BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caro-energia, 2.500 euro in più per famiglia

Secondo uno studio di Confartigianato il caro-energia costa ad ogni famiglia 2.458 euro all'anno. Tra le cause il rincaro del petrolio che si ripercuote anche su trasporti e commercio.

Più informazioni su

Il caro bolletta si fa sentire nelle tasche degli italiani. La Confartigianato calcola che a settembre il caro-energia ha toccato la cifra record di 61,9 miliardi, pari al 3,91% sul Pil. Ogni famiglia paga una bolletta di 2.458 euro all’anno. A far esplodere il costo energetico, aumentato del 26,5% negli ultimi 12 mesi, ha contribuito l’aumento del prezzo del petrolio attestato a settembre a 108,56 dollari al barile, un rincaro del 143% rispetto al marzo del 2009. Inevitabili le ripercussioni sui prezzi dei carburanti, dei trasporti e del gas.

Secondo la Confartigianato “L’Italia fa registrare aumenti ben superiori a quelli medi europei. Infatti, tra ottobre 2010 e ottobre 2011, in Italia il prezzo del gas è aumentato del 12,2%, mentre nell’area euro la crescita si è fermata al 10,1%”.

Ad allontanarci dai prezzi medi registrati in Europa è anche l’aumento del prezzo di carburanti e lubrificanti: tra ottobre 2010 e ottobre 2011 la variazione è stata del 17,4%, vale a dire 3,3 punti in più rispetto al 14,1% dell’area euro. In particolare, da novembre 2010 ad oggi, la benzina senza piombo ha fatto registrare un rincaro del 15,3%, mentre il prezzo del gasolio auto è salito, nello stesso periodo, del 22,1%. E le differenze tra Italia e gli altri Paese dell’Eurozona non finiscono qui. Anche per il capitolo trasporti, negli ultimi 12 mesi, i prezzi in Italia hanno mostrato un’impennata del 7,7%, vale a dire 3,2 punti in più rispetto all’aumento del 4,5% dell’area euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.