (interpretato da Richard Burton), è nominato vescovo di Canterbury da Enrico II d’Inghilterra (interpretato da Peter O’ Toole). Il re intendeva fare del vescovo una pedina del suo gioco di potere, Becket invece prende la missione affidatagli molto sul serio e per essa sarà ucciso da quattro cavalieri sassoni. È la storia narrata in Assassinio nella cattedrale, di T.S. Eliot. Invece nel caso di Curno non c’è stato spargimento di sangue (per fortuna). Non sono mancati però i colpi di scena: congiure, tranelli, azioni “a gatto selvaggio” da parte dei guastatori della Quinta colonna, impropri connubii della c.d. sinistra maritata con il Pedretti, pressioni esasperate dei partiti, “buoni consigli” a destra e a manca (da parte dei poteri forti e meno forti), bordate provenienti da ridotte incistate nel sistema dell’informazione. Arrivati alla fine del primo tempo, abbiamo realizzato il buon governo. Abbiamo rispettato il patto di stabilità, abbiamo azzerato l’andazzo di finanziare le spese correnti con gli oneri di urbanizzazione, abbiamo perfino realizzato qualche opera pubblica, nonostante le angustie economiche. Soprattutto, abbiamo eretto un monumento all’onestà: la nostra resistenza ai tentativi di eversione e di instaurazione di un governo fantoccio è stata intransigente e vittoriosa. Sono stato il sindaco dei curnensi, non l’esecutore di un comitato d’affari. Il secondo tempo del film, se i cittadini vorranno confermarmi la fiducia, sarà più tranquillo, tuttavia non necessariamente noioso. Si tratta adesso di andare oltre il buon governo, con una squadra di amministratori intelligenti, capaci e dedicati alla comunità. Uomini e donne che disprezzano la visibilità e l’ansia di prestazione assessorile. Insomma, un gioco di squadra tutto in favore dei curnensi. La mia lista non è esclusiva, ma inclusiva, aperta a gruppi di ogni partito e ogni sentire (con l’eccezione di neonazisti, adoratori di Satana et similia), purché convergenti sul programma della lista “Gandolfi per Curno”, d’impronta svizzera, quello di sempre: questa volta, però, senza trabocchetti, diktat dei partiti, capricci, sgambetti e sabotaggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Federer

    MAFFEIS SINDACO

    1. Scritto da Angelo

      Alberto, mi vuoi male davvero allora, o non vuoi più vedermi giocare a tennis cosi hai un avversario in meno che ti batte…??
      …mochela, detto in bergamasco così ti rendo meglio l’idea.
      Ciao a presto su un bel campo da tennis…!!!

  2. Scritto da Tango

    …. Sono scappati tutti…

    1. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

      Lavori in corso….non siamo scappati…!!
      ancora qualche giorno. Grazie per la pazienza, ne abbiamo avuta tanta noi in questi 5 anni di Amministrazione del Sindaco fantasma Gandolfi…!!

  3. Scritto da lista Cuno ai Cittadini

    – 1

    1. Scritto da Aristide

      Bene, bene. Adesso che uscirete fuor del bosco, per gir in fra la gente (per dirla con il Petrarca), mi raccomando, non menate il can per l’aia rispetto a due temi fondamentali: a) la politica di potenza del biconsigliere, anglista ed esteta, geom. Pedretti; b) il tradimento degl’ideali della sinistra umanista e umanitaria da parte della c.d. sinistra (di Curno, ovviamente, sulla scia dei vaneggiamenti di c.d. società civile veltroniani, e non solo). Vi avverto: il frontisterion del sindaco dispone di analisi politica e demistificazione sociale sottilissimi ed efficaci. Dunque non vi conviene menare il can per l’aia. Dato che ci siete, diteci qualcosa sulla politica dei suoli, in concreto.

      1. Scritto da Lista Curno ai cittadini

        ….a breve tutto il programma e i nomi, di sicuro non vogliamo prendere i parcheggi e sbatterci sopra migliaia di metri cubi come voleva fare il Sindaco e il suo amico Architetto….!!

        1. Scritto da Aristide

          Non meniamo il can per l’aia. Ieri doveva essere il giorno 0, scandito dai vostri ultimatum. Il giorno dell'”evento”, come dicono i prosseneti delle pubbliche relazioni. Non è successo niente. Aspettiamo.

  4. Scritto da LIsta Cuno ai Cittadini

    – 2

  5. Scritto da LIsta Cuno ai Cittadini

    – 3

    1. Scritto da Aristide

      Oggi è venerdì, ma non leggo in questo blog il –2 di rito. Vabbuò, come dice Schettino (al quale Curno potrebbe pensare di dare la cittadinanza onoraria, per affinità elettive: il Pedretti, per esempio, sta con i cerchiomagicisti o con i maroniti?), ve ne siete dimenticati voi, ci penso io a ricordare che mancano due giorni alla data fatidica. Siamo tutti in trepidazione.

      1. Scritto da lista Cuno ai Cittadini

        Legge male Sig. Aristide, l’ho pubblicato alle 9.23 il – 2…!!
        Curiosone…!!!

        1. Scritto da Aristide

          Leggere, capire, tradurre, divulgare: è il mio mestiere. Ho letto bene, nel momento in cui il mio commento veniva composto e inoltrato il suo ferale annuncio non era ancora stato posto in rete. Resto in attesa del suo topolino prossimo venturo. Conigli (mediatici), topolini, tartarughe: ma quanti animali nello zoo di Curno!

          1. Scritto da LIsta Cuno ai Cittadini

            Sig. Arisride, io a volte scherzo e forse qualhe volta non sono stato educatissimo nei suoi confrinti e mi dispiace, ma lei legge troppo tra le righe, nel senso che dietro ad ogni azione non per forza ci deve essere sempre qualcosa di strano, io sono un cittadino che sta cercando, sembra con successo, di fare una lista civica con persone nuove nelle quali credo, perchè sin da ragazzo sono stato appassionato alla politica, soprattutto del mio paese, poi forse non andrà bene, ma io ci credo e penso di avere qualche idea e capacità per il mio paesello…! penso di averne il diritto come tutti gli altri. Sono molto informato sulla vita politica di Curno, a giorni per forza di cose..” il parto”

  6. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

    – 4

  7. Scritto da Lista Curno ai Cittadini

    – 5

    1. Scritto da gregorio

      Il resto del conteggio è già stato scritto da Sara: ploff!

  8. Scritto da Sara

    – 4, -3, -2, -1…….flop|

  9. Scritto da LIsta Cuno ai Cittadini

    – 6

  10. Scritto da PDL e Rebelot

    poche storie
    lunedì sera il pdl di curno, dopo non so quanto tempo (due anni?) torna a riunirsi.
    Il P.I. Stella (Marito della Salvi candidanda sindaco e genero dell’Ass. Salvi, tutti organici a Pagnoncelli) cercherà di imporre la sua linea e far ingoiare il rospo agli idealisti, con quali risultati sul tavolo? Gandolfi l’hanno inventato loro e lo sanno.
    Gli Ideals in consiglio son pochi (2) ma sembra abbiano solide carte in mano a curno (molte tessere, sopratutto di giovani).
    Che succederà lunedì sera?Si ufficializzerà la divisione o ci sarà un brindisi alla ritrovata Concordia (nome evocativo) ?
    Poi c’è il sindaco ventriloquo. si dice sarà presente a scroccare l’immeritata ricandidatura

    1. Scritto da Giuseppe

      Fatemi capire: pur non essendo interessato alle faccende interne dei gruppuscoli di interessi (molto concreti, specie immobiliari) che costituiscono le sezioni locali dei partiti (fatte salve rarissime e lodevoli eccezioni), ma sapendo quanto tali interessi generalizzati abbiano inciso sulla pelle dei cittadini di Curno da oltre trent’anni, mi interessa comunque la logica dell’esposizione. Che non torna nemmeno un po’ ed è comunque devastante (segue).

      1. Scritto da Giuseppe

        Riassumo: per oltre due anni i pidiellini non si sarebbero mai riuniti: il sindaco, quindi, avrebbe amministrato praticamente quasi da solo (due alleati effettivi), per cinque anni: mica male! I pagnoncelliani avrebbero il candidato di famiglia, ma non potrebbero imporlo. Gli “idealisti”, ing. Corti e geom. Locatelli, avrebbero i numeri ma non potrebbero scegliere il candidato sindaco. Il sindaco potrebbe addirittura “scroccare” la ricandidatura, pur non avendo i numeri. Ma che roba è? Se ne deduce, in ogni caso, che l’unico candidato plausibile sia ancora il sindaco, il quale evidentemente non è l’ultimo arrivato.

        1. Scritto da PDL e Rebelot

          Preciso meglio Giuseppe.
          Il PDL non è esistito come partito (hai forse ricevuto, da tre anni, volantini, inviti ad assemblee o altro?).
          Poi in giunta e consiglio c’erano, ovvio, ma non so cos’abbiano fatto, poco direi.
          Nemmeno il sindaco, ha fatto granchè (ricordi qualche assemblea o altro? io no)
          Il PDL a livello provinciale ha un capo nuovo.
          Che però rispetto all’elezione di pagnoncelli ha decisamente limato il vantaggio (era 70 a 30 ora è 58 a 42) e si dice che in molti paesi (tra cui curno) sia sotto come iscritti.
          Usciamo dal PDL.
          Ultime elezioni: Lega 32 % PDL 25% (vado a spanne)
          Pedretti non chiede un suo Sindaco?
          Io dico di sì. ma non so se vuole chiederlo a Gandolfi.
          Tu che dici?

          1. Scritto da Aristide

            Da quando in qua il mestiere di sindaco è fare assemblee? Siamo in democrazia rappresentativa, gli eletti sono designati dai voti depositati nelle urne. La democrazia assembleare è un’altra cosa. C’era, in altri tempi, ad Atene (ma votavano solo i cittadini ateniesi di condizione libera), c’era nella Ginevra calvinista. Se volessimo introdurre elementi di democrazia assembleare, anche solo un po’, occorrerebbe tutta una preparazione: occorrerebbe – perché no? -una nuova cultura democratica, come si provò a fare nelle Università, nel ’68. Ma non possiamo confondere 4000 cittadini con diritto di voto con uno sparuto drappello di truppe cammellate.

          2. Scritto da PDL e Rebelot

            Uff.
            Quando fa finta di non capire ha la capacità di irritarmi.
            La campagna l’aveva impostata quasi tutta sull’incomunicabilità della Morelli.
            Ha promesso di fare il contrario.
            Informazione, assemblee, incontri coi cittadini.
            Niente.
            Allora uno dice, va bene, almeno parlerà coi fatti.
            Niente anche lì.
            Opere Pubbliche da finire e programmate:
            Zero
            Opere sue
            Zero
            Qualsiasi cosa.
            Zero.
            lei dice, ha tenuto i conti in ordine.
            Bravo.
            Il difficile è tenere i conti in ordine pur facendo qualcosa.
            Lui non l’ha fatto, ma altri sindaci sì.
            Quindi il patto di stabilità che c’è per tutti, è un ostacolo insormontabile solo per alcuni.
            Punto.
            Non basta riqualificare due giardinetti già programmati dal 2006

          3. Scritto da PDL CURNO

            L’aveva detto il Sindaco in campagna elettorale che avrebbe fatto tante Assemblee per sentire la voce dei cittadini, ma lei il Sindaco lo difende sempre, cavoli ma Fede a suo confronto come lecchino è un principiante..!! dai che fra poco salta anche il suo di stipendio (Aristide) e finisce di scrivere un sacco di falsità..

          4. Scritto da Aristide

            Nessuno stipendio, caro signore. Chi è qui colui che dice falsità: io che affermo che il sindaco Gandolfi è una persona onesta, o lei che dice ch’io sarei stipendiato? Quanto al “lecchino”, beato lei che ha licenza d’insultare. Se io dicessi metà di quello che lei ha osato dire, apriti cielo! I tutori del bon ton, della mistica istituzionale e della professionalità (non c’entra niente, ma oggi in nome della c.d. professionalità si fanno tante brutte cose) chissà come s’indignerebbero! Io invece non m’indigno: lo faccio, sempre che lo faccia, soltanto con i miei pari. Spero che la redazione di Bg news pubblichi queste mie più che moderate parole di risposta. Credo di averne il diritto.

        2. Scritto da PDL CURNO

          si fidi Giuseppe, Gandolfi non sarà più il Sindaco di Curno…!!

    2. Scritto da Tom Trombadil

      Chiediamoci: Quanto è qualificante oggi allearsi con il PDL ?. Penso che il sindaco guadagni in popolarità e prestigio se il PDL lo scarica.

    3. Scritto da Aristide

      Il nocciolo del problema è: ma quanto vale, oggi, il pacchetto elettorale del Pdl curnense? Sappiamo quanto valeva: ma oggi? A Curno, dopo così lunga latitanza, dopo tanto esiziale traccheggiamento, quanti voti potrà racimolare un Pdl che esce dal letargo in occasione delle elezioni? E non parlatemi di “fidelizzazione” dell’elettorato, per usare un termine che piace agli sciagurati markettari. E le tessere? Nelle urne si depositano i voti, mica le tessere. Siamo sicuri che la qualità delle candidature non conti niente? Certe candidature sono letali. Invece che imporre candidature, il Pdl dovrebbe elaborare una strategia di sopravvivenza politica, se ha senno politico. Detto spassionatamente.

      1. Scritto da LA solita minestra

        Ma il Sindaco che ha fatto per meritare la ricandidatura?
        Ce lo dica cosa ha fatto il Dott. Sociologo Angelo Gandolfi.
        A parte lanciare due epere pubbliche (Programmate, Progettate e finanziate sin dal 2006dalla precedente amministrazione ) in piena campagna elettorale?
        Dica qualcosa di onesto.
        Dica Qualcosa

        1. Scritto da Aristide

          Infatti, il sindaco non pretende di aver ben meritato presso i partiti, ma presso i cittadini. Mica il sindaco ha detto al Pdl: ricandidatemi. Ha detto un’altra cosa, rivolgendosi ai cittadini e non ai capataz. Ha detto: ho governato onestamente, non ho sforato il patto di stabilità (dunque non ho esposto il paese alle sanzioni previste in caso di sfondamento), non ho aumentato le tasse ai cittadini, non ho finanziato le spese ordinarie con gli oneri ecc. Ho realizzato il buon governo nonostante il Pedretti, nonostante la quinta colonna, nonostante i limiti oggettivi e soggettivi che ben sappiamo. Il sindaco ha detto: sono io che mi ricandido, mica vado a chiedere il permesso ai partiti.

          1. Scritto da Schettino

            anche perchè i partiti non gli darebbero il permesso..!! Certo lui può ricandidarsi come può fare ogni cittadino, si fa una sua lista, lo votano in 34 e si presenta alle elezioni amministrative sapendo di perdere.
            Le ripeto la quinta colonna sono stati loro stessi, Sindaco & C.
            Ha fatto un analisi giusta qui sopra, il Sindaco non ha fatto proprio niente, ne stava facendo una grossa ma per fortuna glie l’hanno impedito…!! Buona sconfitta Sindaco…!!!

          2. Scritto da Aristide

            Già, peccato che i partiti siano allo sfascio. Contano i cittadini, i partiti sono costretti a nascondersi dietro liste civiche farlocche. Ne riparleremo.

          3. Scritto da AAA PDL cercasi

            Guardi che il sindaco non ha titolo a definirsi estraneo ai partiti.
            E’ iscritto al PDL, ha cercato rapporti con tutti i partiti (PDL, Lega, UDC, IDV, ecc,ecc) e ha chiaramente utilizzato l’UDC per tessere relazioni con gli attori del territorio.
            C’è maggior autonomia dai partiti provinciali nelle liste civiche che non nel sindaco.
            E poi piantiamola. Non ha mai sbagliato gandofli? Ma la prego..

      2. Scritto da Davide contro i Golia

        Proviamo ad ipotizzare questi schieramenti alle prossime elezioni, praticamente Davide contro i Golia della politica: La LEGA con lista civica dei Brutalizzatori (da Bruto, famoso accoltellatore); PDL dei reduci politici, vanno da soli; la SINISTRA con l’IDV già litigiosi ed infine il Sindaco sostenuto dal solo UDC, forse dal TERZO POLO insieme. E’ fantapolitica ?.

        1. Scritto da Guardare Avant

          Io non capisco perchè vi stupiate di un quadro frammentato.
          L’errore è stato rappattumare insieme forze e persone che niente condividevano già 5 anni fa.
          Forse solo il disprezzo per la Morelli (ora rivalutata da loro stessi, in privato, ovvio)
          Adesso questa sciagurata esperienza (anche personale a sentire i protagonisti) non la vuole ripetere nessuno: poi è cambiata la legge.
          Con 7 consiglieri contro 3, una vicenda come il distacco di pedretti e leidi e poi del corti porterebbe il commissario prefettizio in pochi mesi.
          Pensiamo bene a chi candidiamo e come, mica possiamo permetterci altri 5 anni così.
          Poi una nota: IDV Litigioso? qui abita il Presidente, nessuno vuole brutte figure.

          1. Scritto da Il Ruvido

            Se qualcno gentilmente mi spiega se il Pedretti si è distaccato oppure è stato cacciato via ?.

          2. Scritto da Tom Trombadil

            Infatti quì abita il Presidente, colui che ha tanta stima, ammirazione e piena solidarietà al Sindaco. Meditate gente meditate.

  11. Scritto da Aristide

    – 8 >>> E’ scoccata la mezzanotte. Questa volta il “meno otto”, che vorrebbe essere fatidico, lo dico io. E che sarà mai? Nasce una lista civica a copertura delle nozze mistiche del Pedretti con la quinta colonna? Addirittura con tutto il Pdl che si arrende incondizionatamente? O invece assistiamo a un tentativo d’intercettazione? Forse a un bluff? Non cambia niente, se non è zuppa è pan bagnato. Siamo nell’ordine del prevedibile, è il circo Pedretti, signori! Hanno promesso di riempire il cinema Uci? Bum! “Parturient montes, nascetur ridiculus mus” (non traduco, tanto si capisce). Dunque, calma, Trinchetto. La Lega primo partito a Curno? Lo era, e lo sarebbe ancora, ma senza il Pedretti.

  12. Scritto da Fattore Arancio

    Fare il congresso così a ridosso delle elezioni non è stato forse un colpo di genio nel pdl.
    E’ anche vero che si vota alle amministrative tutti gli anni e questa è una tornata piccola (la più piccola del quinquennio) che e’ importante solo per noi di Curno.
    E’ vero che a livello provinciale han vinto Capelli, i ciellini, i pagnoncelli, carrara, ex an (ma quanti sono?)
    Però han perso punti.
    A curno invece le tessere pendono dall’altra parte.
    Allora ?
    S inseguono le voci più strane.
    Due liste, tre liste, anche alcuni listini di disturbo (se non vinco io, allora perdi anche tu).
    Si cerca un nome.
    Dagli e ridagli esce sempre quello:
    Alessandra Salvi, ex assesore provinciale.
    Basterà?

    1. Scritto da Riflessione

      Scusi Sig. Arancio.
      Mi parla di questa Salvi.
      Non è nuovo il nome.
      Mi domando perchè dovrebbe essere un candidato unificante.
      Per prima cosa è moglie del Coordinatore del PDL di Curno e Figlia di un assessore, tutti e tre di stretta osservanza pagnoncelliana.
      Quindi di parte, di nuovo poco.
      Poi c’è il tema lega nord.
      Quest’area del PDL a curno non ha tenuto buoni rapporti con la lega del pedretti, anzi.
      Infine un dubbio. Ma grosso.
      A curno di circa (si dice) 190 tessere, poco più della metà sono in capo agli ex saffiottiani.
      Quindi l’area salvi rappresenta al massimo metà del PDL
      ma è la lega il maggior partito di destra a Curno.
      E non di poco.
      Se il sindaco lo volesse esprimere la Lega?

  13. Scritto da Aristide

    Segnalo ai lettori delle pagine curnensi di Bergamo news, ma anche ai giornalisti di Bergamo news, che ho scritto qualche riga sui rapporti Bergamo news / Aristide, nel blog intitolato all’elaborazione delle idee curnensi (un programma da far tremare le vene e i polsi). Il “Laboratorio delle idee” è rintracciabile in rete all’indirizzo curnolaboratoriodiidee.blogspot.com . Il post al quale faccio riferimento è l’undicesimo (per il momento, l’ultimo: quello che porta il titoletto “Ringraziamenti”). Buona lettura.

  14. Scritto da Aristide

    Le voci di paese adesso si chiamano “rumors” (pure con la ‘s’ finale!). Ma è una parola latina, semmai si dovrebbe dire ‘rumores’: che, ovviamente, non sono rumori, ma voci, appunto. Bene, che vosa dicono le voci di paese, intercettate dalle antenne poste sopra il mio antro abduano? Dicono — addirittura! — che ci sarebbero ben due liste civiche intenzionate a «uscir del bosco e gir in tra la gente». Per fare cosa? È evidente, per trarre i cittadini nella tana di qualche vecchio arnese della politichetta, tutti in fila, con passo cadenzato in sincrono con il suono di un piffero magico-esoterico, Mi sembra di vederli, i piccoli leader “civici” intenti a dissimulare. Invece, armeggiano.

    1. Scritto da contessa

      lo scenario a Curno è semplice: Parte del PDL con una lista,
      lista del Sindaco, Lega +Lista Civica, Sinistra.
      La partita è fra Lega+lista civica e Sinistra, la matematica non è un opinione alle altre 2 liste solo briciole visto che il Sindaco uscente e PDL sono in caduta libera di consensi.
      Tutto il resto sono chiacchiere.

  15. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

    – 9

  16. Scritto da Alfa

    Notizia dell’ultima ora, trattative febbrili nel PDL, non c’è accordo sul Sindaco, il PDL tarderà non poco a sciogliere le riserve, la guerra è appena cominciata anzi sembra che l’unico accordo certo sia quello di non candidare Gandolfi, troppo rischioso, troppi malumori.
    Staremo a vedere..!

    1. Scritto da Aristide

      Tutto fa brodo, purché il comandante salga sulla biscaglina. E’ meglio per tutti, soprattutto per il suo partito, che perde terreno a velocità impressionante, ogni giorno che passa. La situazione è fluida, il carisma di Berlusconi è evanescente, le intenzioni di voto evaporano. Conseguentemente si formano condense che poi precipiteranno altrove, non più nel Pdl. Forse non precipiteranno affatto (leggi: astensionismo). Ricordiamoci Milano, quando la Moratti è stata rifiutata dalla base inorridita. Ricordiamo Genova, dove nelle primarie a una sindachessa “determinata” si è preferito un nobiluomo di sinistra, un uomo che esercita un mestiere nobile, mica un manager triccheballacche.

      1. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

        La sua mi sembra un’analisa attenta e purtroppo abbastanza verosimile, l’astensionismo la farà da padrone sbaragliando tutti i calcoli partitici.
        La situazione di Curno è piuttosto preoccupante e incerta secondo me una lista civica ben fatta e con un programma applicabile e sensibile al sociale potrebbe raccogliere consensi trasversali.
        Buon lavoro a tutti.

  17. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

    -10

    1. Scritto da Tango

      Meno dieci e poi compare la Madonna, stavolta senza la emme maiuscola. Scusate ma senza soldi dove pensate di andare oltre le chiacchiere?

    2. Scritto da Leopardi

      meno 10 a cosa..? ufficializzate la lista? fatelo sapere siamo un gruppo di giovani Universitari della Marigolda che vorrebbero impegnarsi in politica, ci crediamo ancoraq nonostante tutto, ci piace Curno ai Cittadini…..attendiamo il programma…!! In bocca al Lupo, siamo curiosi di conoscere candidato Ssindaco, nomi e programmi..!!
      Finalmente Curno torna ai Cittadini…!!!

      1. Scritto da Nello Mascetti

        Addirittura un gruppo di universitari della Marigolda, cui piace questa entità sconosciuta di cui non si conosce nulla. L’effetto sorpresa è una tecnica pubblicitaria nota. Ad un occhio solo minimamente allenato appare evidente che questa bella iniziativa porta la firma del sig. Pedretti ed è il coronamento dell’alleanza stretta ormai da lungo tempo tra l’ing. Corti ed il geom. Pedretti.

        1. Scritto da Aristide

          Infatti: vedi i commenti non pubblicati in Bg news ma pubblicati in curnolaboratoriodiidee.blogspot.com (e registrati nel mio computer a futura memoria).

          1. Scritto da i farò de cùrèn

            Ma a lei che glie frega se corti Pedretti e altri si alleano?
            Tanto lei e il suo pari gandolfi li volete fuori dalle scatole.
            O pretendete che non scendano neppure in lista?

            Non le sembra un tantino esagerato?

  18. Scritto da Aristide

    Mi pare che intorno a questa lista ossimorica (in quanto denominata “Curno ai cittadini”, ma imparentata con il Pdl e, soprattutto, con il c.d. Laboratorio delle c.d. idee) si stia facendo un grande armeggiare. Conosciamo la tecnica. E’ quella del Pedretti, con il quale la lista vuol andare a nozze, credo. Ricordo che “armeggiare” non significa “darsi da fare”, ma “fare opera vana”, come osserva il De Sanctis, nelle sue Memorie giovanili, a proposito di questa parolina che aveva sentito pronunziare dal marchese Puoti. Adesso diteci che la vostra è una “gioiosa macchina da guerra”. Già sentito, e non portò bene il dirlo. Quanto al grande lavoro, se si tratta del sitarello del Laboratorio…

    1. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

      Caro Aristide, io capisco che questa Lista l’abbia un pò scossa, ma si tranquillizzi fra poco capirà tutto.
      Lei scrive bene, niente da dire, filosofeggia molto facendo poco capire alla media dei Cittadini che invece hanno capito tutto di comenon ha governato Gandolfi nonostante lei lo decanti sempre.
      E’ tard iormai per riparare,non serve nemmeno mimetizzarsi dietro scritture in dialetto per tentare di addolcire i Curnesi, i nostri cittadini lo sanno bene che se non fosse stato per una mezza insurrezione popolare e per un grande impegno della Lega oggi avremmo avuto approvato un Eco mostro con una marea di metri cubi facendo un bel regalo a qualcuno. Conta il lavoro con la gente non il sito.

    2. Scritto da Ciro

      A me invece puzza di made in verdonia.
      Non tanto del laboratorio.
      Quelli ora che combinano qualcosa si è già votato.
      In verdonia invece, almeno qui a curno, sono svelti di mano e di cervello.
      Mi sa che il PDL a Curno se si va avanti così non esiste più.
      E Stella?
      E Ferruccio?
      Sono ancora vivi?
      Allora ci dicano qualcosa, cribbiooo.

  19. Scritto da Marcello Z.

    Scusate.
    Intervengo anch’io perchè sono curioso.
    Fammi capire qualcosa della tua di lista.
    E’ una specie di lista civica di centro destra?
    Perchè se è così non sono stato invitato a nessun incontro,?
    Poi spiegami meglio.
    Non ci saranno i simboli dei partiti ma le facce son sempre le stesse o è qualcosa di nuovo?
    Alla fine della maggioranza che ha vinto nel 2007 (e che ho anche votato, lo ammetto) non so davvero chi salverei, ma se lo faccio son davvero pochi. meglio azzerare tutto e ripartire.
    E poi:
    Non diamo per scontati che nella nostra area politica questa pletora di progettisti e immobiliaristi piaccia così tanto.
    Io non vorrei rivedere 6 o 7 tecnici in lista.
    Grazie

    1. Scritto da Lista Cuno ai Cittadini

      Marcello fra poco saprà tuttpe se le interesserà il programma sarà ben accetto, non si preoccupi non rivedrà candidati vecchi, progettisti, tecnici, quasi nessuno, anche se qualche buon elemento bisogna ammetterlo la passata Amministrazione l’aveva..!!
      Curno ai Cittadini..!!

  20. Scritto da Lista Curno ai Cittadini

    MIGLIO VERDE: IL 7 MAGGIO SARA’ DAVVERO UN GRAN GIORNO…!!!!!

    1. Scritto da Andreij Bolkonskij

      Che Lega e PDL fossero in stretto e costante contatto si sapeva.
      Che il PDL volesse valutare altre candidature oltre al sindaco era arcinoto.
      Sondaggi riservati che danno un gradimento bassissimo all’attuale gruppo di maggioranza (tutto) e ulteriormente più basso al sindaco.
      Ci dica qualcosa di nuovo: chi sarà il candidato sindaco, che progetti ci sono…
      Questi del PDL non sanno raccontare bene le bugie
      se dicono una cosa allora è vero l’opposto.
      E’ da tempo che il Capogruppo (e alcuni assessori) lisciano il pelo al sindaco.
      Chi conosce questi soggetti al suo posto comincerebbe a guardarsi le spalle.
      Invece?
      Uomo avvisato mezzo salvato. Che fa? la fa ugualmente la sua lista Sig. Sindaco?

      1. Scritto da Lista Curno ai Cittadini

        Grazie Andreij per il suo intervento, ovviamente non posso ancora comunicare il candidato Sindaco e il programma per ovvie ragioni, ma lo faremo presto, sarà un cittadino di Curno molto attento agli abitanti di Curno e alle loro esigenze con tantissime e importanti novità in tutti i settori. Non sarà retorica ma il cittadino avrà gli strumenti per parlare col Sindaco ogni giorno e in ogni momento direttamente o tramite referenti di ogni diciamo zona di Curno, ne prevediamo almeno 4. Faremo una forte comunicazione, scusate ma spiegando qui in poche righe rischierei di sminuire il grande lavoro svolto.

  21. Scritto da Aristide

    Lunedì 13 febbraio: leggiamo su Bg news che al Congresso provinciale Pdl vince Capelli. Riflessi immediati su Curno: la quinta colonna e la sua propaggine “culturale”, il c.d. laboratorio di c.d. idee sono scapitozzati. Dopo due e più anni di latitanza, il Pdl di Curno potrebbe tornare a esprimersi politicamente. Potrebbe addirittura esprimersi — senza più traccheggiare — a favore del sindaco, affidandosi alla sua sagacia e ascrivendo a proprio merito l’intelligenza politica, la capacità e l’onestà del sindaco. Un gesto equivalente al tanto atteso salire sulla biscaglina. Cioè, il Pdl dovrebbe rinunciare a porre condizioni e candidature, in vista del bene comune e della sua palingenesi.

    1. Scritto da Lista Curno ai Cittadini

      Lei vaneggia Sig. Aristide, la quinta colonna che intende Lei, ma è sicuro che all’interno dei Fedelissimi del Sindaco non ci sia una quinta colonna ? ……altrochè……in alcuni rivedo il peggio della vecchia DC…si fidi politicamente parlando il Sindaco è sul Titanic dopo l’urto con l’iceberg…! Game Over…tutti a casa….!!!

    2. Scritto da Lista Curno ai cittadini

      Caro Sig. Aristide, belle sorprese in arrivo a Curno, il suo amato Sindaco (faccio tutto poi non faccio niente) non sarà il candidato del PDL alle prossime Amministrative, su questo non ci piove, innanzitutto perchè è stato il peggior Sindaco della storia di Curno ( e mi creda bisognava impegnarsi molto x essere il peggiore) e soprattutto perchè il PDL non ha manie suicide, con lui candidato la sconfitta è certa. Lo so per lei sarà dura ma sarà cosi, fra qualche giorno ne avrà la certezza. Curno ai Cittadini- era ora.

      1. Scritto da Aristide

        Mi faccia capire bene. Il Pdl si presenterebbe con una nuova insegna: “Curno ai cittadini”? Sarebbe un’ammissione esplicita dell’inopportunità di consegnare Curno ai partiti. E’ quello che ho sempre sostenuto. Se vogliono, potrei suggerire loro due o tre slogan. Dia un’occhiata ai miei suggerimenti — nei commenti — al c.d. Laboratorio d’idee curnensi: http://curnolaboratoriodiidee.blogspot.com/ A proposito, che ne è di questo laboratorio? Esiste ancora? Elabora?

        1. Scritto da Lista Curno ai cittadini

          Esiste, elabora e presto si potrà capire qualcosa.
          Si ricorda la pubblicità “ti piace vincere facile”? se si candidasse Gandolfi sarebbe davvero facile vincere quindi mi auguro una sua candidatura , forse qualche parente lo voterebbe.
          Non sarebbe male un faccia a faccia con l’ex sindaco, sarebbe la prima volta a Curno, magare affittando una sala all’Uci Cinema e invitando tutti i cittadini, abbiamo alcune domande da porre all’Ex Sindaco, sarebbe la prima Assemblea Pubblica in 5 anni diversamente da come aveva promesso. Lo inviteremo.

          1. Scritto da Formai de mùt

            Hei Amico…
            Diciamo che hai un progetto di lista e di vittoria.
            Una cosa nuova, ma che sa di mentolo.
            e che sembra avere il colore dei prati della pianura padana o degli alpeggi di Branzi e Santa Brigida in primavera avanzata.
            In Bocca al lupo ma ricorda
            Esistono avversari (non nemici) che son degni di rispetto.
            Il resto va sempre bene

          2. Scritto da Lista Curno ai Cittadini

            massimo rispetto per tutti, vogliamo provare a dare a Curno un Amministrazione attenta non solo a parole, e’ un momento difficile per tutti, solo se la Gente avverte che chi Amministra lo fa’ col cuore c’è rispetto, non c’è più tempo per balle o litigate personali, al centro della politica “la persona” poi il resto vien da s’è…il Municipio e’ la casa del Cittadino non del Sindaco e quattro amici..!!
            Buon lavoro a tutti..!!

    3. Scritto da AAA PDL cercasi

      Un’altra lettura è che, finalmente, c’è qualcuno a bergamo che forse ha interesse a ritessere i fili con la lega.
      Quella Ufficiale naturalmente, che a Curno fa capo a Pedretti.
      E’ proprio sicuro che le cose vadano come lei dice
      Perchè è vero che il sindaco è a parole pagnoncelliano, ma nei fatti ha approfondito anche col piccinelli non si sa mai che potesse vincere lui..
      insomma, considerando infine anche la sua vicinanza con l’udc (a cui aveva negato di essere tesserato al pdl) non proprio un fedelissimo di raimondi.
      Poi schettino la scaletta di fatto non l’ha risalita, quindi fino a che punto vale il suo ragionamento?
      Ci aspettano settimane di convulsioni, mi sa.

      1. Scritto da Galbiati

        Lei racconta solo menzogne, onde ristabilire la verità come vede mi firmo con il mio cognome, l’UDC di cui io sono il referente di Curno, che Gandolfi abbia preso la tessera del PDL l’ha saputo da parte mia il giorno stesso, quando una persona è perbene non deve vergognarsi della tessera che ha in tasca, piuttosto mi preoccupa Lei che sparge menzogne e implicitamente da del bugiardo ad un’altra persona. Mi dispiace ma ha toppato e mi auguro che si ravveda e sopratutto vediamo se ha il coraggio di dichiararsi oppure come a Curno ce ne sono è il solito cicisbeo.

        1. Scritto da AAA PDL Cercasi

          Ma che dice questo?
          Legga il post e vada alla sostanza.
          Gandolfi si è incontrato sia con i Pagnoncelliani (chiamiamoli così) che con Piccinelli.
          nel dubbio si tiene il piede in due scarpe.
          Ma quello che dico io è un’altra cosa.
          Vuoi vedere che adesso, fatto il congresso, le sotterranee trattative lega (ufficiale) – pdl (ufficiale a questo punto), mai interrotte via vanno decise?
          Certo, ci sono due ostacoli:
          1) Fassi e Donizetti (che sono considerati scaricabili)
          2) Corti e Locatelli (il secondo però recuperabile)
          Chi è che resta fuori?
          Gandolfi e i suoi.
          Scusi Galbiati non so chi lei sia, ma se il sindaco si definisce indipendente, allora non capisco perchè si deve tesserare con il PDL .

          1. Scritto da Tom Trombadil

            ma lo ammette o no, che ha raccontato cose non vere sul sindsco? vedo che glissa spudoratamente.

          2. Scritto da Aristide

            Fassi e Donizetti “scaricabili”? Da parte di chi? Da parte del Pdl? No di certo, perché F & D non sono del Pdl. Da parte del sindaco? Men che meno: godono della stima del sindaco e il Pdl, dopo tanto traccheggiare (a danno del sindaco) ha perso ogni diritto d’imporre la sua lista della spesa. L’ho detto, e lo ripeto. Il traccheggiamento ha posto il Pdl in un culo di sacco. Se il Pdl vuol salvarsi, non gli rimane che affidarsi alla sagacia del sindaco. Se chiede perdono, tanto di guadagnato: ma non è necessario. Il Pedretti ha necessità del Pdl, ma il Pdl ha necessità del sindaco. Bel pasticcio. E se la Lega nord scaricasse il Pedretti?

          3. Scritto da AAA PDL Cercasi

            Credo che finga di non capire. ma capisce senz’altro.
            PDL e LEGA lavorano a un accordo (che poi si realizzi è un altro discorso).
            Con un altro candidato sindaco, ovviamente.
            E quindi scaricherebbero chi gli pare e piace.
            Il PDL (e sopratutto chi lo rappresenta a curno) che si affida alla sagacia del sindaco e chiede pubblicamente perdono non me lo vedo davvero.
            Ma se le piace penarlo.

      2. Scritto da Aristide

        Sul fatto che il Pdl vada incontro a settimane convulse sono d’accordo: perlomeno, è probabile. Prima si traccheggiava in attesa del Congresso, adesso si traccheggerà (nel Pdl) in attesa di trovare la quadra. Qualora però lei ed io avessimo sbagliato le nostre valutazioni, non potremmo che rallegrarcene. Perché dovremmo prendere atto del fatto che a Curno si fa politica e non politichetta e che gli uomini politici salgono la biscaglina al grido di “banzai!” (o anche “Caelum denique” o, in mancanza di meglio, “Savoia!”). So anche che nel Pdl c’è chi vorrebbe fare una lista civica su misura delle necessità del Pedretti. Risultato: il Pdl era ed è in un culo di sacco, se non prende coraggio.

        1. Scritto da AAA PDL Cercasi

          A Curno si fa politica?
          Ho dei dubbi, almeno per quanto riguarda il pdl.
          Non mi è chiaro niente, mi è ancor meno chiaro perchè, dopo anni di convulsioni e divaricazioni, al solo scopo di vincere le elezioni, mi devo fare andare bene qualsiasi tipo di accordo.
          Ma che credibilità c’è? se per due tre anni non si va daccordo su niente e si butta via una consigliatura, cosa cambia ora?
          o meglio cambierebbe qualcosa se fossero in campo persone nuove, se non tutte, quasi.
          diciamo 7 su 10. anche il sindaco onestamente dovrebbe fare un passo indietro.
          Invece non vedo niente di nuovo.
          Idealisti: Corti e Locatelli
          Pro sindaco: Fassi e Donizetti
          PDL Cilellino? Stella, Innocenti, Carrara…
          E i nuovi?

      3. Scritto da Il Segretario

        Tutti che fanno i conti senza l’oste. A Curno la Lega Nord ha un segretario che risponde ai propri tesserati e militanti. Davvero qualcuno crede che la Lega Nord, primo partito anche a Curno, abbia paura di 4 peones amici del sindaco uscente? Qualcuno parli di programmi e di idee non di schieramenti. Ma chi rappresenta il pdl a curno? Davvero pensate che sia credibile un candidato sindaco uscente che ha combinato solo pasticci? Intanto fa la questua in tutti i partiti per un briciolo di voti… Prima con Di Pietro, poi con l Udc, poi con chiunque gli raccatti qualche voto.

        1. Scritto da Aristide

          L’immagine del segretario della sezione curnense della Lega nord che, quale chioccia amorevole dal disìo chiamata, corre qui e là, si affanna, prende cura dei suoi tesserati e militanti e mette a loro disposizione, senza mai dar a vedere segni di stanchezza, i tesori del suo talento e della sua intelligenza è insieme suggestiva e commovente. Un bozzetto meraviglioso.

        2. Scritto da Tom Trombadil

          Arrabbiati vero ??? Il vostro cavallo di Troia non ha vinto, così salta l’accordo anche a Curno, fatevene una ragione.

        3. Scritto da Tom Trombadil

          RIMPIANTI ?????? Proprio Lei che non ha mai finito una legislatura.

  22. Scritto da Pensionato

    Ho letto il comunicato di Gandolfi con molta attenzione. E se il Sindaco avesse ragione?

    1. Scritto da Non pensionato

      Amico pensionato (Baby o normale?)
      Ho una notizia per te…
      Il sindaco ha torto.
      Perchè su diverse delle cose che dice ho informazioni abbastanza precise in merito e lo so.
      Su altri temi non so, non sono infermato.
      Vedo che passa dal latino al dialetto.
      E se si spiegasse bene in italiano non sarebbe meglio??

      1. Scritto da Pensionato

        Non pensionato: “Il sindaco ha torto”. Pensionato: in che cosa e perché il Sindaco ha torto? Non pensionato: “Perchè su diverse delle cose che dice ho informazioni abbastanza precise”. Pensionato: quali cose? Pensionato normale (non baby) ringrazia.

        1. Scritto da Super pensionato

          Pensionato o non pensionato, baby oppure no, pensatela come volete ma il sindaco è un genio.

          1. Scritto da Aspirante pensionato

            Un genio?
            E perchè??
            Fino ad ora è andato sui giornali per gli scritti in latino e, ora, forse spinto da calcolo elettorale, in dialetto bergamasco.
            Che è una cosa assurda perchè il dialetto è una lingua, per definizione, solo legata alla tradizione orale, a quanto so.
            i contenuti?
            Una guerra di civiltà, ma di concreto?
            Un Genio?
            Ma qui si tratta di amministrare il paese, non è una gara di intelligenza.

  23. Scritto da che noia.

    che noia, che barba, GIULI, ARISTIDE, GIULI, ARISTIDE, ma basta di ste due, non se ne può propio più, la redazione faccia qualcosa, per favore ne tagli alemeno la metà, è solo un dibattito quasi fra loro due. che noia che barba….

    1. Scritto da Aristide

      Va bene: ci dica allora le sue idee. Così sentiamo un’altra campana.

  24. Scritto da aria pulita di grandi novità

    Ieri sera ho sentito che, per la prima volta da non so quanti anni, il PDL a curno ha dato un segno di vita.
    E si è riunito per decidere il da farsi.
    Aria pura, fresca, pulita, nuova.
    Certo, basta non ritrovarsi con la solita accozzaglia standard di cadreghinisti e piccoli faccendieri.
    Mi sapete dire come è andata?
    Cosa avete deciso?

    1. Scritto da Aristide

      L’aspetto strutturale più interessante è la sorte del Pgt. Le cui sorti sono nelle mani degli “idealisti” del Laboratorio delle idee, che nasce, verisimilmente, per pilotare il Pdl di Curno su posizioni saffiotiane. Dunque: che ne sarà del Pgt di Curno?

      1. Scritto da Pierre Bezuchov

        ce lo dica lei che fine fa.
        E’ il sindaco l’assessore all’urbanistica, mica noi.
        L’unica cosa sicura è che non ha coinvolto mai e per nessun motivo i cittadini, quindi, visto quale è lo spirito dei PGT (che a differenza dei vecchi PRG prescrive la massima partecipazione di tutti gli attori del territorio) è idealmente nullo secondo me.
        Non basta la gherminella agostana della VAS.
        A che punto stiamo dottore?

        1. Scritto da Aristide

          Proporrei di separare le variabili. E’ un metodo utilizzato anche per la soluzione di problemi matematici, talvolta. Lei mi parla della variabile di partecipazione nel processo decisionale. Un bel problema, non c’è che dire. Un problema di democrazia, che spesso si pretende di risolvere, con avvilimento della democrazia stessa, con rituali fini a sé e gettando l’offa al Cerbero di turno. La variabile alla quale accennavo è un’altra. Parlavo della viscosità dinamica, il cui coefficiente è regolato dalla quinta colonna. La velocità dell’iter di approvazione del Pgt dipende — fra l’altro — da quel coefficiente.

    2. Scritto da Fabio Curno

      Ottima domanda, vediamo chi compone il dream team!!!

      Non convocati, spero: Donizetti, Salvi, Carrara, Fassi, Locatelli, Maini.

      Aristide syndĭcus!

      1. Scritto da Marco M.

        Beh. Maini e Salvi han detto che non si presentano più.
        Donizetti e Fassi sono un tuttuno col sindaco, fuori dalla Lega (ma c’è un documento?) ma invisi anche al PDL, si dice. La Carrara corre sempre e solo per sè, non sa cos’è il gioco di squadra, andate a vedere un paio di giunte e capite. Aristide che c’entra? lui e il sindaco, come si dice in Grecia (Mia faccia Mia razza) sono la stessa cosa.
        Il Locatelli (inteso come Giovanni) dovrebbe essere della partita invece, ma non sono sicuro, non sono stato invitato al meeting. Prima o poi usciranno anche loro allo scoperto, no?

  25. Scritto da Perchè?

    Scusate.
    Mi diconoi che l’UDC abbia già pensatoi ad appoggiare Gandolfi.
    Ma è vero?
    Li avete consultati i vostri elettori?
    Perchè nessuno ci chiede se ci piace Galbiati come coordinatore? e, peggio ancora, ricandidare il sindaco?
    Nicola Gritti Risponda, li ha mai sentiti gli elettori di Curno?
    Avanti

    1. Scritto da io centro

      fattene una ragione.
      Galbiati è stato messo lì solo per compiacere al sindaco.
      E basta. Io manco sapevo che fosse impegnato in politica.
      Se non ti piace guardati intorno, a destra o a sinistra.
      Scelta ce n’è, valuta tu.
      Poi certo, a volte le scelte di certi partiti fanno riflettere.
      Anche me.

      1. Scritto da Io scentro

        Riflettere su presupposti sbagliati e inesistenti ormai è diventato lo sport preferito dei curnensi, riflettete….riflettete….

  26. Scritto da Aristide

    La Lega dice che va alle elezioni amministrative da sola, o anche in schieramento di lista civica: o sbaglio? Ecco allora che la quinta colonna curnense potrebbe uscire allo scoperto e promuovere una lista civica. Se hanno appena un po’ di spirito, potrebbero intitolarsi proprio così, Quinta colonna. In astratto, si porrebbe il problema di far passare agli elettori il messaggio: “Ignobile plebaglia! State bene attenti! Ci chiamiamo Quinta colonna, in realtà siamo il Pdl, il partito per il quale avete sempre votato”. Già, ma poi non ci vorrebbe molto a capire che sono la protesi del Pedretti. Quinta colonna e Pedretti avrebbero qualche probabilità in più di far cadere nella loro pania l’elettore, qualora ottenessero la resa incondizionata dell’ala pagnoncelliana. In ogni caso, sia che i pagnoncelliani si consegnino alla maschia volontà egemonica del Pedretti, sia che abbiano una sorte migliore, occorre considerare che: a) sia la Lega nord sia il Pdl sono partiti carismatici, con carisma evanescente del leader-padrone, dunque si applica per loro la dura legge: “No charisma, no party”; b) la situazione è ulteriormente compromessa a Curno: la gherminella della lista civica potrebbe far imbufalire un elettorato già ampiamente sconcertato e non immemore di certi passaggi della vita politica curnense. Il tentennamento del Pdl, quale che sia la sua scelta, costituirà un’ulteriore causa d’indebolimento. Quanto più il Pdl tentenna, tanto più si assottiglia. Coraggio, comandante Schettino! Salga su quella biscaglina, monti a bordo e ci dica che cosa vuol fare. Cribbio! Comunque, una differenza c’è, fra il comandante Schettino e il comandante del Pdl: il primo è caduto nella scialuppa, il secondo a furia di tentennare è caduto in un culo di sacco (dal fr. “cul de sac”).

  27. Scritto da Nostradamus

    Che la lega andasse in solitudine alle prossime amministrative lo sapevano cani e porci.
    Non l’hai visto che tempo che fa con ospite maroni?
    Eppure è una trasmissione di facile comprensione quasi alla tua portata,
    Non ci voleva Nostradamus per capire quello che farà la Lega.
    Giuro che se mi rispondi sincero tui voto.
    LO fai per avere altri 5 anni di stiendio + 10 mensilità di buona uscita? se lo confermi ti voto.
    Per il resto…una delusione totale.

    PS
    Ma mi dici dove ti sei laureato, in cosa, con che voti e se la tua è una laurea magistrale o triennale? Con che tesi?
    MI serve per una scommessa che ho fatto.
    Se imbrocco tutte le risposte vinco una vacanza a Marsa Alam.
    Non è poco
    Grazie

  28. Scritto da Generale WAR

    Per giuli.
    Rientro ora e apprendo con gioia della candidatura?
    Ma per piacere. lo sanno tutti chi sei.
    Dal Bepi Pelizzoli al Leone Zanchi passando per la quinta colonna e per l’ufficio “ricerche minerarie e perdite di tempo” di buona memoria…
    Sei il Sindaco Gandolfi.
    La tua ricandidatura è la dimostrazione vivente che quando l’ego è troppo sviluppato si perde di vista tutto il resto.
    Non hai combinato niente.
    Hai giocato a rompere i rapporti delle persone.
    Hai inzuppato il biscotto nelle divisioni
    in una parola…
    Hai rotto.
    Farò di tutto per impedire una jattura come altri 5 anni di Gandolfia.
    A cominciare dalo strappare la tessera del PDL se solo si azzarda ad appoggiarti.
    Goditi gli ultimi stipendi, fatti una vacanza. perchè per te è finita.

    1. Scritto da Giuli

      Un genio, questo Generale è un genio! Non saprei se cresciuto alla scuola di Cadorna o a quella di Badoglio. Non sono Gandolfi ma come già ho detto allorquando si diceva ch’io fossi l’alter ego di Aristide, creda pure ciò che le pare, francamente di ciò che lei arguisce e della sua arguzia poco mi importa. Mi piacerebbe invece sentirla rispondere, argomentare. Ma si rende conto dell’inconsistenza di ciò che dice, quali sarebbero stati i rapporti tra le persone? quelli diretti ad alimentare un consociativismo che ha portato Curno allo stato comatoso in cui era e da cui si sta parzialmente riprendendo? Amico del PDL Lei non vuole capire che il calo dei consensi elettorali non è legato all’attività di Gandolfi ma all’incapacità del partito di dare risposte alle domande della gente e Lei che fa ripristina i “rapporti” con la Lega cioè proprio il partito che con grande gioia sta drenando i consensi del PDL, felicitazioni. Ah ma forse lo fa perchè un po’ le dispiace strappare la tessera preferisce tenerla come reliquia di ciò che non c’è più.

      1. Scritto da Marco M.

        Mi scusi, ma cosa si è tesserato a fare al PDL (è scritto da tante parti, non ricordo dove l’ho letto) se poi sputa nel piatto del partito?
        Forse per farsi appoggiare? Guardi che non ci basta la tesserina per rivotarla.
        Lei poi ha forse un’educazione classica, non lo so, ma non riesce a rendersi conto che la prendono in giro.
        Evidentemente da piccolo leggeva Lombroso o la Biografia di Bokassa o quello che è e non Alan Ford (come invece il Sig. Generale WAR sopra)
        Per piacere però.
        Se vuole meritare il rispetto degli elettori del PDL la pianti di tirare m….da sul partito (a cui per altro ha ben pensato di tesserarsi).
        Ci usi questa cortesia e, semmai, la tessera la stracci Lei.

      2. Scritto da Tenentuzzo de curen

        Non te la prendere Giulietta.
        Lo pensano in tanti, tu hai diritto a coprirti con un pseudonimo, noi abbiamo diritto a pensare quello che vogliamo. Va bene?
        D’altra parte a volte sembri così informata su certi dettagli da farmi ritenere impossibile pensare a te come a qualcunoi al di fuori della amministrazione.
        Il Generele WAR (o come diavolo si chiama) ha ragione.
        L’esame di coscienza il Sindaco l’ha fatto?
        Bravo, onesto, capace, probo, stratega, insomma è davvero questa incredibile sommatoria di qualità senza difetti?
        Messa così ci credo poco.

        1. Scritto da Aristide

          Un conto è il diritto di pensare quel che si vuole: chi lo nega? Ci mancherebbe! Se è per questo, c’è anche il diritto di prendere delle cantonate, purché non si faccia del male a nessuno. In questo caso, niente di male, niente di irrimediabile, ma pare che a prendere una cantonata, a sentire lei, sia stata tutta una pletora di teste d’uovo curnensi.

  29. Scritto da Società civile

    Auguro a Gandolfi di riuscire a sopportare ancora a lungo il gravoso fardello di Sindaco perbene e letterato che si è caricato sulle spalle. Saluti dagli amici, tanti e sinceri, che resistono con lei.

  30. Scritto da Giuli

    Rientro ora ed apprendo con piacere della candidatura del Sindaco Gandolfi. I commenti che si sono sin qui susseguiti sono per la gran parte originati e commissionati dalla paura, vuoi vedere che giocare d’anticipo può pagare. Pensa un po’ che il Sindaco aveva già anticipato anche a Curno la notizia che la Lega avrebbe partecipato in totale solitudine alle prossime elezioni, vedremo ora come agirà e si comporterà la quinta colonna, che sia anche per questo che il PDL ha subito un in calo di consensi pari solo al calo delle temperature di questo periodo? Ecco qui l’esito della scriteriata scelta di inseguire senza costrutto alcuno alleanze con la Lega. Facendo un parallelo parrebbe di vedere un amante scaricato che si ostina a bussare alla porta dell’amata, ad un certo punto ecco che la porta si apre e… appare il nuovo amante.

  31. Scritto da operaio brembo

    Andate a zappare la terra, che forse capirete cosa significa amministrare una comunita’, specialmente l’ assessore dello sport !

    1. Scritto da Aristide

      Zappare la terra? Ormai l’agricoltura è meccanizzata. Molti (non tutti) fra coloro che zappano la terra lo fanno ormai per sport, per il gusto di coltivare il proprio orticello. Siamo arrivati a tanto: gli zappatori sono divenuti sportivi! Altro che O’ zappatore, quello cantato da Merola (il cantante, non quello del merolone)! Comunque, ho capito quel che lei intendeva dire. Lei voleva dire che un amministratore pubblico dovrebbe avere conoscenza: conoscenza diretta dei problemi, o almeno di una parte di essi. Non le posso dare torto. Se posso permettermi di completare il suo pensiero, direi che un amministratore pubblico deve avere: a) intelligenza, cioè comprensione dei problemi; b) capacità di affrontare i problemi (ne abbiamo fin sopra i capelli di manager-monager, alla Schettino); c) onestà (meglio ancora: onore). Dunque facciamo voti — di là dalle distinzioni di partito — per non essere amministrati da individui stupidi e ignoranti, pavidi e incapaci, furbacchioni e sofferenti di ansia di prestazione assessorile.

  32. Scritto da Lorenzo

    Bravo Sindaco! Dalle tue righe emerge ancora una volta la voglia di onestà che ti ha caratterizzato in questi anni. Onestà che purtroppo nel nostro mondo, soprattutto in quello politico, è sempre più difficile riscontrare. La via che tu hai scelto è sicuramente la più difficile, ma fa di te una un uomo rispettabile che può guardare tutta la cittadinanza a testa alta.

  33. Scritto da Fabio Curno

    AAA…Cercasi (oltre ad Aristide) qualcuno che abbia parole positive per il Sig. Sindaco & C!!!

  34. Scritto da Fabio

    Gandolfi, io non sono di Curno ma e come se lo fossi, ho parecchi clienti nella cittadina e credimi, ti prometto che faro’ una campagna elettorale contro di te, in quanto di casini ne hai fatti veramente troppi ora BASTA. Firmato uno del PDL

  35. Scritto da Paolo Noris

    Cari tutti della redazione, raramente commento in quanto pur essendo un assiduo lettore del vostro portale < difficle da sfogliare con la nuova grafica> ritengo che esprimere un opinione sotto commento sia un poco superficiale. Ma ora mi sento di esprimere la mia, il sindaco Gandolfi e la sua giunta è composta da gente scriteriata, da gente che non si assume le proprie responsabilità e non fa il bene del paese ma solo il bene del proprio tornaconto. Un uomo che ha tradito agli inizia che non ha fatto nulla con assessori che finanziano la sorella per le feste della birra, e che usano spazi per farla. Una persona che non ha una testa che delega al segretario comunale il da farsi, NO MIO CARO SINDACO IL MIO VOTO NON TE LO DO A COSTO DI VOTARE A SX MA STAVOLTA NON SEI NUOVO SAPPIAMO DI CHE PASTA SEI FATTO E TI STO VOLENTIERI ALLA LARGA

    1. Scritto da Aristide

      Distinguere: bisognerebbe distinguere, per ben giudicare. In greco, “giudice” si dice “krités”, da krínein, che significa “separare”. Inoltre per ragionare correttamente occorre utilizzare bene gli strumenti del ragionamento, da un lato, ma occorre anche che le premesse del ragionamento siano corrette. Si sono dette molte menzogne sul conto del sindaco, altre cose — verissime — non sono a conoscenza dei più, anche se facilmente intuibili. Forse è venuto il momento di dirle, due o tre cosucce, ameno quelle che si possono dire senza affrontare il martirio. Io non so se lei abbia autentica passione politica e ami la dialettica (apparentata con la filosofia) o invece ami la politichetta e la retorica (apparentata all’arte culinaria: lo dice Platone). In ogni caso, la invito a riflettere scegliendo con cura le premesse del ragionamento e applicando correttamente le regole della dialettica. Affronterema il tema della menzogna, nelle settimane a venire. Occhio, dunque.

  36. Scritto da pinosergertit

    col cavolo che lo voto e con me la mia famiglia, non ha fatt nulla ha solo creato danni a chi lavora sul suo territorio facendo chiudere attività come la forneria, o il kartodromo, ignornado che li ce gente che ha un posto di lavoro, si è vero è fisso e quindi forse come dice monti dovrebbe essere noioso… ma io ci mangio con quello stipendio… per non parlare dell’assesore allo sport che capace solo di fare la snob!!! no mio caro il mio voto+4 scordatelo

  37. Scritto da ol resegu

    ada Gandolfi me, annè capese mia dè politica ma però ago che amò in dèl casèt ol vost prgramma, è ogni an chè psaa al lèse ma fan vèt cosa ala fac ol me Sindèch, amò negot, ansè riac ala fi, ma me ho est nègot o per lo meno poch , adès ho lèsit chè an lèsèra u volanti o cosa, scric anche in bergamasch? ada Gandolf invèntèn pio chè ate fac adoma dagn, acèta u bu consiglio, toso al tò du dè cope, e va amò dè ndo set ègni, to fet pio bèla figura…..

  38. Scritto da Fabio Curno

    Leggendo i commenti mi sembra che il Sig. sIndaco non abbia riscosso un grosso successo!!
    Complimenti anche per la scelta del periodo per iniziare i lavori al parco della Marigolda e al CV2, lo sanno tutti che fine DIcembre (del ultimo anno vicino alle elezioni) e’ il periodo migliore!

  39. Scritto da e

    Oltre ad aver sparigliato carte politiche, caro sindaco, sa dire che cosa ha fatto per i cittadini di Curno?
    Da osservatore esterno, abito a Bg, non riesco a trovare una risposta.i

  40. Scritto da ug

    Ma come è possibile che su altri giornali si parli della rottura della maggioranza a Mozzo e BGNews non ne faccia cenno?
    Non è una notizia che a Mozzo la Lega rischia le sue amate poltrone dopo 20 anni? Forse non se ne deve parlare…

    1. Scritto da mozzese

      o forse non c’è molto da dire…più di quel che è già stato detto. Almeno per ora.
      non siamo l’ombelico del mondo.
      e, direi, lasciamo perdere le dietrologie e le manie di persecuzione. Siamo adulti

      1. Scritto da ug

        non c’è molto da dire? adulti? ombelico del mondo? Il solito modo di pensare di certi “noti mozzesi”. tutto chiaro grazie.

        1. Scritto da gianluigi ubiali

          c’è molto da dire soprattutto sulle iniziali usate

  41. Scritto da Carlosan

    Sono un residente di Ponte San Pietro, quindi non elettore di Curno, ma sono interessatissimo a sapere se il Sig. Gandolfi abbia veramente oppure no, l’intenzione di aderire al Parco Locale di Interesse Sovraccomunale (PLIS) del basso corso del fiume Brembo, così come tutti attendiamo le decisioni dei sindaci di Treviolo e di Bonate sopra, mentre quelli di Presezzo e Ponte San Pietro hanno già manifestato l’intenzione di aderire. Sig. Gandolfi, per favore, dica chiaramente se proporrà o meno l’adesione del suo comune, se approverà o meno il sentiero ciclo-pedonale sulla sponda curnense dall’Isolotto fino a Roncola bassa. Ci dia una risposta, grazie.

    1. Scritto da luca

      cualsiasi cosa ti dirà non ci devi credere perchè poi non mantiene mai niente dice sempre di si a tutti ma poi non mantiene mai niente di cio che dice

  42. Scritto da Tango

    “sono stato il sindaco dei curtensi, non l’esecutore di un comitato d’affari” dice il nostro. Allora ci spieghincome mai non ha approvato il PGT mentre invece ha approvato o modificato una mezza dozzina di piani integrati del tutto al fuori di ogni programmazione urbanistica? Ci spieghi l’arcano.

    1. Scritto da Aristide

      «Allora ci spieghino come mai non ha approvato il PGT…»: mai sentito parlare della quinta colonna? Mai sentito parlare della tecnica di remare contro? Eppure il potere della burocrazia in Italia si basa proprio su una certa vieta e stramaledetta gherminella (possibile perché tollerata dall’alto, purtroppo anche perché subita dal basso: parlo in generale). La gherminella sarebbe questa: io questa pratica la posso mandare avanti o posso non mandarla avanti. In linea di principio, non la mando avanti, perché così divento importate, altrimenti non sarei nessuno. Dunque, se la mando avanti, tu quali vantaggi mi proponi? Il cittadino, o il buon amministratore, prende tempo, studia l’inghippo. E’ una specie di gioco del gatto con il topo, a parti intercambiabili. L’intreccio politico burocratico doveva essere, appunto, l’argomento del terzo numero di 24035 Curno, Bg, se le difficoltà economiche (e non solo) non avessero suggerito di soprassedere. Ricordo che l’argomento del primo numero era stato il mostro burocratico; quello del secondo numero l’ipercinetismo assessorile. Quello del terzo numero doveva essere il coronamento del discorso: il danno che i cittadini patiscono dagli accordi che burocrati (amministratori di carriera o di nomina politica) e politicanti fanno sulle teste degli amministrati, a loro spese. Però il Pedretti non voleva che la rivista uscisse, addirittura architettò la mozione della vendetta perché non uscisse più; la c.d. sinistra votava con il Pedretti. La mozione della vendetta non passò. Passò invece il concetto che discutere le ragioni della politica era considerato sovversivo, oltre che offensivo, per i signori della politica.

  43. Scritto da Miglio Verde

    Delirio di onnipotenza! Eccolo il Sindaco quasi ex, che con la penna di Aristide, scopre le carte. Mossa prevedibile e un poco in stile messaggio quasi occulto. Della serie: 5 anni fa sono stato candidato dalla coalizione Lega Pdl (allora FI e AN). Ora dopo 5 anni, scaricato dalla Lega Nord, il quasi ex lancia la sua candidatura. Prima ancora di sapere se i suoi attuali colleghi del Pdl lo vogliano ancora candidare. La mossa è chiaramente un avviso ai compari. Adesso vedremo chi ci sta con me, medita il pro tempore di Curno. Il Pdl che fa? Aspetta il congresso? Lo scarica? Lo candida? Una cosa è certa. L’omino Curnese comodamente seduto sulla poltroncina da primo cittadino è un pò come la zavorra per chi vuol stare a galla! Con lui andranno tutti a fondo. Di certo non è il salvagente che si professa. Dei suoi cinque anni non ricorderemo nulla, perchè non ha fatto nulla. Per quello che ha fatto in questi anni bastava un ragioniere o un segretario qualsiasi. Non ce ne vogliano le categorie, ma la Politica è un altra cosa.
    Tanti inutili strali senza dire nulla di concreto. Succube dei suoi compari più o meno laureati, ma più interessati agli affari che al bene del Paese di Curno.
    I cittadini desiderano la chiarezza dei fatti, non il fumo delle parole di chi è vittima de proprio delirio. Il 7 maggio sarà un gran giorno.

    1. Scritto da Aristide

      Per la serie: proviamo a ragionare. Delirio di potenza è se uno non può, e dice rodomontate del tipo “Fassi e Donizetti” non fanno parte del gruppo consiliare leghista. Poi però proprio colui che pretendeva di espellere i due consiglieri ha dovuto fare marcia indietro e quatto quatto, con la coda fra le gambe, ha dovuto creare un gruppo leghista dissidente, tutto suo. Diceva di aver fatto, ma non aveva il potere di farlo, e non ha fatto. Questo è delirio di potenza. Gliel’ho dimostrato. Lei è in grado di dimostrare quale sarebbe il delirio di potenza del sindaco? Ci provi.

  44. Scritto da Fabio Curno

    Io lo avevo votato, alle prossime elezioni non lo voto piu’.
    Non vedo risultati concreti da parte di questa amministrazione , anzi la sensazione e’ esattamente l’opposto. Assessori non all’altezza del loro incarico, scelte discutibili e completa mancanza di dialogo con la popolazione (le famose assemblee con la gente di curno ?). Comunque complimenti per il coraggio di riprovarci.

  45. Scritto da Tom Trombadil

    era ora, finalmente si è scoperto, ora inizia il bailame. chiaramente non ci basta, vogliamo sapere contenuti, programmi, candidati e chi vi sostiene,

    1. Scritto da Trombagand

      Ciao tom.
      Mi spieghi l’origine del tuo nome?
      E’ bello.
      Mi sai dire se c’entri qualcosa con il vecchio blogger straliccio?
      Vedo affinità.

      1. Scritto da Tom Trombadil

        Non conosco straliccio, il mio nome deriva da Tom Bombadil, personaggio della saga ” Il signore degli anelli”, non essendo un bombaiolo ma bensì un trom……re , ecco spiegato l’origine del nome. speriamo di aver esaudito la tua curiosità.

        1. Scritto da Trombagand

          Ecco spiegato..
          Non conosco la saga, forse ne ho visto un solo episodio.
          C’entra Frodo, vero?
          Grazie
          Beh, viste le tue attitudini ti auguro, diciamo così, buon appetito…

          1. Scritto da Tom Trombadil

            Frodo non centra, il personaggio lo trovi all’ inizio del primo libro, era una persona pacifica, ospitale e amante della natura, del resto come sono io. Sua moglie si chiamava Boccador ( in italiano tradotto in Boccadoro).