BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Regione: mezzo milione per il tram delle Valli

Stanziamento straordinario unico di 500.000 euro per il 2011 a favore della Provincia e del Comune di Bergamo per lo sviluppo dell'integrazione tariffaria della Teb, la tramvia elettrica bergamasca.

Come annunciato proprio stamattina da Bergamonews, la Giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, ha deliberato uno stanziamento straordinario unico di 500.000 euro per il 2011 a favore della Provincia e del Comune di Bergamo per lo sviluppo dell’integrazione tariffaria della Teb, la tramvia elettrica bergamasca.

La tramvia è sta inaugurata il 24 aprile 2009 e il suo tracciato, lungo 12,5 chilometri a doppio binario con 16 fermate, attraversa i Comuni di Bergamo, Torre Boldone, Ranica, Alzano Lombardo, Nembro e Albino e interessa una popolazione di oltre 220.000 abitanti.

La realizzazione dell’opera era stata finanziata con un contributo di 29,3 milioni di euro da parte di Regione Lombardia che, nel biennio 2009-2010, ha messo a disposizione anche 1 milione di euro circa per l’integrazione tariffaria.

"I fondi deliberati oggi – ha commentato Cattaneo – sono il segnale concreto della volontà della Regione di continuare a garantire il servizio di questa infrastruttura tanto importante per il territorio bergamasco".

Il 31 dicembre si conclude la convenzione triennale 2009-2011 tra tutti i soggetti interessati per l’avvio del servizio: a gennaio si terrà un incontro per concordare una nuova convenzione a sostegno della Teb. Regione Lombardia ha completamente onorato la convenzione, anche anticipando contributi negli anni precedenti, come richiesto dagli enti locali. Quello approvato oggi è un contributo straordinario aggiuntivo per l’importanza che la Regione attribuisce alla Teb.

"Sono soddisfatto per questa ulteriore prova di vicinanza – ha detto l’assessore all’Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi – di Regione Lombardia al sistema dei trasporti della provincia di Bergamo. Ci impegneremo dunque perché il dialogo possa continuare".

"Come annunciato nei giorni scorsi – ha aggiunto l’assessore al Territorio e Urbanistica Daniele Belotti – i fondi sono stati deliberati. Il tram è un servizio fondamentale per i pendolari e per questo, proprio data la situazione di grave crisi finanziaria in cui ci troviamo, è importante rimarcare questo ulteriore stanziamento di 500.000 euro e, soprattutto, la disponibilità da parte dell’assessore Cattaneo a incontrare la Teb, il Comune e la Provincia di Bergamo al fine di trovare una soluzione alla copertura dei costi del servizio per i prossimi anni".

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pm

    Praticamente lo stipendio lordo annuale di un paio di “trota”.
    Se trovano i soldi per quelli, mi pare il minimo trovarli anche per il tram…

  2. Scritto da Sparviero

    Sarebbe interessante capire cosa significa “sviluppo dell’integrazione tariffaria”; mi sa che la Teb 2 per Villa d’Almè non la vedrò mai.

    1. Scritto da Damiano

      Secondo me, guardando la media delle opere pubbliche in Italia, la Teb 2 per Villa d’Almè si farà.
      Calcolando che ogni volta che c’è un debito da produrre, i governanti non si sono mai tirati indietro, direi che si farà! Probabilmente, quando un’opera pubblica produce debiti, loro (i dirigenti pubblici) ci guadagnano: altrimenti non si spiegherebbe tutta ‘sta incapacità a far quadrare i conti in positivo, nelle opere pubbliche.
      Speriamo la facciano e che (eccezione che conferma la regola) produca servizi al cittadino e non solo debiti alle casse dello Stato.
      Lei capisce che, anche se un tram non fosse firmato Pininfarina e costasse la metà, non sarebbe un problema, vero, per noi cittadini?
      Guardi cosa sbandieravano trionfanti ai quattro venti 7 mesi fa:
      http://www.bergamonews.it/politica/teb-tre-anni-di-lavori-il-tram-valbrembana%C3%A2%E2%82%AC%C2%9D
      Successi e trionfi… Non 100 anni fa… 7 mesi fa…
      Ma lei, si fida di queste persone, che non sanno dall’oggi al domani cosa faranno? Non sanno leggere i dati, non sanno far di conto…
      Che paura…