BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Celentano vuole Grillo per un duetto a Sanremo?

L'ipotesi fa tremare i polsi ai dirigenti della rai. La lancia il Secolo XIX che annuncia un possibile duetto a Sanremo, nella terza serata, con protagonisti Adriano Celentano e Beppe Grillo.

L’ipotesi fa tremare i polsi ai dirigenti della rai. La lancia il Secolo XIX che annuncia un possibile duetto a Sanremo, nella terza serata, con protagonisti Adriano Celentano e Beppe Grillo.

Il quotidiano ligure butta lì la bomba composta da una serie di coincidenze e indizi: Celentano e Grillo si sono già ritrovati insieme il 3 dicembre scorso, per uno spettacolo di beneficenza in favore degli alluvionati liguri. La terza serata di Sanremo avrà uno spazio dedicato anche alla tragedia dell’alluvione che ha colpito anche il capoluogo di regione, e si dice che Celentano vorrebbe con sé proprio Grillo per bissare l’evento di due mesi fa. Ma si tratta davvero di una vicenda che, se dovesse essere confermata, avrebbe dello storico. Perché Beppe Grillo – a parte alcune interviste – non appare in Rai dal 1993, quando la cosiddetta Rai dei professori lo convinse a tornare in tv con il suo Beppe Grillo Show: due puntate, evento televisivo e poi l’ostracismo definitivo. In casa Rai arriva già il «no» (scontato) del consigliere Antonio Verro: «Spero che Celentano non abbia tutta questa autonomia. Dare a un personaggio come Celentano l’autonomia sulle prestazioni artistiche e sui suoi famosi silenzi va benissimo, ma che possa decidere anche gli ospiti non lo so. C’è una direzione artistica. Io Beppe Grillo non lo inviterei». Potrebbe trattarsi semplicemente di una voce – una delle tante pre-Festival – ma con Celentano tutto è possibile. Persino quel che appare altamente improbabile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Solo due così possono dire la verità fino in fondo.

  2. Scritto da Vito

    Il Signor Beppe Grillo e’ un qualunquista

    1. Scritto da un qu@lunquista

      Dal sabatini Coletti, qualunquista: “Chi mostra un atteggiamento pregiudizialmente e indistintamente polemico e critico nei confronti delle ideologie politiche e delle istituzioni pubbliche”. Come non esserlo, dopo gli atteggiamenti disonorevoli dei cosiddetti onorevoli? sacrifici x tutti fuorchè x loro! E già che ci siamo, qualcuno è in grado di spiegare perchè tutti, sono passati dal retributivo al contributivo, ma solo gli onorevoli hanno diritto a 1300 € di rimborsi? A noi manco un cent. Perchè? vogliamo scommettere che i soldi parcheggiati in un non meglio precisato fondo, a fine legislatura se li ripigliano tutti? P.S. i qualunquisti sono stimati al 7%, in crescita. Meglio loro o … i forconi?

  3. Scritto da milly.67

    Figuriamoci se I SERVI della RAI fanno parlare Grillo….hanno troppa paura della VERITA’ !!
    Vai Beppe, ci vediamo nel 2013 e finalmente tornerò a votare dopo tanti anni con gusto.
    MOVIMENTO 5 STELLE e basta….il resto è noia.

  4. Scritto da baluba

    Chi ha paura del … Grillo cattivo?

  5. Scritto da PIO

    E NOI PAGHIAMO IL CANONE
    POERA ITALIA