BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La palestra sarà intitolata a Yara il 26 novembre

La già annunciata intitolazione della palestra della scuola di via Broseta avverrà esattamente un anno dopo il rapimento. A scuola riservatezza, ma in città sono stati affissi manifesti della stessa associazione scolastica.

La palestra della scuola di via Broseta sarà intitolata a Yara Gambirasio esattamente un anno dopo il rapimento della giovanissima ginnasta di Brembate Sopra. La cerimonia è fissata per le 12,30 del 26 novembre all’interno del complesso scolastico di Bergamo, a Loreto, gestito dalle suore Orsoline di Somasca, dove frequentano le lezioni bambini delle materne e delle elementari e ragazzi delle medie. All’intitolazione sarà presente sicuramente la direttrice suor Carla Lavelli e non è escluso che possa esserci anche la mamma di Yara, Maura Panarese. Quel che si chiede, dall’interno della scuola, è la massima riservatezza: il 26 novembre non saranno graditi taccuini, telecamere, macchine fotografiche.
Da un lato la richiesta di riservatezza, ma dall’altro c’è un piccolo manifesto che in questi giorni è stato affisso sulle vetrine di una serie di negozi in città. La foto che qui riportiamo è della locandina intravista in un negozio di via Locatelli nei pressi di largo Belotti. Il manifesto è firmato dall’associazione "Caterina e Giuditta Cittadini", invita a ricordare Yara e spiega che il 26 novembre, prima dell’intitolazione della palestra, ci sarà un ritrovo di alunni e genitori, in memoria della studentessa e campionessa regionale di ginnastica.
Nella stessa giornata dell’incontro e dell’intitolazione a scuola la comunità di Brembate Sopra ricorderà Yara con una messa celebrata da don Corinno Scotti, alle 20,30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.