BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Yara, la Stampa rilancia: “Dieci Dna sospetti”

Secondo il quotidiano di Torino 10 profili genetici prelevati alla popolazione bergamasca sarebbero "familiari" delle due tracce dell'assassino. L'avvocato dei Gambirasio: "Svolta? Avete visto arresti?"

Più informazioni su

Sono passate più di tre settimane dalla notizia di una probabile svolta nelle indagini sull’omicidio di Yara Gambirasio. Ma una svolta concreta, vera, sembra non arrivare. “Avete visto arresti?” commenta laconico l’avvocato Enrico Pelillo, legale della famiglia Gambirasio. E tra la polizia di stato e i carabinieri il riserbo resta ai massimi livelli. Oggi, 21 novembre, è la Stampa di Torino a rilanciare un’indiscrezione in merito al lavoro che si sta svolgendo sui profili genetici: ci sono dieci persone residenti in provincia di Bergamo sulle quali si concentrano le indagini per trovare l’assassino di Yara, dice il quotidiano diretto da Mario Calabresi. Dieci persone con un Dna “familiare” con quelle due tracce isolate sugli slip e sui leggings della ragazzina di Brembate Sopra, ritenute la firma dell’assassino. Si parla di familiarità: se così fosse gli inquirenti avrebbero individuato davvero la famiglia dell’assassino, o presunto tale. Avrebbero individuato addirittura 10 parenti. La svolta secondo la Stampa potrebbe essere vicino. Ma in sostanza si tratta delle medesime notizie lanciate nelle ultime settimane da più trasmissioni televisive: individuato il ceppo familiare dell’assassino. Si resta in attesa, l’unica notizia sarebbe una svolta vera. A Bergamonews risulta che le indagini non siano ancora così a buon punto: più che aver individuato una decina di parenti dell’assassino, gli inquirenti avrebbero trovato somiglianze tra alcuni Dna prelevati alla popolazione negli ultimi mesi e quelle due tracce altamente sospette sui vestiti di Yara. Somiglianze che non si sono mai tradotte in veri e propri rapporti di parentela tra profili genetici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.