BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Partita rinviata, Marino: serve stadio migliore fotogallery

Il direttore tecnico dell’Atalanta sulla decisione di non giocare la gara col Genoa: “Ci scusiamo con i tifosi, ma non dipende da noi. Gli impianti sono fatiscenti, e per rifarli c’è l’ostacolo della burocrazia”.

Più informazioni su

Tra le polemiche per la tempistica della decisione e i fischi del poco pubblico presente, alla fine l’arbitro ha deciso di rimandare Atalanta-Genoa a data da destinarsi viste le condizioni del terreno di gioco e degli spalti. Una scelta che non dipende dalla società nerazzurra, ma che il direttore tecnico Pierpaolo Marino ha provato a spiegare nella sala stampa del Comunale: “C’è stato un dibattito tra le varie parti in causa e alla fine secondo me è stata presa una decisione saggia – le parole di Marino -. Sono stato sugli spalti e ho potuto vedere che la situazione era critica. Ci scusiamo con gli eroici tifosi che sono venuti, ma purtroppo la decisione non è dipesa da noi. Non c’è ancora una data per il recupero, la fisseremo tra noi, Genoa e Lega”. C’è chi punta il dito proprio contro la Lega Calcio, per la scelta delle date e degli orari delle partite: “Non accuserei la Lega per la compilazione dei calendari, diversamente non potevano fare, piuttosto parliamo di questi stadi che sono fatiscenti e hanno molti settori scoperti. L’Italia meriterebbe stadi migliori, perché siamo un Paese all’avanguardia nel calcio. Il Portogallo, con tutto il rispetto, ha impianti migliori dei nostri ad esempio. Po ci sono imprenditori come il nostro presidente Percassi che vogliono costruire nuovi stadi ma devono aspettare due anni anche solo per un permesso. Speriamo ci sia un Governo che metta in condizione il calcio di fare gli impianti che merita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da precisazione

    BgNews: non e’ stato l’arbitro a rimandare la partita,sono stati prefetto e questore per l’incolumità degli spettatori. L’arbitro aveva ripreso a riscaldarsi regolarmente in quanto il campo secondo lui era agibile.

  2. Scritto da conte

    giusto, uno stadio coperto e riscaldato, con poltroncine singole e attacco cuffie……………… in siberia vi manderei a giocare con i ramponi !!!!

  3. Scritto da pavel

    le tribune son coperte quindi tutto a posto, il campo era praticabile quindi tutto a posto, qualcuno scrive quante persone (biglietti più abbonamenti) bisognava accomodare nelle curve e nei distinti?
    ci voleva tanto a spalare un pò di gradoni? perchè alla fine si parla di questo, il resto son chiacchere che avanzano (bergamo è ai piedi delle alpi non in Tunisia e siamo a febbraio non ad agosto, quindi per fortuna nevica ogni tanto)
    ***
    alla fine tempo di decidere la sospensione sarebbe già finito il primo tempo, ancora un’oretta e finiva tutto.
    tutta la neve scesa dalle 20 a notte inoltrata non c’era ancora
    così il pubblico non si muoveva per niente, sarebbe defluito alle 20 senza sovrapporsi al traffico pre cena.
    ***
    una vicenda gestita da DILETTANTI!!!!!!!
    assumersene la responsabilità almeno

  4. Scritto da polaroid

    Marino vuole lo stadio nuovo… non sono nemmeno capaci di sgombrare da un po’ di neve (una volta all’anno…) questo che hanno… e poi basta con questa lagna che è sempre colpa di qualcun’altro… avessero fatto la loro parte a sgombrare gli spalti!

  5. Scritto da ogni scusa è buona per chiedere lo stadio nuovo

    partita infrasettimanale di sera ad inizio febbraio? E cosa volevate, un sole da spaccare le pietre

  6. Scritto da pota

    ga resù sà nel 2000 e an ga ù stade che al fà pietà!

    1. Scritto da Tone

      Perchè? Perchè i g’ha mia oia de fa vià tri ghei de nif? Ta racomande!

  7. Scritto da Paolo

    Avete bloccato una città.La società Atalanta,vedi Percassi,guadagna money e noi cittadini ne subiamo solo i danni.La città non è l’Atalanta.

    1. Scritto da delirio

      se ti spieghi meglio ci fai un favore, perchè così com’è più che un commento, ciò che hai scritto mi sembra un delirio.
      Bloccato una città? Ma eri a Bergamo ieri?

  8. Scritto da DONI

    VERAMENTE FOLLE .A bergamo siamo governati da persone INCOMPETENTI e DISORGANIZZATE. Quando c’è da prendere una decisione tutti si nascondono dietro ad un laconico , NON E’ DI MIA COMPETENZA, mentre quando devono riscuotere soldi a noi poveri cittadini e tifosi , decidono subito. e’ giunta l’ora di cambiare.
    Invito tutti i tifosi a lasciare lo stadio vuoto in occasione del recupero di questa partita.

  9. Scritto da gabriele

    bergamo città di alpini che non riesce a giocare una partita di calcio per qualche cm di neve previsto e caduto con regolarità…incredibile!!!!!
    prima di tutto serve tornare ad essere bergamaschi non solo con il bla bla ma nella concretezza, per esempio spalando la neve è così semplice
    se ci lasciamo prendere dalla lamentite e dalla “colpaaltrite”(=”è sempre colpa di qulcun altro”) en va mia bè…

    1. Scritto da Marco

      Il problema è che chi prende le decisioni non è bergamasco. Fai un giro in questura e prefettura! Quindi è giusto che accadano queste vicende.
      Poi secondo me c’è una spintarella della combriccola della dirigenza Atalantina, per cercare consensi al progetto immobiliare del centro commerciale dello stadio.

      1. Scritto da giupì

        Prope issé. Sotto la neve, pane, recitano i nostri vecchi.
        Panem o circenses? Io voto per il pane, il circense può rimanere dov’è.
        Viva il Parco Agricolo della Grumellina.

      2. Scritto da Riccardo88

        mamma mia! evviva la dietrologia… non capisco cosa ci sia di bello nel voler trovare sempre qualcosa di losco, qualche sotterfugio! Non se ne può più! Primo di questi stadi che devono chiudere per un cm di neve, secondo di questi amministratori incompetenti che potevano decidere fin dal pomeriggio conoscendo gli spalti dello stadio e terzo di chi immancabilmente vede complotti/nefandezze ovunque! Soprattutto di questi ultimi!!

        1. Scritto da enrico

          Dai Riccardo, bastava spalare i 3 centimetri di neve che c’era sui gradoni…