BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Niente più alibi, scuola Magistratura al via”

L’onorevole del Popolo della Libertà Gregorio Fontana commenta l’insediamento del direttivo della scuola di Magistratura, ultimo passaggio burocratico prima del via libera definitivo e dell’avvio dei corsi.

Più informazioni su

“Non ci sono più alibi burocratici, la scuola di Magistratura di Bergamo deve aprire nel 2012”. L’onorevole del Popolo della Libertà Gregorio Fontana commenta l’insediamento del direttivo della scuola di Magistratura, ultimo passaggio burocratico prima del via libera definitivo e dell’avvio dei corsi: “L’insediamento avvenuto oggi a Roma alla presenza del Presidente della Repubblica Napolitano del direttivo della Scuola di Magistratura è un ulteriore e decisivo passo in avanti per concretizzare il sogno, che da troppo tempo le istituzioni bergamasche attendono e cioè quello di far partire una volta per tutte la Scuola di Magistratura nella sua sede di Bergamo. Nei prossimi giorni chiederò un incontro ai vertici del direttivo per sollecitare il rispetto la tabella di marcia definita nell’agosto scorso con il Ministro Alfano che prevedeva l’avvio dei corsi già dal 2012. Mi auguro inoltre che la Scuola di Magistratura possa consolidare un rapporto di collaborazione attiva con l’Università di Bergamo, come aveva già chiesto il rettore Paleari, poiché il nostro Ateneo ha tutte le carte in regola per poter rappresentare un partner ideale per la parte accademica ma anche per rafforzare il legame di questa istituzione con Bergamo, che avrà l’onore di ospitare la Scuola di Magistratura.” Durante la cerimonia di insediamento Napolitano ha espresso al Csm l’augurio che il ministro Paola Severino "promuova quel confronto costruttivo che auspico da sempre e senza il quale non possono recuperarsi né l’efficienza né quel limpido e razionale funzionamento del sistema giustizia al quale occorre mirare con rigore, serenità e senso del dovere". Al Csm Giorgio Napolitano ha detto che la formazione dei giudici e dei pm non deve essere nozionistica ma deve far maturare la loro consapevolezza e trasmettere "un valido codice deontologico volto ad affermare il necessario rigore nel costume e nei comportamenti del magistrato". Siamo "in un momento particolarmente difficile e complesso per la vita del Paese e per il contesto europeo", ha detto Napolitano al Csm nel saluto al ministro della Giustizia. Saprà affrontare i problemi della giustizia "con impegno e indipendenza di giudizio", ha assicurato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fabrizio Calvo

    L’on. Fontana ha dimenticato un passaggio importante (secondo me) dell’odierna cerimonia d’insediamento; la dichiarazione del neo ministro della Giustizia. Eccola: “Il percorso che conduce alla piena operatività della scuola”, ha detto, “è ancora lungo e non privo di ostacoli”.