BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Yara, legittimi i dubbi, ma non buttiamola in politica

La procura di Bergamo lascia in sospeso tanti punti di domanda, gli interrogativi di Daniele Belotti sono legittimi, ma si rischia di portare in politica un tragico caso di cronaca.

E’ successo di tutto, nel caso di Yara Gambirasio, tranne quel che era legittimo attendersi: l’arresto dell’assassino. E’ una verità alla quale di tanto in tanto si affiancano indiscrezioni di stampa che sbucano dalle pieghe del segreto istruttorio, sulla quale ora interviene anche la politica, con una petizione dell’assessore regionale Daniele Belotti che chiede la sostituzione del pubblico ministero Letizia Ruggeri.

Da un lato c’è la conta del Dna, ovvero il numero di prelievi di profili genetici, che è in continua crescita. Con una domanda di fondo, comune a molti: possibile che l’assassino vada in questura a farsi prelevare la saliva? Il magistrato, la polizia e i carabinieri hanno ribadito più volte che si può arrivare ad un sospettabile anche avendo a disposizione il profilo genetico dei suoi parenti. Ed è un tecnicismo che ormai anche il pubblico ha appreso, sui giornali e nei salotti televisivi pomeridiani della cronaca nera. C’è il magistrato del caso, Letizia Ruggeri, che nella caccia al Dna ripone tutte le sue speranze.

Dall’altro lato, però, le indiscrezioni riguardano anche un fronte non prettamente scientifico delle indagini. Quel fronte che una certa parte degli inquirenti, carabinieri nello specifico, tende a definire "l’unico vero filone di indagini serie". Vale a dire? I cani molecolari che arrivano al cantiere di Mapello, il controllo di chi lavorava in quel posto, le intercettazioni telefoniche, il fermo del marocchino Mohamed Fikri. Tappe razionali di un’indagine che si è arenata ben presto a causa delle convinzioni dello stesso magistrato, che due giorni dopo l’arresto di Fikri si convinse in modo assoluto, al di là dei dubbi dei traduttori, che l’operaio marocchino non c’entrava nulla.

Le valutazioni della procura su Fikri e non solo, lasciano tanti dubbi, legittimi (e i dubbi non sono per forza verità). Ma non c’è solo il piastrellista indagato nel lungo elenco di punti che si potrebbero o si dovrebbero chiarire. Come sono state gestite, dalla procura della Repubblica, le risorse di polizia e carabinieri? E’ vero che alcuni uomini in divisa svolgevano indagini fin dalla scomparsa di Yara, tenendo all’oscuro altri colleghi di quanto stavano facendo? E’ vero che anche nel fascicolo contro ignoti il pubblico ministero ha raccolto elementi a carico di Mohamed Fikri che fondamentalmente non voleva inviare al gip per la richiesta di archiviazione? E infine perchè, nel mezzo del maestoso lavoro che si sta facendo sul Dna, non si consente alla famiglia Gambirasio di avere accesso agli atti tramite un esperto?

L’assessore regionale Daniele Belotti ha fatto suoi tutti quei dubbi, sia intervenendo in televisione nei mesi passati, sia nella petizione che ha preparato in questi giorni che vorrebbe sottoporre a molti amministratori locali. Dubbi legittimi, ripetiamo, ma Belotti sa bene che con un documento ufficiale firmato da lui e magari da una serie di sindaci, si va oltre. Si porta in politica un caso tragico, quello di Yara Gambirasio. E si rischia di dare avvio ad una serie di polemiche tra fronti politici opposti. "Sostituiamo il pubblico ministero Ruggeri", dice Belotti. Supponiamo che arrivi una sostituzione. E se anche il nuovo magistrato non riuscisse a risolvere il caso? Dovremmo immaginare a quel punto l’intervento di un altro partito per chiedere la sostituzione del titolare delle indagini, forse. In Italia i grandi gialli non sempre si risolvono (Garlasco, Perugia e tanti punti oscuri sulla vicenda del mostro di Firenze solo per dirne alcuni). La politica che interviene nei confronti della magistratura può tenere alta l’attenzione a volte, anche al prezzo di creare tanta confusione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Boldrini Stefano

    2di 2
    come ho detto in altra lettera, che spero di vedere inserita in questo sito, con tanti altri chiarimenti inseriti, dicevo ” finendo altra lettera “1di 2″che il signore parolisi non potendo essersi lavato” in tale sito dove si presume che abbia accolt. come un dannato la vittima ” quindi tutto sporco di sangue poi abbia toccato la figlia, e poi è tornato in auto a casa: e sia nei vestiti della figlia ancora sudaticci ritrovati da chi pone le ricerche,sia nell’auto che era ancora sporca non lavata di fresco dove hanno cercato gli inquirenti,non s’è trovato una sola traccia databile di quel dì”sangue della vittima uccisa” questo dice molto di chi detiene ingiustamente per ora parolisi.

  2. Scritto da Boldrini Stefano

    1di 2
    salve d.n.a. = sangue sulla vittima = prova solo che una persona ha sanguinato = e il tutto s’è posto nella vittima, quindi prove d.n.a. servono = a determinare che si stà cercando a “360gradi” ma non prova altro.
    poi se si usano metodiche di esperienza antica, come chi avesse perso tale sangue = con interrogatori = che comprovasse date luoghi e altro, da li si potrebbe ipotizare un eventuale arresto di tale o tali presunti colpevoli.
    per il caso parolisi.
    non hanno trovato una sola prova d.n.a. sulla minore = vestiti di quel dì, e nemmeno nella vettura di parolisi, che era ancora sporca prima dela perquisizione, e chi era nel chiosco, non vide parolisi andare in w.c. a lavarsi.

  3. Scritto da WKA

    Avanti Belotti!

  4. Scritto da simone

    visto che molti difendono l’ultras Belotti affermando che la sua richiesta non ha niente a che fare con la politica, soprattutto in vista delle votazioni a Brembate, bisognerebbe informarsi se ha chiesto di firmare la istanza di cambio magistrato a tutti gli amministratori locali, rossi verdi e blu, o solo agli amministratori leghisti… perchè se la richiesta di firma è stata fatta solo ai leghisti allora si che volontariamente ha usato un fatto di cronaca nera per un risalto in vista delle votazioni, il caro furbetto Belotti…

    1. Scritto da Brembatese

      se leggessi prima di commentare ti saresti accorto che belotti la richiesta l’ha inviata a tutti i sindaci e parlamentari bergsmaschi, quindi di ogni colore politico. Io sono di sinistra ma devo ammettere che belotti stavolta dice quello che tantissimi pensano ma che non hanno il coraggio di dire. Su Yara ci sono stati troppi errori.

      1. Scritto da Simone

        Se sapessi invece di parlare a vanvera, sapresti che non a tutti i sindaci l’ha inviata!!! E non fingere di essere di sinistra caro il mio leghista, barbaro sognante

        1. Scritto da Brembatese

          ma scusa come fai a sapere che non l’ha inviata a tutti i sindaci? Se lo dichiara sarà vero visto che non c’è stato nessun sindaco che lo ha smentito. Ma per caso sei il mago otelma visto che non credi che io sia di sinistra? il problema però non è belotti che ha il merito di sollevare il caso, ma le indagini su yara che non hanno portato assolutamente a niente. Tu sei contento che l’assassino sia ancora in giro?

  5. Scritto da Lucano Ongaro

    il sig. Belotti dovra’ chiarire che cosa intende per inadeguatezza “morale” del P.M. D.ssa Ruggeri,altrimenti puo’ essere accusato di diffamazione.

  6. Scritto da Franco Pansera

    Non è questione politica ma il magistrato è stato troppo labile col marocchino ….. doveva interrogarlo di più. Lui sa ma essendo marocchino non parla e non parlerà se riescono ancora a trovarlo.

  7. Scritto da L'Aquila Stefano

    ho sempre avuto un dubbio in merito alle indagini della Ruggeri, magari è stato detto e scritto ma a me è sfuggito e chiedo a voi una conferma…ma al marocchino Fikri fermato sono state rilevate solo le impronte digitali o gli è stato fatto anche il test del DNA???..oltre a nn avergli perquisito l’auto…scusatemi se penso sempre male ma se così fosse altro che toglierle l’indagine

  8. Scritto da Bob

    Durante le ricerche del corpo, le inquadrature dei ricercatori che camminavano in fila indiana, e non a ventaglio, erano emblematiche: per forza che non la trovavano! Troppi incompetenti, troppa gente che occupa posizioni senza averne la capacità. Troppi Trota…

  9. Scritto da carlo salvioni

    Belotti ancora una volta dimostra la sua totale ignoranza istituzionale. La magistratura e il potere legislativo ed esecutivo ( di cui il predetto fa parte) sono costituzionalmente separati. Ogni tentativo di confondere le acque è eversivo. Eventuali sostituzioni dell’inquirente spettano esclusivamente ai suoi superiori : il Procuratore Aggiunto di Bergamo o il Procuratore Generale di Brescia. Eventuali interferenze esterne sono solo motivo di turbamento degli equilibri istituzionali e portano all’aggravamento del problema e non alla sua soluzione.

    1. Scritto da ivan

      Queste interferenze politiche appaiono oggi, a distanza di un anno e più dalla tragedia,strumentali, inopportune ed imperdonabili; l’assessore regionale bergamasco Belotti, già consigliere regionale da anni, sarebbe credibile se spiegasse come ha fatto a non capire e a non approfondire come operava il consigliere regionale Nicoli Cristiani ” alle sue spalle” in materia di cave, di discariche, di rifiuti speciali pericolosi per la salute di tutti i lombardi e relative tangenti, visto che il Territorio e i rifiuti fossero e siano ambiti esclusivi del suo delicato assessorato. In mancanza di questi chiarimenti la sua iniziativa appare obiettivamente una vergogna!

    2. Scritto da Ma in difesa di chi?

      Perciò nessuno deve disturbare è questo che ci vuoi dire? dove sono le istituzioni, che hanno lasciato spazio ad un Belotti, invece di fare loro il passo di chiedere che oramai e con tutti i mezzi e soldi messi a disposizione di questi Signori si arrivi a fare un passo in avanti?. Ricordo che il corpo è stato trovato per caso grasie a Dio, sennò nemmeno un corpo sul quake piangare avevano i genitori.Ignorante forse ma non indifferente ad un caso simile.

  10. Scritto da greatguy

    quindi??? tutti zitti e avanti cosi??? ripeto dopo piu di un anno ancora non hanno una vaga idea di cosa sia successo altro che di chi sia stato…e in piu fanno gli arroganti…ma mano male che qualcuno porta alla luce la questione…ma che scherziamo?!?!?! bravo Belotti!!! (x questa iniziative del resto non mi frega nulla)