BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gorle, bilancio sano e patto di stabilità centrato

In sede di approvazione dell’assestamento del bilancio di previsione 2011 il sindaco Marco Filisetti ha mostrato evidente soddisfazione per aver raggiunto l’obiettivo del rispetto del patto di stabilità.

In sede di approvazione dell’assestamento del bilancio di previsione 2011 il sindaco Marco Filisetti e il consigliere Valter Passera, Presidente della Commissione Bilancio, hanno mostrato evidente soddisfazione per aver raggiunto l’obiettivo del rispetto del patto di stabilità, grazie ad un avanzo di amministrazione di euro 226.000,00. Critiche si sono, invece, mostrate le minoranze. ‘Con un simile avanzo economico – ha osservato Sergio Signorelli della lista ‘Qui Gorle’ – non si capisce perché l’amministrazione abbia operato solo tagli. Non c’è una briciola per la scuola e la cultura. Per di più sono stati spesi molti soldi per un’inutile sperimentazione viabilistica. Si pensi che la rotonda tra via Roma e via Libertà è costata ben 60.000,00 euro’ Sulla stessa linea d’onda il consigliere Giovanni Testa della lista ‘Gorle una voce nuova’: ‘purtroppo quando si tratta di fare sperimentazioni e controsperimentazioni della viabilità utilizzando fantomatici sistemi della Nasa i soldi ci sono e si usano contro il volere di un grande numero di cittadini che avevano chiesto l’eliminazione delle modifiche alla viabilità. Non è stato stanziato un soldo, invece, per l’istruzione’. Anche Pierluigi Rigamonti della Lista ‘Vivi Gorle’ non ha risparmiato critiche all’amministrazione: ‘sono stati risparmiati 50.000,00 euro per la manutenzione del patrimonio comunale, che sono stati destinati alla costruzione della rotatoria tra via Roma e via Libertà. In realtà ci sono cose più urgenti della rotatoria, come le buche sulle strade, i marciapiedi dissestati e i pali dell’illuminazione marci. Parte delle risorse, invece, dovrebbe essere destinata alla scuola e ai servizi sociali’. ‘Le osservazioni dell’opposizione non colgono nel segno – ha spiegato il sindaco Marco Filisetti – perché l’avanzo di amministrazione non può essere speso in quanto serve per rispettare il patto di stabilità ed è una garanzia per poter effettuare futuri investimenti. Tengo a precisare, inoltre, che non abbiamo speso 50.000,00 euro in meno per la manutenzione del patrimonio comunale, ma abbiamo spostato i soldi su un altro capitolo specifico di spesa, che è quella delle manutenzioni straordinarie. Il capitolo delle scuole, poi, è l’unico all’interno del bilancio che non ha ricevuto contenimenti di spesa a differenza di altre voci, come è ad esempio avvenuto per i compensi degli amministratori’. Alle osservazioni dell’opposizione ha risposto anche il consigliere Aldo Calegari, il quale ha precisato: ‘a differenza di quanto sostenuto dalle minoranze l’amministrazione ha a cuore la manutenzione del patrimonio comunale. In particolare abbiamo in progetto di sostituire 5 pali dell’illuminazione. Inoltre abbiamo realizzato la pompa di calore nelle scuole che consentirà risparmi di metano. Nelle vacanze di Natale, infine, sarà rifatta la pavimentazione della palestra. L’anno prossimo saranno sistemate la gronda della scuola materna e le facciate delle scuole elementari’. Il Sindaco ha da ultimo specificato che il comune di Gorle ha vinto un bando regionale per la sostituzione e il miglioramento delle caldaie del centro sportivo, miglioramenti che consentiranno un’ulteriore riduzione della spesa corrente, con conseguente aumento dell’avanzo e delle possibilità di fare nuovi investimenti.

 

Giovanni Bertino

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arturo

    Correggerei un piccolo fatto storico. Scuola, attività culturali ecc.. ante Filisetti non erano per niente annoverate tra i contributi elargiti dal Comune (ricordo il cartello che chiedeva alle mamme di portare la carta igienica all’asilo, aula computer senza software originali…) e ciò nonostante il Comune aveva sforato il patto di stabilità! Forse ante Filisetti si! ma ante ante….

    1. Scritto da piergiorgio

      Può darsi che anche ante ante ci fosse il cartello che ricordi; io però l’ho visto solo dopo la nomina di Filisetti.
      Quello che fa arrabbiare chi abita in Gorle è che questo sindaco non c’è proprio,è sempre a Roma anche adesso che si è dimessa la ministra Gelmini, non si è accorto che sono state raccolte 1113 firme contro la sua decisione di cambiare l’uso della piazza principale, non ha in mano la situazione del bilancio, svende immobili in un momento come questo senza sapere cosa farne del ricavato, aveva preannunciato che con Lui si sarebbe realizzata una nuova strada da Est per migliorare la circolazione e adesso sappiamo che era una sparata, si vanta di aver fatto un buon bilancio dopo aver utilizzato i risparmi delle precedenti Amministrazioni per rimborsare anticipatamente i mutui: complimenti alla Signora Ragioniera del Comune, ma a questo punto serve proprio avere un Sindaco?

  2. Scritto da Piergiorgio

    Il Sindaco dimostra di essere in piena contraddizione con se stesso quando si vanta di aver ottenuto un avanzo di gestione di parte corrente di € 226.000 e contemporaneamente pone in vendita appartamenti e box di proprietà comunale per poter far fronte alle spese correnti.
    Per quanto riguarda la scuola l’Amministrazione Filisetti ha mantenuto i pesanti tagli operati negli anni precedenti anche se non è riuscito a far peggio di quanto fatto lo scorso anno.
    Spero proprio che venga bloccata la vendita degli immobili (anche se il bando è già stato pubblicato) e che l’avanzo di gestione possa consentire di riportare i contributi alla scuola, al centro anziani e alle attività culturali ai livelli ante Filisetti.