BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo solo 1 su 10 rientra al lavoro

La mancata ripresa produttiva non permette a chi ha perso il lavoro di rientrare nel ciclo produttivo. E' quanto emerge dal rapporto annuale sulle relazioni industriali curato da Confindustria Bergamo.

Più informazioni su

La ripresa produttiva in provincia di Bergamo non decolla. La conferma arriva dai dati del rapporto annuale sulle relazioni industriali curato da Confindustria Bergamo ed in particolare il capitolo riguardante l’occupazione sul territorio orobico. L’indagine riferisce che il dato occupazionale è in leggera flessione rispetto al 2010. Le riduzioni di personale e le cessazioni di attività hanno dispiegato i loro effetti in particolare nel corso del terzo trimestre, quando sono stati dichiarati 358 esuberi, circa la metà nel settore metalmeccanico.

A questi si aggiungono altri 123 esuberi ufficializzati nell’ultima parte dell’anno, mentre altre 232 persone hanno perso lavoro per dichiarazione di cessata attività.

Anche nel 2011 gli interventi di riduzione del personale hanno comportato l’offerta di strumenti di flexsecurity, vale a dire percorsi formativi a valere sui fondi pubblici disponibili, operazioni di comando-distacco per favorire la sperimentazione di nuove occasioni di lavoro, processi di ricollocamento individuale o collettivo, un sostegno economico aziendale integrativo delle erogazioni a carico dell’Inps. 

"Nonostante questi sforzi – affermano dalla sede di Confindustria Bergamo – le ricollocazioni effettivamente prodotte sono risultate complessivamente contenute, inferiori al dieci per cento delle dichiarazioni di esubero. I piani aziendali di supporto alla ricollocazione sono apparsi poco praticati per una diffusa carenza di richieste del personale destinatario delle proposte". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lori

    A marzo ormai sono 3 anni che sono disoccupata e mai nessuno mi ha chiamato neanche per un colloquio di lavoro ! Forse sono troppo vecchia ( 48 ) ma quando avrò 65 anni come farò a percepire la pensione se non raggiungo i contributi necessari ? Certo forse potrei versarli io pagando ma con quale entrata me li potrei permettere ? Povera ITALIA dei furbetti forse mi manca questo attributo……

  2. Scritto da ghino di tacco

    Fatelo presente alla coppia più bella del mondo,anzi al trio Lescano Monti-Fornero-Mercegaglia,che il posto fisso è monotono,che non è una canzone degli Skiantos,l’art.18 va abolito forse per due come quelle va abolito anche qualcosa d’altro.MERCEGAGLIA FACCIA RIENTRARE I CAPITALI CHE HA LOSCAMENTE PORTATO ALL’ESTERO.