BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo l’esplosione a Lallio riaperte le strade

Torna la quasi normalità, a Lallio. Riaperte via Baschenis e via Pascoletto. Responso sulla ciminiera: non avrebbe subìto danni. A breve la procedura per chiedere i risarcimenti.

Più informazioni su

Si torna a circolare liberamente nelle strade attorno alla cartiera Cama di Lallio, dove nella notte tra giovedì e venerdì 25 novembre è esplosa la caldaia, provocando la morte dell’operaio Rosario Spampinato. La circolazione è stata riaperta questa mattina, 29 novembre, dal sindaco di Lallio Massimo Mastromattei: l’accesso alle vie Baschenis e Pascoletto è tornato alla norma. Si tratta delle strade, con relativi condomini, colpite dall’onda d’urto dell’esplosione e dai detriti, molti calcinacci, volati in strada dalla struttura dell’azienda, ormai in pezzi.
Un altro pericolo sembra intanto sventato. La ciminiera della Ca-Ma, piuttosto alta ed esistente da anni, non avrebbe subìto danni dovuti all’onda d’urto dell’esplosione. E’ quanto avrebbero comunicato al Comune sia i vigili del fuoco sia i tecnici dell’azienda. E’ atteso inoltre in questi giorni un protocollo che l’azienda dovrebbe aver trasmesso al Comune, per snellire le procedure di risarcimento delle famiglie residenti nella zona che hanno subìto danni, in particolare agli infissi delle abitazioni. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.