BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Brescia ritrova il derby, ma contro l’AlbinoLeffe

Le Rondinelle sabato si dovranno accontentare di sfidare i seriani, che vincendo potrebbero addirittura scavalcarli nei bassifondi della Serie B. Lontanissimi i tempi delle corse di Mazzone.

Più informazioni su

Della sfida più calda del Nord Italia ormai restano solo sbiaditi ricordi. Soprattutto extracalcistici. Da quel cucciolo di maiale con indosso la maglia di Baggio in Curva Nord, alla corsa di un indiavolato Mazzone sotto la tifoseria bergamasca, solo per citarne un paio. 
Da qualche anno per il Brescia il derby non è più quello contro la grande rivale Atalanta, ma quello contro il piccolo nemico AlbinoLeffe. La sfida tra le Rondinelle e la Dea manca infatti dalla stagione 2005/’06, con l’ultimo incrocio tra le due rivali in quella Serie B stravinta dal primo gruppo di Colantuono, e chiusa dai bresciani con un deludente decimo posto. Un prolungato periodo senza la grande sfida causato dalla lunga militanza dei biancazzurri tra i Cadetti, interrotta momentaneamente soltanto nello scorso campionato proprio quando furono i nerazzurri a cadere nel purgatorio della B.
Nel frattempo i cugini al di là dell’Oglio si sono dovuti, e si devono tuttora, accontentare solo di un piccolo derby, contro la squadra della Val Seriana. Quell’AlbinoLeffe che si ritroveranno di fronte sabato pomeriggio al Rigamonti e che nel recente passato è stato capace anche di fare un bello scherzetto ai più quotati rivali. Se il bilancio dei precedenti tra le due squadre è nettamente favorevole ai bresciani, con 5 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta, l’AlbinoLeffe è stato in grado di aggiudicarsi l’incrocio più importante. Nella semifinale play-off 2007/‘08 il Brescia vinse in casa per 1-0 grazie a un gol di Caracciolo, perdendo poi 2-1 il ritorno a Bergamo con le reti di Carobbio, Peluso (sì, proprio quello che ora è all’Atalanta) e Feczesin. L’AlbinoLeffe eliminò così i biancazzurri grazie al miglior piazzamento in campionato, infliggendo ai tifosi bresciani una delle delusioni più cocenti degli ultimi anni.
Tornando al presente, con soli due punti in meno in classifica, sbancando il Rigamonti la squadra di Fortunato avrebbe la ghiotta occasione di scavalcare quella pericolante di Scienza, nei bassifondi della Serie B. Insomma, anche senza l’Atalanta, i bresciani hanno sempre un motivo per temere i bergamaschi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.