BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per i più piccoli in scena “Galline”

L’appuntamento con il Teatro delle Meraviglie continua, domenica 20 novembre, con lo spettacolo "Galline", proposto dalla compagnia Assemblea teatro di Torino.

L’appuntamento con il Teatro delle Meraviglie di Dalmine continua, domenica 20 novembre 2011 alle 16.30, con lo spettacolo Galline, scritto e diretto da Gianni Bisacca, proposto dalla compagnia Assemblea teatro di Torino. Sul palco le attrici Claudia Facchini e Simona Lisco.

Ispirato alla fiaba Il brutto anatroccolo, Galline racconta una nascita e una crescita all’interno di una diversità ed è metafora di una possibilità molto umana di convivenza. Attraverso l’utilizzo di un linguaggio non usuale, ricco di atmosfere affascinanti, in cui coesistono sonorità etniche, il grande uovo da cui esce Nera è una sorta di astronave da cui un essere nuovo, ricco di potenzialità, irrompe nella vita per apportarvi un personalissimo contributo di entusiasmo, di inconsapevole tenerezza, di voglia di imparare. In uno spazio ricco di suggestione Bianca depone il suo piccolo uovo: lo cova, lo protegge, ne attende la schiusura. Ma una notte ecco comparire alle sue spalle un grande uovo mostruoso: Bianca ne è spaventata, teme per il suo piccolo. Chi avrà deposto quell’«uovo enorme e mostrovo? Chi uscirà da quella cosa minacciosa? Come fare per impedirgli di nuocere?». Finalmente, dal grande uovo esce Nera: un pulcino di grandezza spropositata, nero di colore, felice della vita, inconsapevole della sua diversità, ansioso di imparare tutto quello che c’è da scoprire nel grande mondo. Nera non ha dubbi: Bianca, quell’essere così bello e candido, dall’aspetto autorevole e sicuro, deve essere la sua mamma. Nera è felice, e cerca in tutti i modi di avvicinarla, di farsi coccolare. Ma Bianca non riconosce in quel pulcino troppo grande e troppo nero la propria figlia, la vuole cacciare, teme che potrà usurpare l’affetto del suo piccolo figlio legittimo che presto uscirà dal suo piccolo uovo normale. Nera non si arrende: tutto le sembra un bellissimo gioco, anche le sfuriate di Bianca, anche i suoi tentativi di mandarla via, dove dovrebbe andare, lontano dalla mamma? E come potrebbe farlo? Ancora non sa camminare, né parlare… Poco a poco, grazie alla caparbietà dei cuccioli, Nera conquista l’affetto di Bianca. E Bianca alla fine adotta Nera: col suo aiuto, Nera imparerà a stare in piedi da sola, a parlare, e quando finalmente sarà pronta potrà incamminarsi per il “grande mundo” alla ricerca della sua identità e della sua autonomia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.