BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dieci domande al presidente Formigoni

Il giornalista Gianni Barbacetto sul suo blog (è anche in home page sul fattoquotidiano.it) pone 10 domande al governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

Più informazioni su

Il giornalista Gianni Barbacetto sul suo blog (è anche in home page sul fattoquotidiano.it) pone 10 domande al governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

 

Roberto Formigoni è presidente a sua insaputa di una giunta che si sfoglia come un carciofo. Gli stanno arrestando a uno a uno i suoi assessori ed ex assessori (Piergianni Prosperini, Franco Nicoli Cristiani, Massimo Ponzoni), ma lui non si accorge di nulla, non vede alcun problema, non accetta alcuna responsabilità. È in cella anche il suo amico ciellino Piero Daccò, per i magheggi del San Raffaele.

Sotto processo sono stati o andranno uomini a lui vicinissimi (da Marco Giulio Mazarino De Petro ad Alberto Perego), eppure “il Celeste” non muove un sopracciglio.

Noi proviamo a rivolgergli dieci domande, invitandolo a risponderci, se sa e se può.

1) Presidente Formigoni, perché ha ricandidato Massimo Ponzoni nel 2010, quando già era nota l’indagine per bancarotta a suo carico e già si conoscevano anche i suoi imbarazzanti contatti con uomini indagati per appartenenza alla ’ndrangheta?

2) Perché nel 2010 ha candidato – e addirittura nel suo listino, con elezione assicurata – Nicole Minetti, che aveva come unico merito in curriculum quello di essere indicata come l’ “igienista dentale” di Silvio Berlusconi e poi si scoprirà essere invece l’organizzatrice delle feste di Arcore?

3) Perché, dopo il blocco della sua lista elettorale per firme irregolari, si è rivolto agli uomini della P 3, specialisti in interventi e pressioni illegittime presso magistrati “amici”?

4)Come spiega Memalfa, misteriosa fondazione di Vaduz, “cassa comune” del suo gruppo di Memores Domini, controllata da due di loro, il tesoriere delle sue campagne elettorali, Alberto Perego, e il suo segretario, Fabrizio Rota?

5) Come spiega che ad alimentare i conti di Lucerna e di Chiasso di Memalfa arrivano i soldi provenienti da una società di nome Candonly, controllata nel tempo da tre suoi cari amici e collaboratori (Perego, Rota, De Petro) e dotata di conti esteri (alla Lgt Bank di Vaduz, Bsi di Zurigo, Beirut Ryad Bank e Barclays Bank di Londra, Ing Bank di Amsterdam)?

6) A Candonly arrivano, tra il 1995 e il 2001, 829 mila dollari provenienti da Alenia Marconi (gruppo Finmeccanica). Un manager di Alenia, Giancarlo Elmi, li spiega come un “ringraziamento” per un appalto da 20 milioni di dollari in Iraq. Lei, Presidente, come li spiega?

7) A Candonly arrivano, tra il 1998 e il 2003, oltre 700 mila dollari dalla società Cogep (tra i fondatori della Compagnia delle Opere), che aveva ottenuto, grazie a Lei, assegnazioni petrolifere dall’Iraq di Saddam. Come li spiega, Presidente?

8) Sui conti di Candonly affluiscono anche misteriosissimi soldi da Cuba e dall’Angola. E nel 2003 arrivano 50 mila euro da Agusta. Proprio quell’anno, Lei, Presidente, aveva fatto comprare dalla Regione un elicottero Agusta A-109 E Power. Come spiega questi flussi finanziari?

9) I soldi che arrivano da Alenia, Cogep, Agusta, da Cuba e dall’Angola finiscono: su un conto cifrato presso l’Ubs di Chiasso intestato a De Petro; alla Bsi di Chiasso, conto Paiolo, beneficiario Perego; su un paio di conti correnti della banca Falck & Cie di Lucerna e di Chiasso, intestati alla Fondazione Memalfa. Come spiega, presidente Formigoni, questo vortice di conti esteri?

10) In uscita, Memalfa bonifica denaro al conto Paiolo di Chiasso e a un altro conto presso la Bsi di Zurigo. Di entrambi, il beneficiario è Alberto Perego. Lei non ne sa nulla, Presidente?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enzo Vito

    MA BERGAMO NEWS E’ SEMPRE IN CAMPAGNA ELETTORALE?

  2. Scritto da nino cortesi

    Ma come si fa a sbarazzarci di questi governanti? E’ questa la cosa che ci fa impazzire

  3. Scritto da ghino di tacco

    Bisogna ricordare che il genero di Dacco’ invischiato nell’affare san Raffaele evasore fiscale ricercato da circa dieci anni con residenza a Londra,possessore dei super yacth da cui il suo sodale Formigoni si tuffa in costa smeralda,è l’assessore regionale Buscemi,tutti di CL,che dire di assessori regionali e consiglieri che sono invischiati in affari di tangenti e scandali al confronto il PSI e la DC erano dei dilettanti gli allievi hanno superato i maestri.In verità a capo di questa setta regionale c’ è un soggetto di Cl che nemmeno Barbaceto nomina che è Nicola Maria Sanese direttore generale inamovibile non eletto delega alla sanità mi pare,stipendio da nababbo,exdc 5 legislature,organizzatore del meeting di rimini,andreottiano,la leggenda vuole che Formigoni l’ha voluto quando vinse la prima volta,e da allora è li,ma la Lega Nord che cavolo è li per cosa,Belotti sveglia,frosio scendi dalla valle.

    1. Scritto da dark

      Esattissimo. Sanese fu segretario di Andreotti. Un dc che fa scappare i pescecani di ogni lega….
      E’ lui l’architrave del trust fornicone

  4. Scritto da giulia

    Egregio Sig . Barbacetto lei puo ‘ depositare un ‘istanza presso il Tribunale di Milano ed anche costituirsi parte civile. Qualora pero ‘ le sue affrmazioni dovessero risultare infondate ,penso lei debba calcolarlo a discapito del suo portafoglio. E poiche ‘ non mi risultano esser aperte indagini in capo al Sig Formigoni che tutelerebbero comunque lei giornalista per art 10 su violazioni di segreto investigativo, resta il fatto che le sue affermazioni possono esser anche sgradite al Sig Formigoni che presumo,signore qual ‘e ‘ evitera di citarla in giudizio avendo di lei pena. inoltre sui numeri delle firme calcoli ora una in piu ‘,la mia. .Se poi lei non concorda col Governo Monti , Formigoni ed il 50 % degli italiani che han votato PdL , be ‘ puo ‘ recarsi in qualsiasi altro Stato che piu ‘ le aggrada. Firmato Calvi

    1. Scritto da PAOLO

      svegliati!!! l’unico ciellino doc è stato Don Luigi Giussani e chi lo ha veramente seguito. Non certo il Formiga che ha messo su una combriccola come la C.D.O.

    2. Scritto da PAOLO

      svegliati!!! l’unico ciellino doc è stato Don Luigi Giussani e chi lo ha veramente seguito. Non certo il Formiga che ha messo su una combriccola come la C.D.O.

    3. Scritto da ghino di tacco

      Ma che segreto investigativo del cavolo,lei nega che Prosperini,ponzoni,abelli,gariboldi,dacco’,grossi,verzè,mi scuso con quelli di cui dimentico il cognome qualche problemino con la giustizia,non hanno fatto affari con la Regione?la domanda che tutti si pongono è ma chi è il presidente della Regione l’orso yoghi,willie il coyote,o Roberto Formigoni,cara Giulia era meglio che stava zitta,poi proprio voi invitate ad andare dai magistrati che fegato,avete proprio la faccia come il c..o.Anzi ringraziamo il parlamento che in un momento di lucidità ieri ha bocciato la proposta di legge del leghista Fava la cosidetta SOPA,altrimenti col piffero che potevamo commentare queste notizie.

  5. Scritto da Camicia rossa

    Tanto per dire Ponzoni era assessore all’ambiente nella precedente giunta…a parole poi la Regione si fa bella per il suo interesse all’ambiente! In verità correva voce che il nostro fosse un amante della neve, non quella di questi giorni però…

  6. Scritto da Pietro

    Grande Barbacetto, una cosa in più perché non si fa un’indagine sulla sanità in Lombardia? Perché non si cercano i reparti psichiatrici dove i pazienti vengono legati al letto durante la notte? Ora che si è ottenuta la riforma degli OPG? Perché da molti comuni stanno sparendo gli Assistenti sociali, progressivamente sostituiti dagli assessori della lega? Perché gli incarichi dirigenziali vengono ripartiti a seconda della tessera che hai in tasca senza la minima considerazione del merito? Perché qui si può fare un’operazione d'”eccellenza” (che poi è tutta da discutere), ma un homeless rischia di morire per strada? Quanto è peggiorata la nostra regione da quando questa congrega leghista/ciellina (che grida vergogna al cospetto di Dio) si è insediata?

  7. Scritto da sergio

    Ovviamente perché è un ingenuo e non sa fare il suo dovere di politico attento agli interessi dei lombardi, perché se così non fosse, sarebbe un………non oso e non posso adottare aggettivi o sostantivi appropriati, per un uomo di potere che ingenuo sicuramente non è.