BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Slitta il congresso Pdl “Problemi organizzativi”

Slitta il congresso del Popolo della Libertà. Ottimisticamente si andrà a metà dicembre, anche se pare più probabile un rinvio direttamente a gennaio o ancora più in là.

Slitta il congresso del Popolo della Libertà. La notizia è ormai ufficiale considerati anche i problemi che hanno investito i vertici, o meglio, il vertice del partito negli ultimi giorni. Impensabile aprire le consultazioni locali degli azzurri con una situazione politica nazionale ribaltata rispetto a una settimana fa e con Silvio Berlusconi dimesso dalla carica di presidente del Consiglio. E’ un problema di motivazione e anche di organizzazione. Da Roma infatti si sono resi conto che sarebbe stato impossibile avviare la macchina da qui al 27 novembre, giorno fissato per il congresso orobico. E ora? Una data certa non c’è. Ottimisticamente si andrà a metà dicembre, anche se pare più probabile un rinvio direttamente a gennaio o ancora più in là. “Avendo chiuso il tesseramento il 31 ottobre i tempi erano troppo ristretti – conferma il coordinatore Carlo Saffioti -. Quindi la data è slittata per problemi organizzativi. La speranza ora è che da Roma ci diano un’alternativa certa. O si riesce per metà dicembre oppure si va direttamente al 2012. L’importante è avere un calendario certo per tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco

    Non si sa nemmeno a cosa servissero i congressi precedenti, se non a glorificare il capintesta e a sentire persone come il prete Baget Bozzo che qualificava il movimento come un grande evento spirituale.

  2. Scritto da castigat ridendo mores

    e ora come farà monti a sciogliere la riserva? O_o

  3. Scritto da Franck

    Ovviamente ci crediamo sulla parola..ai problemi organizzativi…
    ma va la’ (per dirla alla Ghedini) !

  4. Scritto da nino cortesi

    Pensionato Berlusconi, per grazia ricevuta, finalmente diventa chiaro il nulla o il peggio del nulla.

  5. Scritto da pollo

    La verità è che è stato un totale fallimento! Ha avuto un occasione formidabile per rinnovare veramente l’Italia! Aveva un amplissima maggioranza parlamentare come mai prima, aveva il sostegno incondizionato della maggioranza degli elettori, ha un grandissimo potenziale economico personale, ha un controllo quasi totale sui mezzi d’informazione più popolari, televisioni, aveva la possibilità di assoldare i migliori per fare un governo veramente rivoluzionario ed invece in 18 anni cosa ha partorito? il nulla! ed in più ha sfasciato quanto di buono c’era … compreso trasformare la protezione civile in un comitato d’affari ! Questa è la democrazia che intendete Voi? Dovreste semplicemente VERGOGNARVI per averlo appoggiato incondizionatamente!

  6. Scritto da Vittorio

    ah ah ah il partito di plastica si sta sciogliendo !!!!!

  7. Scritto da fre

    Che figura di mer…a! Abbattuto il capo i topi si disperdono.

    1. Scritto da berlusconiano

      ma la democrazia voi ex comunisti & affini con milioni di morti assassinati per la vostra fede proprio la democrazia non riuscite ad accettarla.

      1. Scritto da ramius

        Vorrei solo ricordare a chi si riempie la bocca di aprole IMPORTANTI come DEMOCRAZIA che, l’ultima volta che il PDL ha organizzato i congressi, non li ha fatti svolgere nei paesi in cui c’era piu di una lista. Alla faccia della democrazia, del dibattito e del confronto.

      2. Scritto da pollo

        è comunista l’opposizione, sono comunisti i sindacati, sono comunisti gli studenti e i professori, sono comunisti i magistrati, sono comunisti i disoccupati, sono comunisti gli operai, sono comunisti gli imprenditori e quelli di confindustria, è comunista l’ex moglie, sono comunisti tutti gli ex amici che dopo un sussulto di sdegno se ne sono andati … sono due le cose: o tutti noi viviamo in un paese comunista tipo Unione Sovietica o Cina (cosa strana visto che Berlusconi ha imperversato sia come imprenditore che come politico… Che sia Comunista anche Lui?… oppure siete fuori dal Mondo e per voi l’importante è non disturbare il Capo e mai contraddirlo qualsiasi cosa faccia!

        1. Scritto da nino cortesi

          In Italia c’è bisogno solo di SINISTRA, di scelte di SINISTRA, SINISTRA, SINISTRA. Quelle che qualcuno ogni tanto predica ma non mette mai in pratica. Il potere al popolo è verità, democrazia, legalità; altrimenti restano cembali vuoti ed attaccabili in ogni momento dal giusto. Piccolo esempio: contano di più 99 operai di un padrone. Non è possibile che un operaio prenda 1200 euro al mese ed un manager 5.000.000 all’anno.E’ ora e tempo che gli Italiani che non sono mai stati comunisti diventino tutti comunisti arrabbiati!

      3. Scritto da pongo

        la solita tiritrera, chi no sta con il capo è comunista

      4. Scritto da Vittorio

        Perche’ secondo lei Berluskaiser e’ democratico? MA VA LA’ !

  8. Scritto da pm

    Ho un dubbio: a cosa serve un congresso del pdl?

  9. Scritto da sandro

    così fontana ha più tempo per contare le tessere……. tanto i formigoniani vinceranno nonostante la campagna mediatica fatta contro con numeri totalmente inventati e fantasiosi

    1. Scritto da Croce

      Si in effetti sono più credibile i numeri di Carrara e Pagnoncelli, che si attribuivano 9 mila tessere. Vedremo gli elenchi e il congresso, allora cadranno gli altarini…

  10. Scritto da sparsi qui e la

    problemi organizzativi, bella questa!
    da “La sai l’ultima”

  11. Scritto da Libero

    Che sia invece, finalmente, una questione di vergogna?