BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Malattie sessuali in aumento La causa è la globalizzazione

Questo il risultato della ricerca promossa dalla Scuola internazionale di Dermatologia della Fondazione «Ettore Majorana» di Erice (Trapani).

Più informazioni su

L’incremento dei rapporti sessuali tra soggetti di diversi gruppi etnici e tra soggetti provenienti da diverse aree geografiche contribuisce in maniera significativa all’aumento dell’incidenza delle malattie sessualmente trasmesse. È quanto emerge dal corso promosso dalla Scuola internazionale di Dermatologia della Fondazione «Ettore Majorana» di Erice (Trapani), che ha visto esperti italiani, francesi e svizzeri confrontarsi su un approccio multidisciplinare. Leonardo Zichichi, primario dell’Unità operativa di Dermatologia dell’ospedale «Sant’Antonio Abate» di Trapani e direttore del corso di Erice, parla di «globalizzazione del rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili», un rischio ulteriormente favorito «da Internet, che facilita gli incontri sessuali». I dati dell’European Center For Diseases, che fotografano gli ultimi dieci anni sulle malattie sessualmente trasmissibili, confermano che le infezioni genitali sono in costante aumento: dalla clamydia al linfogranuloma venereo. Ma c’è anche un incremento della sifilide (in Europa e pure in Italia). «Il controllo sanitario di queste malattie è difficile perchè si tratta di patologie che possono essere asintomatiche – dice Zichichi – e possono anche avere un lungo periodo di latenza; a volte sviluppano resistenza alla terapia. E le forme virali sono trattabili ma non curabili». Un più razionale uso dei contraccettivi, ad esempio il ricorso al profilattico, piuttosto che alla pillola, come è facilmente intuibile, viene assolutamente consigliato dai medici per i rapporti a rischio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.