BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Loro” di Trescore conquista la stella Michelin

Non se l’aspettavano Antonio Rocchetti e Francesco Longhi, i due titolari del ristorante “Loro” di Trescore, di essere annoverati nella nuova guida Michelin 2012 dei ristoranti più prestigiosi d’Italia.

Non se l’aspettavano Antonio Rocchetti e Francesco Longhi, i due titolari del ristorante “Loro” di Trescore, di essere annoverati nella nuova guida Michelin 2012 dei ristoranti più prestigiosi d’Italia. Si sono così guadagnati una stella, meritata del resto, grazie soprattutto alla loro costanza e al loro talento.

Il locale, nato nel 2003, il cui nome proviene dalle iniziali dei cognomi dei suoi gestori: “Lo” di Longhi e Ro di “Rocchetti”, ha riscosso successo grazie soprattutto all’unione di due ingredienti speciali: l’armonia della cucina di Antonio Rocchetti e l’accuratezza nella scelta dei vini di Francesco Longhi, conservati con grande dedizione nella prestigiosa cantina del ristorante.

Lacrime di commozione sono dunque scorse al termine della presentazione della guida Michelin, che si è conclusa il 16 novembre al circolo della stampa di Milano.

Una parola ai gestori del ristorante, che, per informazione, si è da poco trasferito dalla sede storica in via Resistenza nella nuova sede in via Brusa, sempre a Trescore: “la cosa più difficile per noi adesso diviene quella di riconfermare il successo raggiunto anche perché ci troviamo di fronte a una clientela sempre più esigente”.

Nella nuova guida Michelin 2012 non è solo il ristorante “Loro” ad essersi guadagnato una posizione di tutto rispetto nella classifica. Tra i ristoranti della provincia di Bergamo vengono riconfermate le tre stelle per il ristorante Da Vittorio a Brusaporto. Con una stella, invece restano l’Antica osteria del Cameli di Ambivere; Frosio ad Almé; Roof Garden e Osteria di via Solata a Bergamo; Anteprima a Chiuduno; Al Vigneto a Grumello; San Martino a Treviglio; Osteria della Brughiera a Villa d’Almè e infine una stella anche per “La signora del pesce” a Villa d’Almè.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.