BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Abiti, confetti e fiori Le nozze senza crisi

Ornella Schenatti, della Ciesse Servizi Srl che organizza BergamoSposi, alla vigilia dell'apertura della kermesse sulle nozze racconta le sfide del settore e le novità.

Più informazioni su

La storia dei primi sei anni della nuova gestione di “rilancio” di BergamoSposi potrebbe sovrapporsi, a ben vedere, alla storia dell’imprenditoria bergamasca la cui ferrea volontà e l’impegno instancabile sono ormai diventati l’archetipo del successo e dell’intraprendenza. Quando è approdata nelle mani della Ciesse Servizi Srl, BergamoSposi era reduce da otto anni di vecchia gestione e sembrava non aver ancora trovato il taglio vincente per conquistare la sua fetta di mercato nel panorama delle fiere di settore dedicate al matrimonio.

Alcuni fattori sicuramente potevano aver inciso negativamente, quali, per esempio, l’iniziale mancanza di una struttura stabile. Tuttavia, nemmeno il trasferimento nei nuovi padiglioni della Fiera di Bergamo riuscì a imprimere quell’impulso decisivo per farla decollare.

"Sei anni fa, nonostante la manifestazione fosse ormai in declino, abbiamo accettato di raccogliere la sfida – spiega Ornella Schenatti che, all’interno di Ciesse Servizi srl, è responsabile e riferimento di BergamoSposi -. Sebbene non fossimo particolarmente esperti nel settore matrimonio (la nostra società si occupa di numerose fiere di successo ma al tempo non avevamo conoscenza approfondita di quel segmento di mercato) decidemmo di tentare ugualmente questa nuova avventura avvalendoci, tra l’altro, anche di un consulente esterno che con la sua esperienza potesse supportarci in questo nuovo settore. Inizialmente abbiamo cominciato a pianificare il lavoro partendo dalle cose che non ci erano piaciute, quali i percorsi, la disposizione delle aziende e il layout espositivo. Desideravamo dare a tutte le aziende la stessa visibilità garantendo a ognuno di loro di ricavare il massimo dalla partecipazione alla fiera. Non nascondo che è stato molto faticoso far decollare BergamoSposi e sostituire alla vecchia immagine quella nuova che nel tempo siamo riusciti a conquistare.

Quali sono state le mosse “vincenti” che hanno portato BergamoSposi al livello attuale?

Innanzitutto, un’attenta selezione delle aziende espositrici e un’ottima diversificazione delle merceologie presenti. Ogni settore, dall’abito alla location, dal fotografo al ristorante, ha la stessa rappresentanza numerica in termini di aziende espositrici: l’obiettivo è quello di evitare la prevalenza di un settore rispetto a un altro. Abbiamo infatti preferito puntare su tutto quello che ruota intorno alla cerimonia pura, lavorando e ampliando la presenza delle merceologie che al tempo erano poco rappresentate. Devo dire che, in tutta onestà, abbiamo fatto un bel salto di qualità: oggi tutti apprezzano e conoscono BergamoSposi. Perché piace, è gradevole, perché abbiamo allestito quattro corridoi in cui le aziende si alternano evitando di creare zone troppo estese dedicate a un solo prodotto. Sul percorso si trova tutto quello che può servire per la cerimonia, dalla “a” alla “zeta”. Un’altra innovazione che abbiamo apportato è stata quella di inserire un’area eventi nella zona finale del padiglione, molto bella e molto elegante per consentire la massima valorizzazione di tutte le merceologie presenti attraverso eventi studiati “ad hoc”.

Quali sono le novità di BergamoSposi 2012?

Quest’anno tutte le coppie che verranno in fiera avranno la possibilità di partecipare a un concorso e di vincere un viaggio di dieci giorni alle Maldive per due persone, numerosi gioielli, un volo in elicottero e la ripresa video del giorno del loro matrimonio: in totale un montepremi di oltre settemila euro. I premi sono offerti dalle aziende espositrici e questa è un’ulteriore conferma di quanto le aziende stesse credano in questa manifestazione e investano volentieri per continuare ad accrescerne la qualità della proposta.

Ci pare di capire che avete curato con la massima attenzione anche agli eventi stessi, avendo come obiettivo quello di offrire sempre qualcosa di nuovo e di alto livello.

Il programma degli eventi di BergamoSposi è forse uno degli elementi di punta che ci contraddistingue dalle altre manifestazioni del settore. È, infatti, molto ricco e non si limita alla classica sfilata di abiti da sposa della domenica pomeriggio, bensì si estende per tutti i tre giorni della Fiera. Inoltre siamo riusciti a coinvolgere anche le giovani coppie organizzando sfilate, concorsi, corsi di portamento e momenti in cui loro stessi diventano “protagonisti in fiera”. Per fare un esempio, una modella che ha lavorato in passato per le grandi firme della moda e che presenterà anche gli eventi di BergamoSposi, terrà una lezione di portamento per le “modelle-future spose” che dovranno sfilare, ma non solo. Piccoli trucchi, accorgimenti e dettagli preziosi saranno rivelati nel corso della lezione a tutte le coppie che vorranno partecipare. Non è semplice indossare un abito importante, magari con un lungo strascico, così come portare i tacchi alti per chi in genere indossa “ballerine” o scarpe comode può rivelarsi un’impresa non da poco.

Quindi eventi spettacolari ma anche molto utili per i futuri sposi.

Abbiamo reso spettacolare ogni evento, e ogni settore ha il suo momento di visibilità. Dall’agenzia di viaggi, che inscena balli polinesiani, allo show di trucco e acconciatura in diretta, dai corsi di cucina, catering, buffet, preparazione e taglio della torta, tutto è motivo di spettacolo ma sempre con un occhio al buongusto, con tante novità e un pizzico di follia, quel tanto che consente di intrattenere e al tempo stesso fornire utili consigli al pubblico presente.

Come si potrebbe sintetizzare la filosofia di BergamoSposi?

La nostra filosofia si esprime in due parole: valore aggiunto. Da un lato, ci preoccupiamo di valorizzare al meglio ogni merceologia dando valore aggiunto alle aziende espositrici. Chi ha voglia di mettersi in gioco, con proposte o eventi particolari, è sempre ascoltato, anche se questo implica per noi un impegno e un ulteriore sforzo organizzativo, oltre a investimenti importanti. Dall’altro lato, ci sforziamo di offrire al pubblico un motivo in più per raggiungerci e visitare i nostri padiglioni. E devo dire che da un po’ di tempo a questa parte ricevo conferme e apprezzamenti da parte anche di altri operatori che ben conoscono l’offerta fieristica del settore. Questo mi rende orgogliosa e rappresenta una ulteriore conferma che abbiamo intrapreso la strada giusta. Non ultimo, poi, l’apprezzamento anche da parte delle giovani coppie, ben disposte a percorrere anche lunghe distanze per farsi un’idea dell’offerta e poter così effettuare paragoni grazie alla nostra fiera. Le coppie valutano in modo più mirato e selettivo il professionista al quale affidare il loro giorno più bello. Ultimamente qualcuno, data la crisi, investe un po’ meno; sicuramente la maggior parte cerca di individuare il miglior rapporto qualità prezzo, anche se per il matrimonio qualche sacrificio in più si è sempre disposto a farlo.

Grazie alla vicinanza all’aeroporto e ai voli low cost, BergamoSposi sta assumendo una dimensione internazionale tanto da divenire una meta sempre più ambita anche dalle coppie europee…

In effetti devo dire che, con un po’ di sorpresa, ho ricevuto numerosi contatti che confermano la risonanza anche oltre confine della nostra fiera. Subito dopo l’edizione dell’anno passato, per esempio, un fiorista di Bergamo ci ha comunicato che stava allestendo una location per due sposi inglesi che, da Londra, erano venuti a visitare BergamoSposi e avevano preso spunto per alcuni dettagli del loro matrimonio. Le presenze straniere non devono però stupire, in quanto Bergamo è sempre più conosciuta per quel gioiello di inestimabile valore quale è Città Alta. Molti turisti stranieri se ne innamorano, tanto da decidere di venire a sposarsi qui. Inoltre, una sartoria spagnola di Girona, una sorta di laboratorio artigianale nel quale ancora prestano la loro opera nonni, figli e nipoti e i capi di abbigliamento sono interamente cuciti a mano, ci ha contattato per venire a esporre da noi. Del resto è ormai risaputo che grazie ai voli low cost l’attrazione esercitata dal Made in Italy e dalla moda italiana, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, porta da noi decine di migliaia di turisti solo per fare shopping.

BergamoSposi è cresciuta tantissimo: ma ci pare di capire che non vi fermerete…

Per quanto concerne le prospettive per il futuro, intendiamo continuare a investire in modo da implementare il format, migliorare, aggiornare e inserire sempre cose nuove e in linea con i continui cambiamenti della nostra società. Dopo anni di duro e appassionato lavoro, BergamoSposi la sentiamo un poco una nostra “creatura”. Continueremo sicuramente a porre molta attenzione alle esigenze degli espositori e al feed back dei visitatori. Viste le conferme e le soddisfazioni che continuano ad arrivare, siamo sempre più decisi a continuare su questa strada.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.