BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Roberto Saviano a Zuccotti park

Giubbotto arancione, barba incolta e jeans, l' autore di Gomorra invitato ufficialmente a New York dagli organizzatori di Occupy Wall Street ha iniziato il suo comizio verso mezzogiorno.

Più informazioni su

Roberto Saviano a Zuccotti Park: giubbotto arancione, barba incolta e jeans, l’ autore di Gomorra invitato ufficialmente a New York dagli organizzatori di Occupy Wall Street ha iniziato il suo comizio verso mezzogiorno.

Ma tranne pochi fortunati in prima fila – tra questi l’ economista Nouriel Roubini – quasi nessuno è riuscito ad afferrarlo perché a Zuccotti Park i megafoni sono proibiti.

Saviano ha spaziato dal tema della mafia ("l’ unica economia che non conosce crisi") al nuovo governo Monti ("diamogli tempo, ma non troppo"), da Berlusconi ("ha mentito e ora l’ Italia è in una situazione senza precedenti") ai repubblicani e Tea Party ("stanno spingendo l’America verso il disastro") fino alla presidenza Obama ("ci ha deluso").

Al centro della piazzetta un gioielliere in pensione, distribuisce le sue patacche colorate col logo OWS e dice: "No, non so chi sia Saviano, certo, ha attratto una bella folla, ma quando parla una star di Hollywood la piazza è ben più strapiena". In un Paese dove Gomorra – libro e film – sono noti solo all’ intellighenzia, anche i media americani sono rimasti a casa.

"La vera notizia, per noi che lo conosciamo bene, è vederlo per la prima volta in pubblico senza scorta", esulta Giulia Cantore, una sua fan in vacanza da Roma. Alle 12 e 18 minuti, mentre un’ovazione segnala la fine del suo intervento, un’elegante afroamericana di mezza età, Barbara Newsome, si unisce agli applausi: "Non ho capito cosa ha detto ma ho sentito le vibrazioni col cuore", spiega la donna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.