BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La moglie dell’operaio: “Non è giusto morire così” fotogallery video

Alessandra Giudici ha riconosciuto il marito sotto le macerie del reparto caldaia della cartiera di Lallio. "Non c'è nulla da dire, solo da soffrire, morire sul lavoro non è giusto".

Più informazioni su

Saluta il maresciallo dei carabinieri con un abbraccio quasi fraterno, poi si aggrappa ad un parente e cammina lentamente, verso l’uscita dell’azienda dove suo marito ha lavorato per ben 19 anni, pensando anche agli altri, iscrivendosi al sindacato, facendo il delegato della Cisl. Alessandra Giudici è in lacrime mentre lascia la Ca-Ma di Lallio poco prima delle otto del mattino. Ha appena riconosciuto il cadavere del marito, Rosario Spampinato, sotto le macerie del reparto caldaia.
L’hanno svegliata i carabinieri di Curno poco dopo le 6, quando era ormai certo che suo marito era morto, e si è precipitata alla Cartiera per il compito più triste. Al suo fianco ha sempre avuto un parente, che l’ha sorretta, e non è mai mancato il maresciallo dei carabinieri di Curno Biagio Mondì, un carabiniere dal cuore buono, vecchio stampo, che ha voluto assistere Alessandra Giudici fino alla fine.
In auto c’era il figlio ad aspettarla, il più piccolo dei due, 13 anni.
Lei è uscita con le lacrime agli occhi (foto), e ha voluto asciugarsi le guance, gli zigomi, prima di incontrare il figlio in auto e di andare via con lui. Ha ringraziato ancora tutti i carabinieri e i poliziotti presenti, ha salutato velocemente. "No, non voglio dire nulla. Solo che non è giusto morire così, sul lavoro. Era sempre attento…"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.