BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenaris, i dipendenti “Non lavoriamo l’8 dicembre”

L'83,5% dei lavoratori ha respinto la proposta dell'azienda di lavorare nei giorni festivi e nei sabati del 3 e del 17 dicembre in cambio del lungo ponte di fine anno. Dei 90 euro proposti dall'azienda, percepiti solo 50 senza trattativa sindacale.

Più informazioni su

Il primo novembre avevano deciso di lavorare, accogliendo la proposta della Tenaris di Sabbio. Per il prossimo 8 dicembre, giornata festiva, l’83,5% dei dipendenti dello stabilimento di Sabbio ha respinto la richiesta dell’azienda di lavorare.

Che cosa è cambiato? Lo spiegano le Rsu: “La risposta dei lavoratori alle richieste dell’azienda, fatte ancora una volta in deroga agli accordi esistenti e si tratterebbe del settimo recupero contro i quattro previsti come numero massimo nell’anno – afferma l’Rsu Tenaris Dalmine – è stata motivata evidenziando la mancata attivazione degli investimenti necessari a migliorare l’organizzazione del lavoro ed il flusso della produzione. È da tempo che si opera in una situazione di disagio dovuta ad organici e turni inadeguati rispetto alla necessità dei carichi e dei volumi produttivi”.

Su 73 votanti, i “no” sono 6; nel reparto bombole si sono registrati 8 “sì” e 4 astenuti.

Ma il “no” più netto va alla richiesta dell’azienda di lavorare nei sabati 3 e 17 dicembre da scambiare con il lungo ponte di fine anno. Tra le ragioni che hanno spinto i lavoratori alla risposta negativa si deve cercare nelle promesse non mantenute. Se per la festività del 1° novembre la Tenaris Dalmine aveva proposto 200 euro (90 euro più quanto previsto dagli accordi aziendali) per avere i lavoratori di Sabbio in fabbrica, saltando gli accordi sindacali, l’azienda ha liquidato un compenso inferiore (50 euro invece di 90).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GIULIUX

    LAZZARONI ! LICENZIAMOLI E IMPORTIAMO I CINESI

  2. Scritto da sveglia

    Lavorate, gente, fin che il lavoro c’è.
    Quando non ce ne sarà più, il sindacato non vi manterrà di sicuro, anzi, andrà a cercare altri polli da spennare.

  3. Scritto da max

    Siamo proprio nelle mani di dilettanti allo sbaraglio,che senza aver mai lavorato,sventolano lauree e master alla bocconi su materie e studi empirici,che poi mettono in pratica dove vengono assunti,anche come amministratori delegati,fate un bagno d’umiltà e venite in aiuto ai vostri dipendenti bergamaschi che sono la forza vera della tenaris,e smettetela con il lavoro sotto le feste avete 1850 operai su 2200 in cassa integrazione,quei due giorni risolvono la produzione e il bilancio di un anno,o magari qualche dirigente su quella produzione stabilita ad inizio anno avrà un super premio di produzione!!!

  4. Scritto da nino cortesi

    L’era ura de capila!!