BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Monti, le prime misure arrivano il 5 dicembre

Vertice al ministero dell'Economia per predisporre un primo pacchetto di misure per seguire "la strategia della crescita, della stabilità e dell'equità".

Più informazioni su

I primi provvedimenti del Governo Monti arriveranno all’inizio del mese di dicembre. La conferma arriva da via XX settembre, sede del ministero dell’Economia, dove si è tenuto un vertice interministeriale con il presidente del Consiglio Mario Monti.

L’incontro è servito per mettere a punto "un primo pacchetto di misure per seguire la strategia della crescita, della stabilità e dell’equità" che saranno portate in consiglio dei Ministri il 5 dicembre. All’incontro hanno partecipato oltre al premier i ministri Corrado Passera, Elsa Fornero, Pietro Giarda, Enzo Moavero Milanesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    ….e ovviamente a tutti andranno bene.se fosse stato il precedente governo a emanarle,apriti cielo,scioperi a valanga,solite frasi del tipo:per il bene del paese dimissioni,andatevene,ecc ecc.adesso invece pure i partiti criticoni sono tutti contenti,questo dimostra che a loro interessava solo far cadere berlusconi e null’altro,per quale motivo poi?la cosa che lascia perplessi è che anche avendo cambiato il governo,i mercati ci penalizzano,quindi tutta sta bufera finanziaria era tutta colpa di berlusconi o di altri fattori esterni?’tipo speculazioni ecc?

  2. Scritto da nino cortesi

    Basterebbe una forte ed effettiva equità.
    Ma con questi politici che con le loro continue leggi hanno estromesso completamente la gente non c’è alcuna possibilità se non reagire con la forza come in Libia, Egitto e a breve in Siria.