BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La velocità di Moralez per far male al Napoli

Andrea Losapio analizza i prossimi avversari dell'Atalanta: difesa granitica, adatta per neutralizzare Denis, ma che potrebbe andare in difficoltà con El Frasquito.

Più informazioni su

di Andrea Losapio

17 maggio 2010. L’Atalanta – già retrocessa – perde in casa contro il Palermo di Edinson Cavani, uno degli attaccanti più promettenti della Serie A che è già sul mercato per ammissione del presidente rosanero Maurizio Zamparini. L’Inter potrebbe spuntarla, ma Branca non ha intenzione di investire per un giocatore di ventitré anni capace di segnare "solo" tredici gol in campionato.

De Laurentiis vende Quagliarella e acquista l’uruguaiano, dando vita alla fantastica cavalcata del Napoli in questo anno e mezzo, culminata martedì con la grande partita con il Manchester. Al Comunale ritorna El Matador, quindi, che nel frattempo è cresciuto di valore fino ai cinquanta milioni sbandierati ieri dal Paris Saint Germain (offerta ancora tutta da verificare).

Ampio preambolo – e scusatemi la lungaggine – per incominciare a capire quale sarà la partita di sabato sera. Mazzarri è a un bivio, anche se la sua intenzione è sempre stata quella di favorire la Champions rispetto al campionato: attenzione, però, perché il Napoli deve vincere, altrimenti i sogni di gloria per un possibile tricolore andrebbero svanendo. In altre parole, il tecnico napoletano dovrà pensare se operare un po’ di turnover – necessario, visti i novanta minuti di martedì scorso – oppure se riconfermare gli undici vittoriosi con il City. La chiave tattica è sicuramente la presenza di Maxi Moralez.

Fisicamente i difensori del Napoli sono in grado di contrastare la potenza fisica di German Denis: Cannavaro, Campagnaro e Aronica sono tre granatieri e anche se ci fosse Fernandez il risultato cambierebbe di poco. In questo quadro El Frasquito potrebbe davvero dare gli strappi vincenti, considerando anche che nelle grandi partite si esalta, basti pensare alla gara contro l’Inter dove è risultato uno dei migliori in campo. La difesa a tre dei partenopei è possente ma leggermente macchinosa, anche se Campagnaro è probabilmente uno dei migliori interpreti del ruolo (e verrà chiamato da Alejandro Sabella per la nazionale argentina, con buona pace di Prandelli) della nostra Serie A. A ulteriore riprova bisogna pensare alla prestazione sfoggiata contro un mostro sacro come Edin Dzeko, completamente annullato. Per la fase difensiva il mismatch più importante è quello tra Maggio e Peluso, un po’ come contro l’Inter con Maicon.

Il difensore della Dea – ben coadiuvato da Bonaventura – ha concesso poco al brasiliano, una vera Freccia Rossa sulla fascia di competenza. Maggio riesce a bucare da solo il diretto avversario, mentre dall’altra parte Dossena ha bisogno dell’aiuto costante di Lavezzi, il quale svaria molto ma predilige partire dalla sinistra. Hamsik è meno visibile ma ugualmente importante, coi suoi inserimenti e il lavoro oscuro a cui è abituato. Poi c’è Cavani. Che, stavolta, si troverà davanti un undici agguerrito e pronto a giocarsi le proprie carte per portare a casa i tre punti. Pure contro il Napoli dei tre tenori, quello che ha strabiliato il mondo degli sceicchi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nino e Dina Cortesi

    Questa Atalanta mi piace e crescerà ancora perchè gioca a calcio e non a lotta libera come ha fatto per esempio il Siena.Con il Napoli farei giocare Marilungo al posto di Bonaventura e Padoin in coppia con Cigarini. Ferri terzino sinistro. L’ultimo quarto d’ora spetta di diritto a Manolo. Consigli è un signor portiere ed un signor uomo!

  2. Scritto da Nino e Dina Cortesi

    Questa Atalanta mi piace e crescerà ancora perchè gioca a calcio e non a lotta libera come ha fatto per esempio il Siena.Con il Napoli farei giocare Marilungo al posto di Bonaventura e Padoin in coppia con Cigarini. Ferri terzino sinistro. L’ultimo quarto d’ora spetta di diritto a Manolo. Consigli è un signor portiere ed un signor uomo!