BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Occhio a Sannino, ha una squadra grintosa”

L'allenatore nerazzurro alla vigilia della sfida contro il Siena: "Ci vorrà molto agonismo, loro hanno grosse qualità. Carmona prende il posto dello squalificato Cigarini, Raimondi probabilmente quello di Masiello".

Più informazioni su

Dopo la sosta per gli impegni delle nazionali, l’Atalanta è pronta a tornare in campo per la dodicesima giornata di Serie A. Domenica 20 novembre alle 15 i nerazzurri saranno impegnati sul campo del Siena. Alla vigilia della partenza per la Toscana Stefano Colantuono ha presentato la sfida del Franchi: “Sarà una gara dai contenuti agonistici molto importanti –le parole dell’allenatore romano- siamo le due neo promosse che stanno facendo meglio. Dovremo stare attenti, perché avremo di fronte un avversario con grande entusiasmo. Ci vorrà un buon avvio di partita, per agevolare il compito. Certo, tenendo conto anche dell’avversario che abbiamo davanti. Le squadre di Sannino hanno caratteristiche di pressing e corsa, e quest’anno ha unito la qualità dei vari D’agostino, Brienza. Destro”.
La formazione nerazzurra sembra praticamente fatta, con Carmona e Raimondi al posto degli squalificati Cigarini e Masiello: “Carmona sarà sicuramente titolare, ha caratteristiche diverse rispetto a Cigarini ma non cambierà molto. Poi l’anno scorso ha giocato spesso con Padoin. Gli siamo stati vicini dopo la brutta vicenda cha ha avuto in Nazionale. Lo conosco bene e posso dire che il fatto di bere non è da lui. E’ una persona molto seria e puntuale. Raimondi è in vantaggio su Ferri, che non è ancora al meglio. La nostra filosofia è far giocare sempre chi è al 100%. Lo stesso discorso per Gabbiadini, che è da valutare dopo un affaticamento al flessore che ha avuto con la Nazionale”.
Il tecnico atalantino, infine, spegne sul nascere le prime voci di mercato legate ai nuovi gioielli di casa Atalanta: “Ha detto bene il presidente, affermando che l’ossatura della squadra non subirà grossi scossoni. Certo, se poi qualche ragazzo che ora sta trovando poco spazio chiederà di partire, valuteremo il da farsi”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.