BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Regione Lombardia primo stop ai vitalizi

Abolizione dei vitalizi e riduzione del 10 per cento dell’indennità di funzione dei consiglieri regionali: il provvedimento varato dal comitato ristretto andrà all’esame del Consiglio il 29 novembre.

Abolizione dei vitalizi e riduzione del 10 per cento dell’indennità di funzione dei consiglieri regionali: il Comitato ristretto sui tagli ai costi della politica ha concluso giovedì i suoi lavori confermando questi due interventi che verranno previsti da un progetto di legge da discutere in Consiglio regionale nella seduta di martedì 29 novembre.

Prima però il progetto di legge verrà approfondito nelle Commissioni Bilancio e Affari istituzionali convocate per giovedì prossimo: nell’occasione – è stato deciso oggi- verrà verificata anche la possibilità di abolire anche il trattamento di fine mandato. Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Comitato Sante Zuffada e dal relatore del provvedimento il capogruppo del PdL Paolo Valentini. “Abbiamo addirittura anticipato i tempi che ci eravamo dati –ha sottolineato Zuffada- Anche questa volta la Lombardia ha risposto con tempestività confermando la virtuosità che la contraddistingue”.

“E’ stato fatto un ottimo lavoro -commenta Valentini- nel segno della praticità lombarda. Per essere concreti e rapidi abbiamo scelto la strada di un progetto di legge di soli tre articoli che hanno il pregio di aver raccolto e sintetizzato le proposte delle diverse parti politiche consiliari. Personalmente sono contro i privilegi e contro la demagogia. Il risultato ottenuto mi soddisfa perché mette il consigliere nelle condizioni di svolgere efficacemente un compito che presuppone tanto impegno sia in Consiglio e nelle Commissioni che sul territorio”.

Gli articoli del progetto di legge che hanno ricevuto il via libera dal Comitato riguardano l’indennità di funzione del consigliere regionale, che verrà ridotta del 10 per cento dal primo gennaio 2012, e l’abolizione del vitalizio a partire dalla X legislatura (chi vorrà potrà contribuire a un fondo che erogherà vitalizi sulla base del sistema contributivo e non più retributivo come avviene oggi).

Resta da decidere, ma lo faranno appunto le Commissioni giovedì prossimo, se il trattamento di fine mandato debba essere completamente abolito oppure ridotto a una indennità di funzione mensile (non due come oggi) per ogni anno di mandato.

Il Comitato si è espresso in generale per la prima versione, ma si è preferito rimandare la decisione per approfondimenti tecnici. Alla riunione di oggi sono intervenuti, oltre a Valentini e Zuffada, Stefano Galli (Lega Nord), Gianmarco Quadrini (UdC), il bergamasco Maurizio Martina (Pd), Alessandro Alfieri (Pd), la bergamasca Elisabetta Fatuzzo (Pensionati), Giulio Cavalli (SeL) e Stefano Zamponi (IdV), che ha annunciato emendamenti per ridurre anche i vitalizi esistenti e per introdurre la regola della maturazione del vitalizio a 65 anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sforzi erculei

    Gli e’ venuta l’ernia !

  2. Scritto da Giggi

    Molti politici sono dei “Don Abbondio” e cioè hanno scelto questo lavoro non per vocazione ma per convenzienza. Avere un “posto” in poltica significa guadagnare troppo bene e non aver alcuna responsabilità. Questa aspirazione porta alla morte dello spirito imprenditoriale e quindi dello sviluppo sociale.

  3. Scritto da Beppe

    STiamo raccogliendo le firme per una legge di iniziativa popolare per equiparare lo stipendio a quello dei loro colleghi europei……quindi godetevi e prendeteci ancora per i fondelli con i tagli……rideremo di santa ragione…

    1. Scritto da danilo

      Sono pienamente in sintonia con Beppe. Fai sapere dove avviene la raccolta delle firme che verrò a firmare, ma farò anche un tam-tam pubblicitario tra amici e conoscenti perchè l’iniziativa venga conosciuta. Mi piacerebbe sapere come posso mettermi in contatto con Lei. La redazione ha comunque la mia e-mail. Grazie per la collaborazione. Danilo

      1. Scritto da Damiano

        Beppe, renda noto dove si raccolgono le firme. Grazie.
        Io ci sto.

  4. Scritto da Tino

    meno 10% ???
    che sforzo ragazzi … e intanto si tengono stretti il rimborso per il mancato uso dell’auto blu, che è un’altra polpetta.
    Comunque granì granèl, fa muntunsèl quindi speriamo che sia almeno un inizio e non invece l’ennesima finta.