BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Presidio Dhl a Orio “Più dignità e diritti” fotogallery video

I lavoratori dell’aeroporto di Orio al Serio si mobilitano contro la revisione della direttiva comunitaria sulla liberalizzazione dei servizi a terra. Un centinaio di persone ha preso parte al presidio organizzato di fronte all’area partenze dello scalo orobico.

I lavoratori dell’aeroporto di Orio al Serio si mobilitano contro la revisione della direttiva comunitaria sulla liberalizzazione dei servizi a terra. Un centinaio di persone ha preso parte al presidio organizzato di fronte all’area partenze dello scalo orobico. Tra loro anche i dipendenti della DHL preoccupati per l’ipotesi di trasferimento del polo di Orio a Malpensa con conseguente perdita di lavoro per 1300 persone, cooperative comprese. In caso la notizia venisse confermata le conseguenze per il territorio bergamasco sarebbero gravissime. Non solo per i 1300 posti di lavoro, ma anche per la stessa Sacbo che perderebbe il 6% dei movimenti aerei e il 90% del traffico merci con un’ingente perdita di fatturato. Il motivo principale della protesta è però la mobilitazione proclamata dalle segreterie sindacali nazionali per porre la massima attenzione sulla discussione della direttiva comunitaria sulla liberalizzazione dei servizi a terra. Cgil, Cisl e Uil si dichiarano “fortemente contrari a qualsiasi modifica che vada a ridimensionare i diritti dei lavoratori degli aeroporti, il loro salario e ad avviare una concorrenza che si basa solo sulla riduzione delle tariffe”. I sindacati ribadiscono la necessità del rispetto delle regole volte a garantire la tutela sociale e chiedono alle forze politiche di dispiegare tutte le azioni necessarie affinché le proposte non vengano approvate dalla Commissione e dal Parlamento Europeo. Chiedono inoltre a Enac il rispetto del regolamento di certificazione affinché il contratto nazionale sia adottato da tutte le aziende che lavorano nello scalo di Orio.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da usiamo il cervello

    Provate a venire a Campagnola a vedere dove decollano gli aerei DHL e quali rotte rispettano (a proposito di regole)
    Alle centinaia di famiglie dei lavoratori di Montichiarti in Cassa Integrazione a Zero Ore (anticamera del licenziamento) non ci pensa nessuno vero?
    Se i sindacati non fosser ostati così miopi avrebebro contrattato lo spostamento prima a Montichiari
    Ma le poltrone erano più interessanti.

    1. Scritto da ale

      ma che bel ragionamento!!
      allora spostiamo tutte le aziende in romania oppure in india, perchè no? non ci pensa nessuno ai poveri disoccupati locali??
      ma fammi il piacere… toccasse a te cosa faresti??
      (e per favore, cambia nickname, proprio non ti si addice!!)

  2. Scritto da m.m.

    @ alessandro trussardi
    Perchè il comando di invio dei commenti è stato sostituito col comando “salva”?

    grazie della gentile risposta

  3. Scritto da poeret

    Poeret.. ho solo detto che IL RISPETTO DELLE REGOLE dovrebbe vigere sempre.. e non solo quando c’è INTERESSE PERSONALE, ci si nascondeva dietro al “mercato, all’economia” per nascondere il trasgredire.. ora il “mercato, l’economia” dice che è conveniente Malpensa.. e ci saranno altri 1300 lavoratori che ne usufruiranno. DISPIACE lo ripeto, ma la mancanza di COERENZA e RISPETTO DELLE REGOLE porta anche a questo, chi di spada ferisce di spada perisce (xchè ora avete tanti contro)

    1. Scritto da Bob

      io contro vedo sempre gli stessi nomi. Gli stessi arroganti che credono di essere il popolo. Ma la gente è di tutt’altra posizione.

  4. Scritto da lillo

    vi lamentate x il traffico aereo…….ora 1300 persone a casa del comitato a magna e dormire…….

    1. Scritto da Matteo B.

      adesso ci vai a magna e dormire è.. ma prima quando non si dormiva e a cena i piatti vibravano x gli aerei sopra la testa No. Ha ragione Poeret, si rispettassero di più le regole in generale non ci sarebbero sempre sorprese e soprusi.

      1. Scritto da lillo

        non dire magate a casa mia i piatti non vibrano e grazie all’aereoporto si riempiva il piatto……ora tutti a casa tua a maia

        1. Scritto da Matteo B.

          ora si riempira il piatto di qualcun’altro.. è l’ECONOMIA e il PROGRESSO..le parole con le quali vi nascondevate quando il danno lo procuravate.. ma fino a quando il probema era di altri, nessuno muoveva un dito. Se si fosse “remato” tutti nella legalità e nella giusta causa prima lo si poteva fare anche ora.. ma che dire, avete fatto gli arroganti prima…tutto torna indietro

  5. Scritto da poeret

    Insomma si chiede il RISPETTO del REGOLAMENTO, mentre a ESSER DIMENTICATA é la SALUTE dei cittadini..i regolamenti possono esser aggirati. Prima quello che faceva le regole era l’economia e il mercato vero, ora che si colpisce i posti di lavoro si deve pensare ai posti di lavoro (come se la salute fosse secondaria) Non dico si abbia torto o ragione ma.. almeno aver COERENZA

    1. Scritto da Sleghiamoci

      Caro Poeret gli aereovettori della DHL atterrano e decollano dalla parte opposta e poi se vuoi ospitare tu 1300 lavoratori con famiglie appiedate e senza più un redditto dignitoso (che in questi tempi è difficile trovae lavoro) allora va bene.

    2. Scritto da gi

      Veniamo a casa tua a mangiare dormire in caso di crisi Contento?