BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Percassi: “Avessi i soldi, prenderei Balotelli”

Il presidente della Dea, al margine della premiazione del premio alla memoria di Giacinto Facchetti: "Doni? Si sta comportando come sua abitudine, da grande professionista".

Più informazioni su

Ha di che essere soddisfatto Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta autentica rivelazione di questo inizio di stagione. Nonostante la penalizzazione, infatti, i nerazzurri viaggiano in zone tranquille di classifica, praticamente senza il -6 allo stesso ritmo della Juventus.

PERCASSI: "MEGLIO DI COSI’ NON POTEVA ANDARE" – "Siamo felicissimi di questa partenza, soprattutto perché la squadra sta giocando bene. Meglio di così non poteva andare – riconosce il numero uno del club bergamasco intervistato da Sky Sport 24 a margine della premiazione de "Il bello del calcio", premio istituito in memoria di Giacinto Facchetti -. La penalizzazione ha dato una spinta in più? C’è stata una reazione positiva alla penalità che ci è stata comminata, devo ringraziare Colantuono e i ragazzi che hanno risposto bene. Ora speriamo di continuare a fare bene. Vogliamo centrare la salvezza".
"DONI GRANDE PROFESSIONISTA" – Parlando di avvio ad handicap, legato alle decisioni sul caso calcio scommesse, non si può non toccare il tasto Doni, capitano degli orobici, fermato dalla giustizia sportiva. "Si sta comportando in linea come la sua abitudine, si sta comportando da grande professionista", sottolinea Percassi, che poi parla anche di altri singoli della sua squadra.

"IMPRESSIONATO DA MORALEZ E DENIS" – "La partenza di Moralez e Denis mi ha impressionato – ammette il presidente -. Il primo ha grandi potenzialità, Denis è una conferma di un grande giocatore". Ma tra i nerazzurri tanti occhi di addetti ai lavori sono puntati anche su Schelotto. "Sta andando molto bene, sta facendo un grande campionato. Auguriamoci che faccia bene per l’Atalanta. Richieste? Chiedetelo al dg Marino", taglia corto Percassi.

"BALOTELLI MIGLIOR TALENTO DEL NOSTRO CALCIO"

– Il quale, stimolato, concede anche un giudizio su Mario Balotelli, che sta riscuotendo consensi in Inghilterra e ora anche in Nazionale. "Grandissimo talento, se mette la testa a posto, e sembra che lo stia facendo. Se avessi i soldi, lo prenderei anche io – dice con un sorriso il dirigente atalantino -. Merita club dell’importanza dell’Inter. E’ un fuoriclasse, un talento assoluto, forse il miglior italiano che il calcio ha a disposizione".

"FAIR PLAY FINANZIARIO NECESSARIO PER PICCOLI CLUB"

– Riguardo al fair play finanziario, infine, Percassi sposa in pieno la linea Uefa. "E’ necessario per club piccoli come il nostro, club che devono stare in linea con le proprie capacità. Un metodo determinante che seguiremo volentieri, è basilare. Non è facile gestire un club di serie A. Dipende molto da come sei strutturato. Per noi – conclude il presidente bergamasco – è fondamentale avere un settore giovanile sempre più forte, questa è la storia dell’Atalanta".

(da repubblica.it)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    Avessi i soldi,curerei i malati in Africa e nei paesi dove si muore ancora di fame

  2. Scritto da PIO

    AVESSI I SOLDI MI CUREREI ANCHE se la malattia è degenerativa
    e non ha medicinale per poter guarire
    MA ad ognuno le propie PRIORITA
    CARO PERCASSI IN BOCCA AL LUPO.

  3. Scritto da p

    A prescindere che Balotelli non lo prenderei solo per il comportamento (tecnicamente è fortissimo) e non mi dicono che è migliorato..aspettiamo a breve la prox cavolata, quando un oè un bulletto di periferia difficilmente si cambia (specie se ti cadono addosso €acilmente) ..il commento di A.Z lo trovo piuttosto becero e fuoriluogo, tanto più riportato verso l’Atalanta che cresce tantissimi giocatori nel suo settore giovanile..

  4. Scritto da A.Z. Bg

    Certo, i bergamaschi ormai non possono più sperare neanche di giocare a calcio. solo stranieri o neri per le squadre italiane, atalanta compresa.

  5. Scritto da de

    grande tone