BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Smog, la Giunta predica bene e razzola male” video

Il segretario cittadino del Partito democratico critica le iniziative prese dalla Giunta Tentorio per contrastare l'inquinamento.

Più informazioni su

Il segretario cittadino del Partito democratico critica le iniziative prese dalla Giunta Tentorio per contrastare l’inquinamento.

 

Il totale immobilismo del Comune di Bergamo in tema di mobilità non sembra stia dando buoni frutti. Infatti, puntuale come ogni anno, è tornata l’emergenza smog in città. Anzi, quest’anno appare anche più drammatica, per ragioni in parte dovute ai cambiamenti climatici, come si è affrettato a precisare l’assessore Bandera. Il quale ammette comunque che i valori stellari delle polveri sottili, altissimi nonostante la misura tutt’altro che strutturale di lavare le strade (con acqua o biofix che sia), dipendono anche dal traffico automobilistico. In effetti, qualche giorno fa, l’Amministrazione Comunale consigliava timidamente di lasciare l’auto a casa: un appello stranamente rimasto inascoltato. E ora si annuncia di valutare l’introduzione di limitazioni di circolazione ai veicoli più inquinanti (con tutte le deroghe del caso), ma anche questa non sembra un’idea che possa incidere granché. Queste sono le uniche azioni messe in campo dalla Giunta che dovrebbe preoccuparsi dell’aria che respiriamo, ma sembra troppo paralizzata dal timore di suscitare qualche lamentela. Per cui: le telecamere che dovrebbero presidiare i varchi di accesso alle ZTL continuano a non accendersi ed altri controlli non esistono. I tagli al trasporto pubblico lo rendono sempre meno efficiente e competitivo; dei grandi progetti di infrastrutture su ferro non si parla assolutamente più; è scomparsa qualsiasi politica o campagna comunicativa che incentivi l’uso della bicicletta, l’andare a scuola a piedi, il rispetto del prossimo quando ci si trova in strada. Compito della buona politica dovrebbe essere quello di prospettare strategie ed azioni, nell’immediato e nel lungo periodo, volte a perseguire il bene comune, la tutela della salute, una migliore qualità della vita. Qui non si vede né l’uno né l’altro e siamo fermi al solito “toca negot”, con uno sguardo miope ed irresponsabile che pensa solo al consenso immediato, lasciando che la situazione del traffico e dell’aria in città peggiori sempre di più.

 

Il Segretario Cittadino PD
Nicola Eynard

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ghi(g)no di tacco

    Servono regole e norme che impongano provvedimenti drastici, pena multe e sanzioni per le amministrazioni che non le applicano. Più Europa che obblighi l’Italia ad essere più civile, per combattere l’inquinamento e il traffico. Non serve recriminare, tutti abbiamo cattivi comportamenti e poca coscenza ambientale, qualcuno più di altri, il centrodestra, che non è minimamente interessato ad occuparsi di questi problemi, perché non li considera tali.

  2. Scritto da usaimo il cervello

    Ma il signor Eynard non fa aprte di quel partito che ha approvato il piano di investimento di 60 milioni di euro per potenziare l’aeroporto che ogni giorno scarica sulla città l’equivalente di 200 mila automobili?
    O che aveva proposto la cementificazione della città?
    O che aveva riaperto via Orio contro il parere dei cittadini e della Circoscrizione per favorire qualche ipermercato?
    A proposito di pulpito….